Advertisement

Fino al 26 settembre: International Youth Forum Against Islamophobia online e in presenza
   

I giovani da tutta Europa in campo per i diritti e l’integrazione

Advertisement

A Roma Primo Forum internazionale e Manifesto contro l’islamofobia

 

  L’evento è promosso dalla Fondazione L’Albero della Vita insieme ai partner

del progetto YES – Youth Empowerment Support for Muslim communities

 

“Free to believe, free to think, free to be” – “Liberi di essere, Liberi di pensare, Liberi di credere”. Per contrastare pregiudizi e discriminazioni verso le persone di fede musulmana la Fondazione L’Albero della Vita, Associazione Le Reseau e Progetto Aisha promuovono il primo International Youth Forum Against Islamophobia” – “Forum internazionale dei giovani europei contro l’islamofobia” nell’ambito del progetto YES – Youth Empowerment Support for Muslim communities, co-finanziato dal programma Diritti, Uguaglianza e Cittadinanza della Commissione Europea e rivolto ai giovani affinché siano più consapevoli dei loro diritti e capaci di prevenire/denunciare atti di islamofobia, spesso commessi nei confronti di donne.

 

La Rete Europea Contro il Razzismo (ENAR) rileva infatti che le donne e le ragazze musulmane, in particolare se indossano simboli religiosi, sono vittime di una discriminazione multipla, sulla base del genere, della religione e della provenienza, che si traduce in aggressioni verbali in pubblico, hate speech sui social media ed esclusione sociale, con difficoltà di accesso al mercato del lavoro e a corsi di formazione. (https://www.enar-eu.org/IMG/pdf/forgottenwomenpublication_lr_final_with_latest_corrections.pdf). Per quanto riguarda l’Italia, secondo quanto rilevato da Vox Diritti, l’Islam è la seconda religione del paese e conta circa 2 milioni e mezzo di fedeli di cui oltre 1 milione con cittadinanza italiana: il 65% dei musulmani italiani dichiara di aver subito violenza, pregiudizi o discriminazione. (http://www.voxdiritti.it/wp-content/uploads//2020/11/islamofobia.jpg)

 

Il Forum, iniziato venerdì 24 andrà avanti fino a domenica 26 settembre, si terrà online e in presenza presso la sede dell’Unione delle Associazioni Regionali di Roma e del Lazio in Via Ulisse Aldrovandi 16. È possibile partecipare all’evento in presenza oppure seguirlo in diretta streaming su Facebook: https://www.facebook.com/Project.YES.Europe. I lavori del Forum si svolgeranno sia in inglese che in italiano e sarà disponibile un servizio di traduzione simultanea. A richiesta è previsto anche un servizio di babysitting.

 

L’evento sarà uno spazio e un’opportunità per i ragazzi di discutere e pensare concretamente come costruire una società più inclusiva e diversificata, libera da stereotipi e discriminazioni attraverso dibattiti, workshop, scambi di esperienze. L’obiettivo è quello di creare nuove connessioni tra le comunità in Europa e trasferire conoscenze per attivare i Master Equity Defenders, giovani italiani ed europei, musulmani e non, che possano dare informazioni e orientare sui diritti delle minoranze religiose e sull’importanza del reporting. Al termine del Forum sarà approvato un Manifesto dei giovani contro l’islamofobia.

 

Oltre a un variegato panel di relatori esperti della tematica e rappresentanti delle organizzazioni islamiche, al Forum saranno presenti rappresentanti della società civile e delle istituzioni italiane ed europee. Il programma completo è consultabile su: https://meet-project.alberodellavita.org/yes/  – https://www.facebook.com/Project.YES.Europe

 

L’evento ha ricevuto il patrocinio dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità solidale di Roma Capitale.

 

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteROMA VOTA RONCACCIA
Articolo successivoLaureato a Torino il più giovane ingegnere del Politecnico, soli 21 anni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui