Advertisement

 

Parcheggiati anche sulle strisce pedonali e sui marciapiedi

Advertisement

 

            “ Una delle tante testimonianze del grave stato di degrado e d’abbandono nel quale versa, da diverso tempo a questa parte, il popoloso quartiere partenopeo del Vomero,  aggravato dalla mancanza dei necessari controlli da parte di quanti a tanto preposti, è rappresentata dalla situazione che si verifica in via Alvino, all’incrocio con via Solimena, all’imbocco dell’isola pedonale di via Scarlatti. Qui, a tutte le ore del giorno, due “muri” di motocicli, generati dalla sosta indiscriminata  dinanzi al varco, impediscono completamente l’accesso ai pedoni e segnatamente alle persone diversamente abili “. E questa l’ennesima segnalazione di Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione Vomero, rispetto a un problema che si acuisce nel corso della stagione estiva con la presenza di migliaia di mezzi a due ruote che invadono la collina.

 

            “ La grave situazione che si determina per la viabilità è stata più volte segnalata – sottolinea Capodanno – ma a tutt’oggi non risultano stati assunti i provvedimenti del caso, al fine di liberare il varco in questione “.

 

            ” Come se non bastasse – puntualizza Capodanno – i motocicli sono parcheggiati occupando per intero anche le strisce pedonali antistanti un plesso scolastico presente lungo la stessa via Solimena, impedendone l’utilizzo anche alle persone con disabilità motorie “.

 

            “ Certo – aggiunge Capodanno –, stante la forte richiesta, occorrerebbe disegnare sulle carreggiate un maggior numero di stalli bianchi a disposizione dei mezzi a due ruote ma ciò non giustifica, in alcun modo, quanto accade ai varchi d’accesso all’isola pedonale di via Scarlatti, con particolare riguardo a quello di via Alvino “.

 

            “ C’è anche da osservare che ad essere ostruito è uno dei possibili accessi all’isola pedonale – aggiunge Capodanno -, dove vi potrebbe essere la necessità ditrnsito in caso di un intervento d’emergenza. Sicché tale accesso dovrebbe risultare perennemente libero, anche in ottemperanza alle disposizioni per la sicurezza “.

 

            Una situazione inaccertabile che si aggiunge a quella, già segnalata più volte, dei tanti motocicli parcheggiati sui marciapiedi e anche nelle strisce blu, senza che risultino adottati provvedimenti atti ad eliminare  le palesi violazioni alle disposizioni al riguardo vigenti, con particolare riferimento a quelle del codice della strada. Sui problemi evidenziati Capodanno richiama ancora una volta l’attenzione degli uffici competenti, anche in relazione alla carenza d’interventi da parte degli uffici a tanto preposti.

 

Advertisement
Articolo precedente60 BICICLETTE IN REGALO, PER IL RISCATTO SOCIALE
Articolo successivoNOTA INFORMATIVA – UN Pre-Food Systems Summit

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui