Advertisement

LA MINISTRA PER LA FAMIGLIA E PARI OPPORTUNITÀ, ELENA BONETTI, LUNEDÌ 20 SETTEMBRE, INAUGURA LO “SPAZIO FAMIGLIE” DEL RIONE SANITA’, APERTO IN SENO AL PROGETTO P.I.T.E.R. NEL PLESSO SCOLASTICO DI VIA SANTA MARIA ANTESAECULA N. 52 DELL’I.S.I.S. “ISABELLA D’ESTE CARACCIOLO” DI NAPOLI

La ministra per la Famiglia e le Pari Opportunità, Elena Bonetti, accompagnata dal senatore Vincenzo Carbone,  lunedì 20 settembre, alle ore 14.30, sarà in visita al progetto P.I.T.E.R. nel Rione Sanità di Napoli, dove sarà accolta presso l’Istituto Statale di Istruzione Superiore “Isabella d’Este Caracciolo” in via Santa Maria Antesaecula n. 52.
Grazie alla collaborazione con M.C.L., la ministra Bonetti sarà coinvolta nell’inaugurazione dello “Spazio Famiglie”, realizzato nel Rione Sanità, in seno al progetto P.I.T.E.R. gestito dalla Cooperativa “San Francesco” s.c.s. e dal Consorzio “Luna” s.c.s., insieme ad importanti partner come l’I.S.I.S.“Isabella d’Este Caracciolo”.
Questa azione nasce dalle esigenze emerse nel corso delle attività educative e psicosociali del progetto ed ha come obiettivo quello di rafforzare un lavoro fatto dietro le quinte dalle figure professionali coinvolte nel progetto, in collaborazione con la rete dei servizi sociali territoriali.
In questo spazio saranno attivati diversi servizi quali: disbrigo pratiche, consulenza legale gratuita, mediazione familiare, mediazione interculturale e consulenza psicologica.
All’evento interverranno: la ministra per la Famiglia e le Pari Opportunità, Elena Bonetti, e la dirigente scolastica dell’Istituto Statale di Istruzione Superiore “Isabella d’Este Caracciolo”, Giovanna Scala, che presenterà le attività della scuola; la manager del progetto P.I.T.E.R., Simona Planu; il Referente dell’area minori della Cooperativa “San Francesco”, Paolo Ragusa; il Consulente Senior del Consorzio “Luna”, Giuseppe Precchia; il vice presidente della Commissione “Lavoro e Previdenza Sociale” del Senato, Vincenzo Carbone, e il vice presidente M.C.L. Nazionale, Michele Cutolo.
Seguirà la visita del ministro Bonetti alla mostra fotografica dal titolo “Il diritto al gioco e agli spazi protetti” (realizzata dal Laboratorio di fotografia del Progetto P.I.T.E.R. per accendere i riflettori sulla condizione ancora critica degli spazi pubblici della città di Napoli e sostenere il diritto al gioco e a un’infanzia felice), all’esposizione del materiale prodotto dai bambini e dai ragazzi del Rione Sanità nei vari laboratori del Progetto P.I.T.E.R. e all’esposizione degli abiti realizzati dagli studenti dell’istituto “Isabella D’Este Caracciolo”.
Verrà offerto un rinfresco a base di cocktail e pietanze partenopee, rivisitate in chiave moderna dalla ricerca enogastronomica dell’indirizzo alberghiero dell’istituto “Isabella d’Este Caracciolo”.
Il Progetto dei “Percorsi di Inclusione Territoriale ed Empowerment nel Rione Sanità” di Napoli (P.I.T.E.R.) – finanziato a valere sull’Asse IV “favorire l’inclusione sociale e la diffusione della legalità” – Azione 4.1.2. “percorsi di inclusione sociale e lavorativa per particolari categorie di soggetti a rischio devianza” del P.O.N. “Legalità” 2014/2020 – nasce da un’azione di co-progettazione messa in atto dalla Municipalità III^ del Comune di Napoli e dal Ministero dell’Interno. Fortemente voluto e incentivato dal territorio e dalla Prefettura di Napoli, il Progetto di natura prototipale gestito dalla Cooperativa “San Francesco” s.c.s. e dal Consorzio “Luna” s.c.s., si prefigge di avviare una modalità di intervento efficace e replicabile allo scopo di prevenire e/o riparare alla fuoriuscita dal sistema scolastico e formativo, incentivando percorsi civici di legalità sul territorio. Il progetto ha, inoltre, l’obiettivo di garantire l’inclusione sociale sostenendo le famiglie del popolare rione Sanità attraverso una rete stabile e coesa di stakeholder attivi sul territorio (istituzioni, scuole, parrocchie, centri educativi e sportivi, organizzazioni del terzo settore e altri soggetti privati del Rione Sanità).

Advertisement

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedentePer molti genitori sarà l’insegnante a stimolare la prima visita oculista,  soprattutto ora con la ripresa delle lezioni in presenza
Articolo successivoDati Ismea sul settore lattiero caseario in epoca Covid

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui