Advertisement

«Il nucleare e il gas sono nemici della transizione ecologica ed energetica sospinta dal Movimento 5 Stelle quale prima forza politica ambientalista». Lo afferma, in una nota, il deputato M5S Giuseppe d’Ippolito, che alla Camera siede in commissione Ambiente, il quale sottolinea: «Lo ha ribadito con minore durezza il presidente Giuseppe Conte. Peraltro, nell’estate scorsa avevamo presentato in Parlamento una mozione per escludere il gas e il nucleare dalla tassonomia Ue sulle fonti pulite. Il gas e il nucleare rappresentano un passato disastroso, non garantiscono l’indipendenza energetica dei Paesi dell’Unione europea e non ci aiutano ad evitare la lievitazione delle bollette di corrente e metano, come confermano i fatti. Oltretutto, i tempi di realizzazione delle centrali nucleari sono molto lunghi e ancora più dilatati sono quelli di applicazione concreta delle nuove tecnologie, fermo restando il grave problema delle scorie». «Chiediamo quindi al governo di rappresentare la nostra voce in Europa, anche per coerenza rispetto alla transizione avviata, volta a perseguire la piena tutela ambientale e l’autosufficienza energetica dei consumatori. Come Movimento 5 Stelle non faremo marcia indietro rispetto a questa nostra rivendicazione, che manterremo – assicura D’Ippolito – con toni accesi e senza alcuna rinuncia».

 

Advertisement

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteCOLLE, CECCANTI (PD): “AL GOVERNO SERVE UN PILASTRO. NESSUN PAESE FUNZIONA BENE CON PARTITI DEBOLI E ISTITUZIONI DEBOLI”
Articolo successivoAVVOCATURA E COVID-19 – INFO N° 350 –

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui