Advertisement

Napoli: al Vomero l’isola pedonale che non c’è!

Occorre installare i dissuasori a scomparsa

Advertisement

 

            ” Con ordinanza dirigenziale n. 211 del 4 aprile 2017, avente ad oggetto la regolamentazione della disciplina di accesso all’Area Pedonale Urbana (APU) di via Luca Giordano e nei tratti successivi, in esecuzione alla Delibera di G.C. n. 102 del 2 marzo2017, sono stati regolamentati gli accessi nell’area pedonale urbana di via Luca Giordano –  esordisce Gennaro Capodanno, ingegnere, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione Vomero -. Tale regolamentazione prevede i seguenti provvedimenti: “divieto di transito veicolare, con sbarramento dal lato di piazza degli Artisti, consentendo l’accesso, dal lato di via Consalvo Carelli, esclusivamente alle seguenti categorie: a) veicoli dei residenti, identificabili dalla esposizione dei documenti di circolazione, e dei possessori di posto auto fuori sede stradale, entrambi diretti agli accessi laterali sul tratto interessato; b) veicoli di servizio, delle Forze dell’Ordine, di soccorso, di emergenza e dell’Amministrazione comunale; c) veicoli degli Enti erogatori di servizi di pubblica utilità che devono effettuare interventi sul tratto interessato dal divieto; d) veicoli che trasportano persone diversamente abili, muniti del tesserino di cui al decreto Ministeriale – Ministero dei trasporti e Ministero dei lavori pubblici dell’8 giugno 1979, n. 1176, regolarmente rilasciato dalla competente autorità; e) altre eventuali eccezioni come il trasloco di suppellettili e simili, potranno essere autorizzate dal competente Comando di Polizia locale “.

 

                ” Nella stessa ordinanza – continua Capodanno – anche per i restanti tratti di via Luca Giordano, classificati come area pedonale urbana, fino alla confluenza con via Scarlatti, viene consentito l’accesso degli stessi veicoli prima indicati: “- con sbarramento lato Carelli ed accesso lato Pitloo, nel tratto compreso tra via Consalvo Carelli e via Pitloo; – con sbarramento lato Pitloo ed accesso lato Solimene, nel tratto compreso tra via Pitloo e Solimene; – con sbarramento lato Solimene ed accesso lato Scarlatti, nel tratto compreso tra via Solimene e via Scarlatti “.

 

                ” Successivamente al varo di tale provvedimento – puntualizza Capodanno – si è però verificata una situazione paradossale, un vero e proprio mistero sinora irrisolto. In pratica le fioriere, che erano state poste inizialmente agli sbarramenti d’accesso dei tratti pedonalizzati di via Luca Giordano, con particolare riguardo  a quello all’incrocio con le vie De Mura e Carelli, che impedivano l’ingresso degli autoveicoli, sono scomparse “.

 

                ” Di conseguenza – aggiunge Capodanno – gli autoveicoli, anche quelli non autorizzati dall’ordinanza succitata, possono entrare, transitare e anche sostare nei tratti pedonalizzati a tutte le ore del giorno, anche per l’assenza di qualsivoglia vigilanza. Peraltro tale situazione si verifica anche dinanzi a un plesso scolastico, frequentato da centinaia di bambini, posto all’interno dell’isola pedonale “.

 

                ” Questa situazione – sottolinea Capodanno – si verifica da tempo e, nonostante sia stata più volta segnalata e anche al centro di un servizio realizzato da “Striscia la notizia”, non è stata ancora risolta. Eppure la soluzione è semplice e a portata di mano. Basterebbe porre ai varchi dei tratti pedonalizzati, così come già avviene in tante altre realtà dove sono state istituite le isole pedonali, dei dissuasori a scomparsa, che avrebbero anche l’indubbio vantaggio di poter essere gestiti, a mezzo di telecomandi, per il transito, in caso d’emergenza, degli automezzi di soccorso o delle forze dell’ordine “.

 

 

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteIL CANCRO DELL’INDIFFERENZA SOCIALE !
Articolo successivoTurismo enogastronomico sì, ma quale?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui