Advertisement

Milano Restaurant Week, torna da lunedì 2 a domenica 8 maggio dopo il successo della prima edizione, un’occasione imperdibile per scoprire la ricca offerta culinaria della città grazie a speciali menù degustazione

 

Advertisement

Da lunedì 2 a domenica 8 maggio  torna la Milano Restaurant Week, un’iniziativa  promossa dal Comune di Milano e Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi attraverso Milano&Partners con Confcommercio Milano e Nexi,  volta alla ripartenza del turismo  e dedicata al dinamico e multiforme mondo della ristorazione milanese, che da sempre contraddistingue la capitale lombarda. È possibile prenotare attraverso la piattaforma YesMilano: restaurants.yesmilano.it.

Grazie alla scoperta delle specificità culinarie proposte, a partire dalla cucina tradizionale regionale, fino all’eccellenza meneghina, alla cucina fusion asiatica, a quella sudafricana e caraibica, l’esperienza del cibo diventa il veicolo attraverso cui scoprire il cuore dei quartieri più distintivi di Milano.

L’itinerario della Milano Restaurant Week si snoda capillarmente coinvolgendo tutte le zone della città: a partire dal centro, a pochi passi dal Duomo,  arrivando fino a all’elegante distretto di Brera e a Porta Venezia, meta imperdibile della comunità LGBTQIA+. Sarà possibile scoprire l’offerta gastronomica di zone come Ticinese i Navigli, famose per la vivace vita notturna; e ancora via Tortona, cuore della Design Week, e via Savona, la Milano industriale degli inizi del Novecento. A questi si aggiungono i quartieri dell’innovazione Porta Nuova e le effervescenti Isola e Porta Romana. Per arrivare fino a Paolo Sarpi, la Chinatown milanese. La manifestazione comprende anche aree meno centrali come Chiesa Rossa e Gratosoglio.

È la prima volta che partecipiamo alla Milano Restaurant Week, mi sembra un’iniziativa molto interessante” afferma Aster SagaiResponsabile del ristorante Warsà È un’occasione per far conoscere la cultura eritrea ed etiope attraverso la tradizione culinaria del nostro paese, raccontando anche come la nostra offerta gastronomica possa essere salutare con opzioni vegetariane e vegane”.

“Siamo felici di partecipare a quest’iniziativa dedicata all’offerta culinaria d’eccellenza a Milano” dichiara Silvia OraziTitolare del ristorante 28 Posti. “Proporremo un menù degustazione in stile 28 Posti, attento alla filiera, alle buone pratiche antispreco”.

 Aggiungendo un ulteriore tassello alla prima edizione – che si poneva come un segnale importante per la ripresa del settore – quest’anno la Milano Restaurant Week intende sottolineare una visione equa e rispettosa dell’ambiente affinché sia possibile una corretta evoluzione del rapporto tra il cibo e la città.

“La ristorazione è un settore di grande rilevanza, rappresenta un’eccellenza per innovazione, varietà e creatività,”, dichiara Alessia Cappello, Assessora allo Sviluppo Economico e Politiche del Lavoro del Comune di Milano. “Siamo lieti di poter offrire ai milanesi e ai turisti la possibilità di scoprire la città da una diversa prospettiva, avvalorandone la multiforme cultura gastronomica e appoggiando una politica alimentare virtuosa”.

Tra gli obiettivi del progetto, infatti, c’è la volontà di accendere l’attenzione sulla rilevanza della Food Policy, la politica alimentare portata avanti dal Comune di Milano e orientata a rendere più sostenibile il sistema. Tra le buone pratiche promosse rientrano l’uso di prodotti a km 0 provenienti dalla filiera corta dell’area metropolitana, l’incentivo alla doggy bag e la proposta di menù vegetariani e vegani.

L’attrattività è fondamentale per un territorio come il nostro che vive di servizi, di turismo leisure e business”, spiega Marco Barbieri, Segretario Generale di Confcommercio Milano Lodi Monza e Brianza.  “E’ importante che Milano torni a ripopolarsi. Oggi 630mila lavoratori hanno ripreso a essere presenti fisicamente sul posto di lavoro e a far rivivere negozi, bar, ristoranti e zone della città abbandonate per lungo tempo a causa delle restrizioni dovute alla pandemia. La Milano Restaurant Week, che valorizza le imprese della ristorazione, è un nuovo passo verso la normalità e verso la ripartenza.

Di fronte ai segnali positivi di ripresa  dei settori della ristorazione e dell’accoglienza che stiamo registrando in questo ultimo periodo, siamo convinti sia ancora più importante l’impegno delle istituzioni  per rafforzare e dare impulso alla ripartenza, a fianco e in sinergia con il sistema delle associazioni e delle imprese. Per questo come Camera di commercio siamo coinvolti in prima linea nella Milano Restaurant Week, iniziativa che già l’anno scorso ha saputo raccontare  Milano, facendo scoprire ed apprezzare l’offerta, dinamica, internazionale, multietnica, di elevata qualità, dei suoi ristoranti, e che quest’anno vogliamo arricchire con i valori della sostenibilità, del rispetto dell’ambiente,  e della filiera corta applicati al tema del cibo” – ha dichiarato Elena Vasco, Segretario Generale della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi.

Grazie alla pratica piattaforma Milano Restaurant Week sarà possibile prenotare  – in base al quartiere e alla tipologia di cucina – un’esperienza culinaria unica a un prezzo speciale con menù degustazione proposti a prezzo fisso €20 – €40 – €60 – €80+.

 

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteAntibiotico-resistenza, Bassetti: ‘nuova pandemia’ già tra noi Italia 1 paziente su 10 in ospedale rischia infezione da batteri resistenti
Articolo successivoLeoni (Ordine Venezia): professione medica va nobilitata

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui