Advertisement

Tokyo 2020

Primo contatto per gli Azzurri con la Saitama Super Arena

Advertisement

Azzurre quasi pronte al debutto di sabato 24 luglio

Ricci e Spissu: “Impianto incredibile”

D’Alie: “Vogliamo fare qualcosa di speciale”

Tutte le gare su Rai Due, discovery+ e Eurosport Player

 

Tokyo. La Saitama Super Arena dall’esterno sembra un’astronave. A un’ora dalla Capitale giapponese, il mega impianto che ospiterà tutte le partite di basket ai Giochi Olimpici, è una perla che purtroppo non potrà accogliere i tifosi. Un peccato, perché il colpo d’occhio sarebbe stato fantastico. Meno memorabili i ricordi Azzurri alla Super Dome: al Mondiale del 2006, l’Italia giocò proprio qui uno sfortunato ottavo di finale perso contro la Lituania.

 

A distanza di 15 anni, gli Azzurri sono tornati oggi in quell’impianto per il primo allenamento giapponese sul campo che li vedrà impegnati contro la Germania domenica 25 luglio alle ore 13.40 locali (le 6.40 del mattino in Italia). Le sensazioni, ovviamente, sono di segno completamente opposto.

 

“Le emozioni – ha osservato Giampaolo Ricci – si accavallano di giorno in giorno. L’Arena dove giocheremo è incredibile, peccato non ci sarà pubblico, fa impressione anche solo giocare col pallone con il logo Tokyo 2020”.

La sua carriera è esplosa negli ultimi anni, anche grazie al CT Sacchetti, che lo ha avuto con sé a Cremona lanciandolo anche in Nazionale. Era l’estate del Mondiale e “Pippo” da quel momento ha preso letteralmente il volo: lo Scudetto conquistato con la Virtus Bologna, il trasferimento a Milano e soprattutto l’exploit di Belgrado, lui che nel 2019 fu uno degli ultimi due dolorosissimi “tagli” del CT prima della rassegna iridata in Cina.

“Domani – continua Ricci – ci attende la cerimonia di inaugurazione e credo che sarà un momento destinato a rimanere indelebile nei nostri ricordi. Ci stiamo allenando bene, l’intensità è quella giusta e le gambe stanno tornando quelle di Belgrado. Ci attende un esordio molto difficile ma sono certo che ci arriveremo pronti”.

 

Marco Spissu invece ha fatto il suo debutto in Azzurro a febbraio 2020 nella vittoria della Nazionale a Napoli contro la Russia. Per via della pandemia sembra passata una vita ma in realtà è trascorso poco più di un anno. In appena 12 presenze, il playmaker sardo ha ottenuto una qualificazione europea (anche se l’Italia ha gareggiato da fuori classifica essendo uno dei Paesi ospitanti dell’EuroBasket 2022 con il girone di Milano) e la storica qualificazione olimpica. Niente male davvero: “Incredibile – ha detto – un domani realizzeremo tutti dove siamo realmente. Intanto non sto nella pelle per quando ci sarà la cerimonia di apertura. Qui al Villaggio si vive un’atmosfera incredibile e non sai dove girarti perché ci sono atlete ed atleti che vengono da ogni parte del mondo e che praticano tutte le discipline. Una cosa del genere non so dove altro si possa vivere. Oggi primo allenamento alla Saitama Super Arena, dove poi giocheremo tutte le partite: un impianto da fantascienza, enorme e organizzato a meraviglia. Non vediamo l’ora di giocarci. Manca ancora un po’ e fino a domenica studieremo i nostri avversari nei dettagli. Di certo non sarà semplice. Per il momento ci concentriamo su noi stessi”.

 

Quasi pronte anche le ragazze della Nazionale 3×3 femminile: l’esordio è previsto per sabato 24 luglio all’Aomi Urban Sports Park con il doppio impegno contro Mongolia e Francia.

 

“Sono molto contenta – ha commentato la capitana delle Azzurre Rae Lin D’Alie – come tutto il resto della squadra, perché stiamo preparando bene il nostro esordio. Il Villaggio ci trasmette ulteriore energia. Non vediamo l’ora di entrare nella competizione, questi cinque giorni voleranno e saranno ricordati da noi per tutta la vita: ecco perché vogliamo fare qualcosa di speciale, con lo stesso spirito messo in campo a Debrecen e che ci ha portato fin qui”.

 

“Cosa ci aspettiamo da questo torneo? – si chiede coach Andrea Capobianco – Di giocare sempre al massimo delle nostre possibilità, di non lasciare nulla di intentato in una competizione che può capitare anche una sola volta nella vita. Questo dobbiamo chiedere a noi stessi, poi a fine partita guarderemo il punteggio e faremo i complimenti a chi eventualmente è stato più forte di noi. Il 3×3 è un gioco esaltante, che propone emozioni continue e sempre diverse”.

 

Tutte le partite della Nazionale maschile saranno in diretta su Rai Due (durante il live potranno esserci flash da altri campi gara in caso di possibili medaglie Azzurre) e su discovery+ e Eurosport Player.

 

Tutte le gare della Nazionale femminile 3×3 saranno in diretta su discovery+ e Eurosport Player.

Su Rai Due, le gare saranno inserite all’interno del flusso olimpico della testata.

 

 

Nazionale Maschile

 

#0 Marco Spissu (1995, 184, P)

#1 Niccolò Mannion (2001, 188, P/G)

#7 Stefano Tonut (1993, 194, G)

#8 Danilo Gallinari (1988, 208, A)

#9 Nicolò Melli (1991, 206, A)

#13 Simone Fontecchio (1995, 203, A)

#16 Amedeo Tessitori (1994, 208, C)

#17 Giampaolo Ricci (1991, 202, A)

#24 Riccardo Moraschini (1991, 194, G)

#31 Michele Vitali (1991, 196, G)

#33 Achille Polonara (1991, 205, A)

#54 Alessandro Pajola (1999, 194, P)

 

Nazionale 3×3 Femminile

 

#3 Rae Lin D’Alie (1987, 160)

#4 Chiara Consolini (1988, 182)

#5 Marcella Filippi (1985, 186)

#8 Giulia Rulli (1991, 185)

 

 

Torneo di basket maschile (Saitama Super Arena)

 

Domenica 25 luglio

Germania-Italia (6.40 italiane, 13.40 locali)

Australia-Nigeria (10.20 italiane, 17.20 locali)

 

Mercoledì 28 luglio

Nigeria-Germania (03.00 italiane, 10.00 locali)

Italia-Australia (10.20 italiane, 17.20 locali)

 

Sabato 31 luglio

Italia-Nigeria (06.40 italiane, 13.40 locali)

Australia-Germania (10.20 italiane, 17.20 locali)

 

Martedì 3 agosto

Quarti di finale

 

Giovedì 5 agosto

Semifinali

 

Sabato 7 agosto

Finali

 

 

Gli altri gruppi

 

Gruppo A

Iran, Francia, USA, Repubblica Ceca

 

Gruppo C

Argentina, Giappone, Spagna, Slovenia

 

 

 

La formula

Il torneo Olimpico si disputa dal 25 luglio al 7 agosto. Le 12 squadre qualificate sono divise in tre gironi da quattro formazioni ciascuno. Accedono ai quarti di finale le prime due classificate di ogni girone e le due migliori terze. Per determinare gli accoppiamenti dei quarti di finale verrà effettuato un sorteggio: le tre squadre vincitrici dei tre gironi e la migliore seconda saranno inserite nella prima urna mentre le rimanenti due squadre seconde classificate e le due migliori terze saranno inserite nella seconda urna. Le squadre nello stesso girone della prima fase non potranno essere sorteggiate l’una contro l’altra.

 

Torneo di basket 3×3 femminile (Aomi Urban Sports Park)

 

Sabato 24 luglio

Italia-Mongolia (10.30 italiane, 17.30 locali)

Italia-Francia (14.25 italiane, 21.25 locali)

 

Domenica 25 luglio

Italia-Romania (03.40 italiane, 10.40 locali)

Italia-Cina (07.25 italiane, 14.25 locali)

 

Lunedì 26 luglio

Italia-Giappone (07.25 italiane, 14.25 locali)

Italia-USA (10.55 italiane, 17.55 locali)

 

Martedì 27 luglio

Italia-Russian Olympic Committee (10.25 italiane, 17.25 locali)

Quarti di finale (orari da stabilire)

 

Mercoledì 28 luglio

Semifinali (orari da stabilire)

Finali (orari da stabilire)

 

La formula

Tutte le 8 squadre sono state inserite nello stesso girone e si sfidano nei primi tre giorni e mezzo di gara l’una contro l’altra. Le prime sei classificate accedono alla fase a eliminazione diretta, con le prime due squadre classificate qualificate direttamente alle semifinali.

 

 

Ufficio Stampa FIP

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteCovid, Sud Est Asiatico: Save the Children, nell’ultima settimana aumento dei contagi del 37% e dei decessi per Covid-19, anche tra i bambini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui