Advertisement
Maeci

Il progetto “Fashion Bridges-I Ponti della Moda”, promosso dall’Ambasciata d’Italia in Sud Africa, con l’obiettivo di supportare la moda italiana e giovani designer a fianco di giovani talenti sudafricani, è stato presente all’inaugurazione della Milano Fashion Week, lo scorso 21 settembre.

Un’occasione che ha permesso il lancio delle collezioni dei giovani designer protagonisti di “Fashion Bridges – I Ponti della Moda”. Presenti, fra gli altri, il Presidente della Camera Nazionale della Moda, Carlo Capasa e l’Ambasciatrice Oriana Mannaioli Cuculi.

Advertisement

 

pretoria 1

 

Partner di “Fashion Bridges – I Ponti della Moda”, oltre all’Ambasciata d’Italia in Sud Africa, la prestigiosa scuola di moda Polimoda di Firenze e Camera Nazionale della Moda Italiana, con il diretto coinvolgimento di South African Fashion Week (SAFW), e il supporto di Agenzia ICE, Centro di Firenze per la Moda Italiana e Nelson Mandela Forum Firenze.

Quattro i temi ispiratori dei designer che hanno presentato le loro collezioni a Milano:  “Syrrogism” di Jaques Bam e Julian Cerro, “Mutual Threads” di Fikhile Sukulu e Ilaria Bellomo, “Within social sculpture“ di Sipho Mbuto e Alessia Dovero, “ The present human in an absent world” di Michael Peter Reid e Domenico Orefice.

Ogni capo presentato è frutto dello scambio culturale e professionale tra Italia e Sud Africa, in un viaggio innovativo e inclusivo tra i due paesi. I designer hanno saputo fondere straordinariamente la loro creatività, dando vita a opere uniche nel loro genere. Sarà possibile scoprire le collezioni dal vivo fino a lunedì 27 settembre.

 

pretoria 2

 

La coppia Michael Peter Reid e Domenico Orefice ha vinto il premio dei Buyers mentre a Sipho Mbuto e Alessia Dovero è stata riconosciuta una menzione speciale.

Le collezioni, inoltre, saranno presentate anche durante la South African Fashion Week, che si terrà a Johannesburg ad ottobre.

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteSud Sudan: Save the Children, da una recente ricerca emerge che a causa della fame i minori sono costretti a matrimoni precoci e spinti alla criminalità.
Articolo successivoRohingya: Save the Children, 164.000 bambini di Cox Bazar’s ritornano in classe

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui