Advertisement

IL TRICOLORE QUALE FATTORE DI COESIONE PER RIPARTIRE DOPO LA PANDEMIA – EVENTO ON LINE PER TUTELARE L’ INCOLUMITÀ PUBBLICA STANTE IL CONSISTENTE NUMERO DEI CONTAGI

 

Advertisement

Celebrata dall’ ANIOMRID (Associazione nazionale Insigniti dell’ Ordine al Merito della Repubblica Italiana e Decorati) su piattaforma digitale, nel rispetto delle indicazione del Sindaco De Luca (che ha annullato gli eventi al chiuso stante l’ aumento consistente del numero dei contagi a Messina) , il 225° anniversario della Nascita della Bandiera Italiana. L’ evento è stato moderato dal consigliere nazionale Cav. Silvana Paratore che ha ricordato come la giornata del Tricolore sia importante sotto il profilo culturale e storico poiché la bandiera italiana è portatrice di valori, ha una valenza simbolica fortissima ed ha contribuito a definire la nostra identità nazionale.

Dopo i saluti del Presidente dell’ ANIOMRID  Uff. Dott. Francesco Frazzetta che ha ricordato come l’ Associazione si ispira agli ideali della Costituzione della Repubblica Italiana e che fare memoria delle vicende legate al Tricolore significa non perdere le radici, è intervenuto il prof. Antonio Arena docente di Diritto parlamentare e di diritto pubblico comparato nonché ricercatore in diritto costituzionale presso il dipartimento di Giurisprudenza dell’ università degli Studi di Messina. Il Tricolore ha sostenuto Arena rimanda all’ intreccio di continuo e discontinuo che caratterizza la storia delle istituzioni. Per un verso essa è indicativa della continuità della comunità politica al variare dell’ assetto costituzionale. Per altro verso il Tricolore rende simbolicamente il trapasso dalla monarchia alla repubblica e quindi si lega all’ affermazione di un ordine costituzionale profondamente diverso rispetto a quello prerepubblicano. Il significato del Tricolore è strettamente legato ai principi sui quali si fonda la Repubblica. Esso è simbolo dell’ Unità.

A seguire ha preso la parola il dott. Alberto Moscuzza  presidente dell’ Associazione storico culturale Lamba Doria che negli anni si è occupato dell’ importanza del decoro delle bandiere nazionali, che si è soffermato sulla legge 5 febbraio 1998 n. 22 e sul decreto del Presidente della Repubblica del 7 aprile 2000 n.. 121 affermando come malgrado i controlli degli enti preposti come le Prefetture, talune bandiere in alcuni enti pubblici sono logore e ancor peggio vengono esposte in modo non corretto.

L’ evento aperto a tutti ed al quale è stato possibile collegarsi mediante link reso pubblico, ha previsto un dibattito a cui sono intervenuti con brevi riflessioni i delegati nazionali Aniomrid, i partecipanti delle diverse città di Italia nonché ospiti della webinar che hanno espresso la speranza che celebrazioni come questa possano far riscoprire ogni volta la nostra storia per vivere in modo più critico e consapevole il presente. Presente tra gli altri, il corpo militare della
Croce Rossa militare nazionale , l’associazione Ideali di Giustizia e Verità A. P. S. ispirata ai magistrati Chinnici, Falcone e Borsellino con la sua presidente Carmen Privitera autrice dello scritto ” il tricolore nel cuore”.

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteNon è stato imposto alcun obbligo vaccinale.
Articolo successivoSIMIT – Caos tamponi, le indicazioni degli infettivologi per educare e consigliare la popolazione. Un viaggio nei test oggi disponibili

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui