Advertisement

Occorre procedere con urgenza ai necessari interventi manutentivi

 

Advertisement

         ” Molti ricordano ancora le polemiche per i notevoli ritardi che caratterizzano i lavori, peraltro iniziati dopo numerose sollecitazioni da parte di residenti e commercianti, solo a gennaio del 2015, per la riqualificazione di una delle più importanti arterie del Vomero, via Luca Giordano, nel tratto tra piazza degli Artisti e l’incrocio con via Scarlatti, lavori che dovevano durare 300 giorni per un impegno di spesa iniziale di 600mila euro. Invece i lavori furono completati dopo quasi due anni e mezzo, ad anno 2017 inoltrato, anche con una lievitazione, in corso d’opera, dei costi “. A tornare sulla vicenda è Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della circoscrizione Vomero, a seguito delle numerose segnalazioni pervenutegli sullo stato attuale dell’importante arteria.

 

            ” Peraltro – sottolinea Capodanno –  già in corso d’opera ci furono notevoli critiche sulle modalità con le quali si procedeva, dal momento che  i lavori venivano effettuati solo lungo la vecchia carreggiata e non anche sui marciapiedi. Critiche che riguardarono anche i materiali utilizzati e la loro messa in opera. Oggi, a distanza di quasi quattro anni dal completamento dei lavori , la strada, come era facile prevedere,  si trova già in pessime condizioni tali da dover essere oggetto di nuovi lavori manutentivi, con dissesti, buche e avvallamenti, disseminati lungo tutto il percorso. Lesionate in gran parte e in qualche caso anche rimosse le lastre di basalto “.

            ” Di fatto – conclude Capodanno -, allo stato, via Luca Giordano, invece che strada “riqualificata” andrebbe  definita come strada dissestata, con notevoli disagi sia per i pedoni che per gli automobilisti e i motociclisti. Non si contano infatti le persone che, dopo essere inciampate in qualche dissesto, cadono rovinosamente a terra, con conseguenze immaginabili.  Il tutto, dopo un investimento non indifferente, a carico della collettività, e dopo  i numerosi problemi che furono generati all’epoca dall’eccessiva durata dei lavori “.

 

            Sulla vicenda Capodanno richiama l’attenzione degli uffici comunali competenti affinché si proceda, i tempi rapidi, ai necessari quanto improcrastinabili lavori manutentivi, auspicando che non si risolvano, come per il passato, in antiestetici rappezzi con colate di cemento o di bitume, ma avvengano invece attraverso la sostituzione delle lastre di basalto lesionate o mancanti, come si osserva all’incrocio tra via Luca Giordano e via De Mura o con una nuova posa di cubetti di porfido, laddove mancanti, come si registra all’incrocio della stessa via Luca Giordano con via Stanzione, nel pieno rispetto della bellezza e dell’importanza dell’antica strada vomerese.

Advertisement
Articolo precedenteDiplomazia Economica Italiana 04 giugno: ultime news dal mondo
Articolo successivoTRA GAVIRATE E SABAUDIA PROSEGUE IL PERCORSO AZZURRO VERSO LE FINALI DI DOMANI E DOMENICA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui