Advertisement

NEL TEMPO E FUORI DAL TEMPO

L’ANIMA DEI SECOLI D’ORO

Advertisement

 

Prosegue l’iniziativa promossa dal Teatro de’ Servi in collaborazione con La Cometa dell’Arte. Lunedì 24 gennaio alle ore 18.30  quarto appuntamento alla scoperta delle massime espressioni dell’Arte e del Pensiero, dal Medioevo ai giorni nostri senza dimenticare la lirica, il cinema e le incognite della globalizzazione.

IL TRECENTO

E LE DISTRUZIONI CREATRICI

a cura di Amedeo Feniello, storico del Medioevo, docente di Storia Medievale presso il Dipartimento di Scienze Umane dell’Università degli Studi dell’Aquila, visiting professor presso l’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi, ha insegnato storia del Mediterraneo nel Medioevo presso la Northwetern University di Evanston, Chicago.

Dopo il successo della conferenza “La luce dei secoli bui”, il prof Amedeo Feniello ritorna proponendo uno dei suoi cavalli di battaglia: il Trecento. Un secolo segnato da pandemie e guerre ma che nel basso medioevo ha sviluppato una ricca cultura artistica, filosofica e teologica molto elaborata: si pensi alle cattedrali, all’arte di Giotto, al romanico, al gotico, in un’ottica di innovazione e mutamento che preluderà ad uno splendido Rinascimento.

In allegato, comunicato stampa con cortese richiesta di diffusione e foto.

Resto a disposizione per qualsiasi informazione.

Cordiali Saluti

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteJESOLO CANDIDATA “CITTÀ EUROPEA DELLO SPORT 2025”
Articolo successivoTrianon Viviani, “Strativari” rinviato a giugno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui