Advertisement
Giovedì 10 giugno da Palazzo Giureconsulti la premiazione della competizione “Cross the bridge” nata dall’accordo tra Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e Politecnico di Milano.

50.000 euro di grant messi a disposizione da Camera di commercio per ciascun progetto e un percorso di validazione tecnologica e accelerazione imprenditoriale con il supporto di Politecnico, finalizzato alla sperimentazione concreta di soluzioni innovative, nuove tecnologie e idee di business.

In occasione della premiazione, presentati i dati dell’Ufficio Studi di Camera di commercio: ad aprile 2021 sono 2.559 le startup innovative a Milano Monza Brianza Lodi, primato nazionale sul complessivo di 12.707. Tra le oltre 48 mila società di capitali costituite nel territorio negli ultimi cinque anni, il 5,3% risultava registrata come startup innovativa alla data della rilevazione (contro il 3,2% nazionale).

Advertisement

Elena Vasco, Segretario generale di Camera di commercio Milano Monza Brianza Lodi ha dichiarato: “Il territorio di Milano Monza Brianza e Lodi rappresenta l’habitat più fertile in Italia per la nascita di start up innovative, realtà dal potenziale enorme, che tuttavia solo se accompagnate e sostenute durante la delicata fase di consolidamento ed espansione, possono diventare fattori chiave per l’innovazione e il rilancio economico dell’intero sistema Paese. Proprio per il ruolo strategico e dirompente delle start up innovative  auspichiamo che si possa tornare alla semplificazione amministrativa della loro costituzione al fine di velocizzarla e renderla più accessibile”.

 

 

Biomimx, Complexdata, Nireos, Moi Composites: sono le 4 start up innovative vincitrici della competizione “Cross the Bridge: attraversa il ponte dell’innovazione e consolida la tua presenza sul mercato“, promossa da Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e Politecnico di Milano, con l’obiettivo di supportare le start-up e imprese innovative e facilitarne lo scale-up, migliorando il Technology Readiness Level (TRL) dei prodotti e servizi, per consolidare e accrescere la presenza e la competitività sul mercato.

Grazie alla dotazione messa a disposizione da Camera di commercio, i 4 progetti innovativi selezionati riceveranno un grant di 50.000 euro ciascuno e saranno supportati dal Technology Transfer Office (TTO) del Politecnico di Milano in un percorso di validazione e incremento del livello di maturità tecnologica (TRL).

Attraverso questo percorso della durata di un anno, le startup potranno consolidare il proprio posizionamento sul mercato, contribuendo al rilancio del sistema economico, grazie alla capacità di portare innovazione e sviluppare soluzioni tecnologiche, capaci di dare risposta alle nuove sfide dei diversi ambiti economici.

I vincitori nei settori medtech, biotech, agritech e digital manufacturing presentati a Palazzo Giureconsulti, giovedì 10 giugno, in occasione dell’appuntamento di Tavolo Giovani, il format di networking di Camera di commercio che ogni mese presenta a investitori e imprese consolidate i progetti di start up innovative attive in un particolare settore.

La competizione “Cross the bridge” nasce all’interno dell’accordo di collaborazione “Un’alleanza a favore delle start up del territorio” stipulato tra Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e Politecnico di Milano, per stimolare l’innovazione presente in progetti e idee d’impresa nella fase di preseed, supportandone lo sviluppo, mediante percorsi di validazione tecnologica e accelerazione imprenditoriale finalizzati alla sperimentazione concreta delle soluzioni innovative, delle nuove tecnologie e delle idee di business.

Elena Vasco, Segretario generale di Camera di commercio Milano Monza Brianza Lodi ha dichiarato: “Il territorio di Milano Monza Brianza e Lodi rappresenta l’habitat più fertile in Italia per la nascita di start up innovative, realtà dal potenziale enorme, che tuttavia solo se accompagnate e sostenute durante la delicata fase di consolidamento ed espansione, possono diventare fattori chiave per l’innovazione e il rilancio economico dell’intero sistema Paese. Per questo come Camera di commercio, costruiamo e promuoviamo network virtuosi come quello con Politecnico, con l’obiettivo di dotare le start up di servizi, competenze e risorse in tutte i passaggi strategici per la crescita e dare così sviluppo e mercato alle loro soluzioni tecnologicamente avanzate, in grado non solo di fornire risposte a bisogni specifici, ma anche di diventare driver di innovazione, trasformazione e ricerca verso nuovi modelli di fare impresa. Ed è proprio per il ruolo strategico e dirompente delle start up innovative che auspichiamo anche si possa tornare alla semplificazione amministrativa della loro costituzione al fine di velocizzarla e renderla più accessibile”.

 

Davide Moscatelli, Delegato del Rettore per il Trasferimento Tecnologico – Politecnico di Milano “Affianco alle due missioni tradizionali di didattica e ricerca il Politecnico di Milano è impegnato nella terza missione che consiste nel favorire lo sviluppo sociale, economico e culturale del territorio di riferimento. Il nostro Ateneo si candida come motore di ricerca e di innovazione impegnandosi nel consolidamento dei rapporti con le imprese tramite la valorizzazione della ricerca e il trasferimento tecnologico. Questo passa anche attraverso la creazione di start up e attraverso il loro sostegno per permetterne l’affermazione sul mercato. L’aiuto alle start up viene fatto con una serie di iniziative come CrossTheBridge, nata dall’accordo con Camera di commercio di Milano Monza Brianza e Lodi. CrossTheBridge supporta con una serie di grant le start up vincitrici che sono supportate dal Technology Transfer Office del Politecnico di Milano in un percorso di validazione e incremento del livello di maturità delle loro tecnologie.”

 

Startup e PMI innovative possono rappresentare fattori centrali per la transizione digitale, in agenda italiana ed europea per il rilancio della competitività del sistema produttivo: il loro potenziale di sviluppo è fortemente connesso con l’ecosistema economico e territoriale che può giocare un ruolo da volano per la crescita. Secondo l’analisi condotta dall’Ufficio Studi della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, aggiornata al mese di aprile 2021, sono 2.559 le startup innovative iscritte alla sezione speciale del Registro delle Imprese tra Milano Monza Brianza Lodi, primato nazionale sul complessivo di 12.707: una start up innovativa su cinque in Italia ha sede in questo territorio. Possono ottenere lo status di startup innovativa le società di capitali costituite da meno di cinque anni, con fatturato annuo inferiore a cinque milioni di euro, non quotate, e in possesso di determinati indicatori relativi all’innovazione tecnologica previsti dalla normativa nazionale.

 

Tra le oltre 48 mila società di capitali costituite tra Milano Monza Brianza Lodi negli ultimi cinque anni e ancora in stato attivo, il 5,3% risultava registrata come startup innovativa alla data della rilevazione. A livello nazionale il medesimo dato si attesta al 3,2%, considerando solo Milano la percentuale sale al 5,7%.

 

I settori. Per quanto riguarda la distribuzione per settori di attività, l’85% delle startup innovative attive a Milano Monza Brianza Lodi opera nei servizi, il 10% tra industria e artigianato, segue il commercio 3,3%, il turismo (0,8%) e agricoltura (0,7%). Analizzando nel dettaglio alcuni settori economici, l’incidenza delle startup innovative sul totale delle nuove società di capitali appare maggiormente rilevante: è il caso delle attività di ricerca scientifica e sviluppo, dove è una startup innovativa il 67,8% di tutte le nuove società operanti nel settore tra Milano Monza Brianza Lodi (dato nazionale pari al 70,6%). Così come nelle attività di produzione di software, consulenza informatica e attività connesse, settore in cui il 44,7% di tutte le nuove società operanti tra Milano Monza Brianza Lodi è rappresentata da start up innovative (in Italia il 40,8%), così come è alto il valore di incidenza nel settore dei servizi d’informazione e altri servizi informatici (27,8% il dato di Milano Monza Brianza Lodi supera il 15,5% nazionale).

Valori economici Oltre il 66% delle start up innovative di Milano Monza Brianza Lodi presenta un capitale sociale sottoscritto tra i 5.000 e 50.000 euro; si trova nella fascia 50.000 – 500.000 euro il 15,6% delle start up innovative. L’1,6% presenta un capitale sociale superiore al milione di euro.

 

Le 4 startup vincitrici della competizione Cross the Bridge 2021

 

Settore medtech

BiomimX S.r.l., nata nel 2017, ha sviluppato organi-su-chip (OoC) battenti, piattaforme in vitro miniaturizzate che replicano le funzioni di organi/patologie umane. Vincitrice nel 2020 del premio #DigitalForHealth, BiomimX propone i suoi OoC come strumenti per lo screening di molecole, rispondendo alla richiesta delle aziende farmaceutiche di modelli preclinici avanzati mirati a rendere il lancio di nuovi farmaci sul mercato più efficiente, veloce e meno costoso. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito https://www.biomimx.com/.

 

Settore biotech

Complexdata S.r.l., ha sviluppato Ariadne, un’innovativa piattaforma che combina intelligenza artificiale con caratteristiche biologiche del cancro al seno per effettuare test diagnostici specializzati. Attraverso l’AI Ariadne ha elaborato un nuovo standard per calcolare l’aggressività del tumore per ogni paziente. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito https://ariadneweb.it/it/.

 

Settore agritech

Nireos S.r.l., sviluppa soluzioni spettroscopiche high-tech per applicazioni industriali, scientifiche e agricole, in grado di monitorare la qualità dei processi e le proprietà dei prodotti. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito https://www.nireos.com/.

 

Settore digital manufacturing

Moi Composites S.r.l., nata nel 2018, sviluppa tecnologie di stampa 3D, grazie all’uso di materiali avanzati e design digitale. Vincitori di oltre 16 premi, Moi Composites offre soluzioni innovative per processi produttivi, anche di prodotti compositi, in particolare in ambito di automazione e robotica. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito https://www.moi.am/.

Qui il programma

Info e iscrizioni a questo link

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteDal 10 giugno al 24 luglio BASE lancia la prima edizione di FAROUT: 45 giorni di festival, 38 tra artisti e collettivi nazionali e internazionali, 7 Paesi coinvolti, 6 prime nazionali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui