Advertisement

Confindustria Lecce fa appello al Prefetto e alle Forze dell’Ordine per un maggiore controllo del territorio

 

Advertisement

Confindustria Lecce esprime solidarietà e vicinanza al presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Lorenzo Mello per l’ennesimo attacco subito dall’impresa Mello srl da parte di ignoti, stigmatizzando altresì ogni attività vandalico/criminale che ha colpito e sta colpendo diverse imprese ed esercizi commerciali non solo nella nostra provincia ma in tutta la regione.

 

“Non è possibile – afferma il presidente reggente di Confindustria Lecce Nicola Delle Donne – assistere inermi alla recrudescenza di atti violenti che puntano a destabilizzare un’economia sana e virtuosa, già impegnata nella delicata e quanto mai difficile battaglia contro il covid-19. Sono molto preoccupato e per questo, a nome mio personale e di tutti gli imprenditori associati, faccio appello al Prefetto, alle Forze dell’Ordine e alla Magistratura, affinché nel più breve tempo possibile individuino i responsabili, assicurandoli alla giustizia, e riacquisiscano il controllo del territorio a garanzia di uno sviluppo sereno e proattivo a vantaggio di tutti”.

 

Questi atti di violenza si stanno registrando in tutta la regione con una cadenza troppo ravvicinata per non destare apprensione tra gli operatori economici.

 

“Alti livelli di legalità e sicurezza – continua il reggente –  sono, infatti, come più volte ribadito da Confindustria Lecce, condizioni di contesto imprescindibili per dare alle imprese la necessaria spinta per crescere e svilupparsi e al territorio la capacità di attrarre nuovi investimenti. Siamo certi, pertanto, che le Forze dell’Ordine sapranno mettere in campo ogni iniziativa a tutela dei cittadini, delle imprese e del territorio”.

 

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteCorigliano-Rossano: tumori del seno, Sapia (Alternativa) plaude al programma screening dell’Asp di Cosenza, “necessario potenziare la Chirurgia oncologica e rimuovere le limitazioni decretate da Cotticelli”
Articolo successivoArte/ Sgarbi nominato al vertice del MAG, Museo dell’Alto Garda

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui