Advertisement

Gli ultimi dati sul regresso della pandemia aprono il cuore alla speranza e, come previsto dalle disposizioni ministeriali, fa pensare a una riapertura nel prossimo mese di luglio dell’Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria di Roma che per oltre un anno è rimasta chiusa.

Lo dice il presidente dott. Gianni Iacovelli e nessuno più di lui ha sentito il peso di questa restrizione dell’Accademia che, da sempre, sipropone la diffusione e l’incremento degli studi storici dell’arte sanitaria, in tutti i loro aspetti e rapporti. L’ASAS – Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria. Fondata il 22 Aprile 1920, eretta in Ente Morale con R.D. il 14 Maggio 1922 N. 1746.
ENTI FONDATORI:
Ministero della Sanità (che ha sostituito la Dir. Gen. di Sanità del Ministero degli Interni);
Ministero della Difesa – Ispettorato Sanità dell’Esercito;
Ministero della Difesa – Ispettorato della Sanità della Marina;
Ministero per i Beni ed Attività Culturali;
Ministero della Pubblica Istruzione;
Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica;
Ordine S.M. dei SS. Maurizio e Lazzaro;
S.M. Ordine di Malta;
Croce Rossa Italiana;
Pio Istituto di S. Spirito (sostituito dall’ASL RM E);
Comune di Roma.

Advertisement

L’Accademia è sotto la tutela e la vigilanza del Ministero per i Beni ed Attività Culturali.

Appartiene all’Accademia il Museo Storico Nazionale dell’Arte Sanitaria con Biblioteca, Archivio e la seicentesca Sala Alessandrina, Aula Magna dell’Ente.  Il Museo, tra i più importanti del mondo, si sviluppa su una superficie di 850 metri quadri ed è sede ufficiale dell’Ente. Allo stato attuale è composto di 9 sale in cui sono esposte attrezzature e strumentazioni, cimeli della storia dell’Arte Sanitaria. Il patrimonio del Museo è completato da una Biblioteca contenuta in mobili del XVI secolo, in cui sono conservati oltre 10.000 volumi tra libri, opuscoli, riviste e stampe su questo argomento. E’ inutile sottolineare la valenza storica ed artistica di una simile raccolta che, oltre ad evidenti risvolti economici e culturali, reca con sè un valore scientifico immenso e di altissimo livello nei suoi contenuti.

 

 

La ripresa delle attività prevede due momenti:

1) la riapertura del Museo, rispettando le norme di legge, che potrà avvenire per l’opera fattiva e intelligente del Conservatore dott. Gaspare Baggieri e la necessaria collaborazione della ASL Roma 1, del Comune di Roma e, naturalmente del Ministero Tutore (MiBAC);

2) un’assemblea costituente allargata a tutto il Corpo Accademico (e quindi non riservata

solo ai Soci Effettivi) ed anche ai non Soci (simpatizzanti e sostenitori, sia singole persone che Enti), per porre le basi di un rilancio istituzionale, scientifico-culturale ed economico finanziario dell’Ente, da tenersi naturalmente all’aperto, con le modalità e i tempi stabilite da un Consiglio di Reggenza che si terrà in presenza nei primissimi giorni di luglio. Lo stesso Consiglio darà vita ad un cronoprogramma di attività da settembre in poi, prima fra tutte la Celebrazione dell’Anno Accademico 2021 dedicata a “Dante e le scienze”.

“Nel frattempo dobbiamo sopravvivere” dice il presidente dott. Iacovelli invitando i Soci Effettivi e Corrispondenti a versare, qualora non l’avessero già fatto, la quota associativa 2020 e 2021.

E questa è “una preghiera vivissima e accorata del presidente che invita caldamente a contribuire secondo le loro possibilità a questo primo passo per il rilancio di una Istituzione a cui si è legati. Tutti gli altri, Soci Onorari, Emeriti e Benemeriti, amici ed estimatori, sostenitori dell’azione culturale e scientifica, sono invitati a contribuire secondo le loro possibilità a questo primo passo per il rilancio di questa grande e importante Istituzione.

Il versamento va fatto:

AGENZIA n. 251 – Banca Popolare di Milano

Iban: IT60S 05034 03265 0000 0000 5777

 

Per informazioni dott. prof. Giovanni Iacovelli – Presidente Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria, Lungotevere in Sassia, 3 – 00193 Roma

Tel. 06.68352748 | e-mail: segreteria.asas@gmail.com

 

1)Nella foto il presidente dell0’Accademia dott. Prof. Gianni Iacovelli.

2)Il museo storico nazionale dell’arte sanitaria sito all’interno dell’Ospedale di Santo Spirito in Lungotevere in Sassia a Roma

 

Nino Bellinvia

Advertisement
Articolo precedenteSerie A1 Softball 2021 – presentazione 5a giornata andata

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui