Advertisement

Sarà Israele ad affrontare l’Italia nella semifinale in notturna di Avigliana alle 20,30. Gli azzurri, vittoriosi sulla Croazia per 8-5 al termine di una partita non facile, si troveranno di fronte una squadra che ha fin qui avuto un percorso netto anche se giovedì sera al “Giovanni Paolo II” ha dovuto faticare più del previsto per superare la Repubblica Ceca (3-2) in volata sulla valida di Wagman. In vantaggio al 3° con Erel sulla rimbalzante di Glasse, gli israeliani sono stati raggiunti  da Cech su un errore e superati dall’homer di Chlup al 7°. Il singolo di Wagman (grande protagonista anche sul monte con 3bv-10so in 7 riprese) ha pareggiato i conti. La gara si decide al 9°. Con due out, Goldner batte valido e va in seconda su errore. Joey Wagman, ancora lui, lo porta a casa con un singolo.

L’Olanda, con molte difficoltà (a cominciare da tre errori difensivi), ha conquistato il lasciapassare per la gara di venerdì a spese di una Gran Bretagna che ha venduta cara la pelle e s’è arresa veramente all’ultimo out, battendo qualcosa come 13 valide (dodici sul partente Huijer), contro le cinque dei ragazzi di Evert ’N Thoen su Cooper e Mosier. Gli inglesi, che hanno lasciato sette corridori in base,  sono passati subito in vantaggio grazie ad una valida del solito Singh (3/4 come Rincones). Al cambio di campo immediata replica del Regno dei Paesi Bassi con il doppio di Bernadina che fa segnare il sammarinese Tromp e poi va a firmare il 2-0 con un errore del terza base. Lo stesso Tromp segna il 3-1, mentre Thomas accorcia nuovamente mandando a casa Grant. Al quinto gli arancioni prendono il largo: prima Dall segna sulla rimbalzante di Didder. Tromp e lo stesso Didder vanno casa sull’errore dell’interbase. I britrannici non ci stanno e un inning dopo rientrano in partita, grazie al singolo del 6-3 di Dawson e il doppio che vale il 6-5 di Blackstone. L’Olanda recupera subito un altro punticino di vantaggio per merito di Tromp, entrato in quasi tutte le azioni della sua squadra, che fa segnare Martina con una volata di sacrificio. E’ il 7-5 che sarà poi il finale della gara. I rilievi olandesi hanno funzionato a meravigliato: Kelly, Sulbaran e Floranus hanno subito in totale una valida, non guadagnata.

Advertisement

I campioni in carica dell’Olanda se la vedranno alle 15 (dir. su su Sky Sport Action) ad Avigliana con diretta TV) con la Spagna che ha superato (5-2) il Belgio al termine di una partita equilibrata, risolta nella seconda metà di gara. Le furie rosse hanno potuto contare su Edison Valerio (3/4, con 1 fuoricampo), Oscar Angulo (3/4, 2pbc) e Jesus Ustariz (2/4, con 1 hr) protagonisti specialmente nel sesto inning, dove le battute di Daniel Jimenez (doppio) e Gabriel Lino (scelta difesa) sono serviti a mandare a casa Angulo e Ustariz e a riportare la Spagna avanti dopo il pari belga (singolo di Dennis De Quint per punto a casa in risposta al vantaggio di Angulo nel 1°) avvenuto nel quarto inning. Il fuoricampo di Valerio porta la Spagna sul +3 nel settimo inning poi, dopo il 3-2 belga firmato De Quint, è il fuoricampo da primo in battuta di Ustariz a chiudere i discorsi.

 

LA SITUAZIONE

Quarti di finale: Italia-Croazia 8-5, Spagna-Belgio 5-2, Olanda-Gran Bretagna 7-5, Israele-Rep. Ceca 3-2.

Semifinali, venerdì ad Avigliana: ore 15, Olanda-Spagna (dir. Sky Sport); ore 20,30 Italia-Israele (dir. Sky Sport)

Relegation 9°-12° posto. i risultati di giovedi: Russia-Austria. Svezia-Germania 2-13 (7°). Sabato le finali di consolazione.

Relegation 13°-16 posto, il programma di venerdì: ore 10, a Settimo Torinese, Ucrania-Slovacchia, ore 10,30, a Torino, Francia-Grecia.

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteDa Eleonora Duse a Sarah Bernhardt nell’originale romanzo di Pierfranco Bruni del D’Annunzio di “Con le sue labbra le suggella le labbra spiranti”
Articolo successivoPensavo che la costituzione fosse…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui