Advertisement

ASSEMBLEA CITTADINA DEL SONDAGGIO DELIBERATIVO – TERAMO

 

Advertisement

 

Venerdì 10 dicembre, presso l’auditorium di S. Maria a Bitetto, si è tenuto un incontro pubblico per presentare le conclusioni del lavoro svolto dal Tavolo Tecnico, nell’ambito del Sondaggio deliberativo indetto dall’associazione Demos, sul tema della riqualificazione dell’area adiacente al teatro romano. L’evento era trasmesso anche in diretta facebook. Presente anche il Sindaco di Teramo che ringraziamo per la partecipazione.

Dopo una breve introduzione con la quale il Presidente di Demos ha ricordato l’importanza della democrazia partecipata e l’iter del sondaggio deliberativo, abbiamo illustrato il lavoro svolto e le proposte conclusive per una riqualificazione dell’area archeologica di S. Maria Bitetto. Il Tavolo ha posto a base del suo lavoro un metodo rigoroso che attraverso fasi di analisi, di interpretazione, elaborazione e studio dei dati ha fatto emergere gli elementi fondamentali da porre a base delle proposte progettuali; proposte declinate per l’area di S. Maria Bitetto, ma con una valenza assai più generale perché scaturite da un metodo rigoroso e dalla scelta di elementi progettuali di valore assoluto e generale, quali la storia e la memoria, la connessione tra passato e presente, la visione complessiva della città futura e l’uso dell’arte come potente elemento di riqualificazione ma anche di unificazione tra storia e contemporaneità.

Tutti elementi, questi, sui quali il Tavolo si è confrontato, nel corso dei lavori, con ospiti illustri operanti in un vasto panorama culturale: direttori d’orchestra, registi, critici d’arte, direttori di prestigiose riviste, archeologi, architetti, esperti di restauro urbano oltre che, naturalmente, i rappresentanti dei quartieri storici della città.

Il risultato di questo importante e complesso lavoro del Tavolo Tecnico, che ora Demos può offrire alla città, è un metodo che, se applicato, consentirà di operare in ogni parte di città in modo da salvaguardare, evidenziare e rendere contemporanei, tutti gli elementi che hanno fatto la storia di Teramo, trasformandoli, però, in elementi della contemporaneità.

Su questi temi si è svolto un interessante dibattito sia con i presenti in sala, sia via streaming. Particolarmente apprezzato ed importante l’intervento del Sindaco che ha colto l’importanza delle proposte del Tavolo affermando che la “riconnessione”, così come proposta dal Tavolo, potrà sicuramente essere posta a base degli interventi futuri che l’Amministrazione comunale andrà a realizzare sulla città.

Tutti gli interventi che hanno animato il dibattito toccando varie e diverse problematiche urbane, hanno comunque auspicato che si inizi da subito a seguire un metodo rigoroso e scientifico come quello proposto dal Tavolo Tecnico, per evitare che non abbiano a ripetersi gli scempi e le devastazioni urbane che la città ha dovuto subire nel passato.

 

Teramo, 11 dicembre 2021

Prof. Carlo Di Marco (Presidente Demos)

Arch. Maria Antonietta Adorante (Coordinatrice Tavolo Tecnico SDAA)

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteSICILIA – MALTEMPO – PONTI – TERRITORIO – E FORESTALI – IL SINALP E RETE SOCIALE ATTIVA DENUNCIANO L’IMPROROGABILITA’ DEGLI INTERVENTI
Articolo successivoAssago, torna il Mercato della Solidarietà della Fondazione Exodus di Don Antonio Mazzi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui