Advertisement
Maeci

Nell’ambito del Supersalone – l’edizione speciale Salone del Mobile – si è svolto ieri, 9 settembre, presso l’Ambasciata d’Italia a Berlino un collegamento digitale tra Milano e la scena berlinese del design e dell’architettura sotto forma di Conference Day. Un evento realizzato in collaborazione con Boeri Architetti, Studio Wegwerth e ICE.

 

Advertisement

supersalone appro

 

Un evento articolato in due parti: un workshop multidisciplinare dal titolo “The Tomorrow of the Temporary” e un collegamento digitale con il Supersalone, aperto da un intervento dell’Ambasciatore d’Italia Armando Varricchio.

“La Germania – ha detto Varricchio – è uno dei principali paesi di destinazione dei mobili italiani. Negli ultimi anni il valore delle esportazioni di mobili è stabile intorno a 1 miliardo di euro. Tuttavia, il design non è solo un settore rilevante dell’economia italiana, ma anche un modo di definire lo stile di vita italiano. Associato con la bellezza, con la funzionalità, con un atteggiamento speciale per affrontare le sfide di oggi, il design è una vetrina dell’Italia”. Un’industria – ha proseguito l’Ambasciatore – “che sa utilizzare la bellezza come materia prima”, una creatività, una “capacità di coniugare l’innovazione con i saperi antichi, sono un punto di forza dell’Italia e possono contraddistinguerci se uniti alle nuove tecnologie e alla ricerca sui materiali”.

 

supersalone 2

 

Dopo l’intervento dell’Ambasciatore Varricchio, ha preso la parola l’architetto Stefano Boeri che ha presentato il team curatoriale, composto da Maria Cristina Didero, Andrea Caputo e Lukas Wegwerth.

 

supersalone 3

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteUn tassista rimbambito o disonesto a Roma
Articolo successivoVomero: rimuovete le due gru che deturpano il quartiere!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui