Advertisement

Roma, 9 giu. – “L’approvazione dell’Europarlamento rende possibile la piena operatività del certificato digitale Ue a partire dal primo luglio. Un traguardo importante per la ripresa della mobilità europea e del turismo estivo. Ora è il momento che l’Italia ne anticipi l’applicazione l. Abolendo il tampone ancora richiesto per l’ingresso dai Paesi dell’Unione Europea e dell’area Schengen, Gran Bretagna e Israele. Anche a chi è vaccinato. Una norma ormai superata dall’introduzione del green pass europeo. E che però permane, in base all’ultima ordinanza del ministro Speranza “.

“Così rischiamo che altri Paesi intercettino i nostri flussi turistici. Ad esempio la vicina Francia, che ha già autorizzato gli ingressi ai vaccinati senza tampone. È importante che il ministero della Salute pubblichi una nuova ordinanza che vada in questa stessa direzione. Per non danneggiare il turismo e la mobilità di studio e lavoro. L’Italia aveva anticipato l’Europa. Avviando subito il green pass e abolendo la quarantena. Non perdiamo questo vantaggio”. Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri.

Advertisement

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteVaccini – Figliuolo, commissario straordinario Covid-19, a 24 Mattino su Radio 24

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui