Advertisement

Sul progetto città unica Cosenza- Rende, anche l’Associazione Calabria Terra Libera Rende, intende dare il proprio contributo.

È arrivato il momento in cui bisogna dare concretezza a questo importantissimo progetto che non deve essere frutto di decisioni interne o prese nelle stanze politiche ma, soprattutto, riteniamo fondamentale che si coinvolgano le comunità e si ascoltino i cittadini, per verificare ed approfondire la fattibilità del progetto.

Advertisement

La nascita di una nuova città, in un momento storico come questo ed in una transizione ecologica, ci porta ad uscire dal vecchio modello quantitativo ed entrare in quello qualitativo tenendo insieme la complessa rete di realtà che solo un ambizioso progetto di mobilità può garantire.

Bisogna avere la forza di fare scelte coraggiose, lungimiranti ed anche ambiziose, ma fondate!!!!

Purtroppo tutto ciò, ad oggi, è solo slogan di campagne elettorali, mai poi concretizzate dalle diverse classi di amministrazione.

Bisogna avere una visione unitaria, proiettata al futuro, capace di dare respiro, slancio ed iniziative urbane migliorando la qualità dei servizi.

La città oggi ci richiede meno traffico, spostamenti meno inquinanti, meno costruito e più verde, meno chiusura sociale e più apertura relazionale, più cultura, più attenzione ai valori e servizi.

Tutto questo all’interno di un unico PSC di alto profilo e di servizi condivisi che ci auguriamo trovi la convergenza nelle due Amministrazioni.

Resteremo a vigilare che questo progetto decolli, anche in tempi brevi. Siamo disponibili ad un confronto ed a collaborare con le nostre idee e le nostre proposte, anche perchè in uno dell’associazione “ Io Partecipiamo”,  abbiamo collaborato ai pronunciamenti sulla nascita della città unica da parte del precedente Consiglio ed Amministrazione di Cosenza.

Avv. Marco Provenzano

Presidente

Associazione Calabria Terra Libera Rende

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteAlluvione del 2018 in Sicilia, Foti: “Si sbloccano i ristori per gli imprenditori agricoli colpiti”
Articolo successivoNASCE LA RETE REGIONALE ANTIVIOLENZA ZEROMOLESTIE CON SINALP SICILIA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui