Advertisement

Fondazione Palazzo Te

presenta

Advertisement

 

Il gusto per le cose:

Il design di oggetti tra Mantova e le corti europee del Rinascimento

 

Convegno internazionale di studi

a cura di Barbara Furlotti e Guido Rebecchini

 

Venerdì 6 maggio 2022, dalle 10.30 alle 16.00

Webinar streaming

Per ricevere il link e seguire i lavori registrarsi all’indirizzo https://bit.ly/3s53C7Y

 

 

Mantova, 4 maggio 2022. Venerdì 6 maggio 2022, dalle ore 10.30 alle 16.00, si terrà in streaming il convegno internazionale di studi Il gusto per le cose: il design di oggetti tra Mantova e le corti europee del Rinascimentoa cura di Barbara Furlottie Guido Rebecchini.

 

Durante il webinar gratuito – previa iscrizione al link https://bit.ly/3s53C7Y – studiose e studiosi italiani e stranieri presenteranno brevi interventi sui temi-guida della mostra Giulio Romano: la forza delle cose, in programma a Palazzo Te nella stagione autunnale. Alcuni interventi indagheranno i processi di creazione degli oggetti di lusso prodotti per le corti rinascimentali – dai fantasiosi pezzi di argenteria per la tavola di importanti case regnanti, come i Gonzaga e i Medici, alle spettacolari armi cesellate da sfoggiare in occasioni di tornei e parate; altri si concentreranno sull’influenza esercitata dalle opere d’arte antica sul design cinquecentesco; altri ancora allargheranno lo sguardo dall’Italia all’Europa, soprattutto alla Francia e al Nord Europa.

 

La giornata di studi si aprirà alle 10.30 con l’introduzione di Stefano Baia Curioni, direttore della Fondazione Palazzo Te. Proseguirà alle 10.40 con la sessione del mattino, moderata da Guido Rebecchini, nella quale interverranno Barbara Furlotti (The Courtauld, Londra) sul tema delle cose della corte tra splendore e oculatezza e Jasmine Clark (The Courtauld, Londra) con un contributo sull’influenza dell’arte antica sui disegni per oggetti di Giulio Romano (l’intervento sarà in inglese). Seguirà, alle ore 11.20, la discussione.

I lavori continueranno alle ore 11:40 con gli interventi di Marco Merlo (Museo delle Armi Luigi Marzoli, Brescia) che parlerà di armaioli, orafi, disegnatori e le affinità tecniche e circolazione di modelli nella produzione di armi di lusso; e di Stefano L’Occaso (Palazzo Ducale, Mantova), che si occuperà di Filippo Orsoni e dell’eredità di Giulio Romano nel design di armi e armature cinquecentesche. Seguirà, alle ore 12.20, la discussione.

 

La sessione pomeridiana, moderata da Barbara Furlotti, inizierà alle ore 14:00 e prevede i contributi di Guido Rebecchini (The Courtauld, Londra) sui disegni d Giulio Romano per l’argenteria da tavola; Antonio Geremicca (Université de Liège, Liegi) sul pittore Francesco Salviati come designer di oggetti; Ketty Gottardo (The Courtauld, Londra) sul design per arazzi alla corte di Francia; e Adriana Concin (The Victoria and Albert Museum, Londra) sulla fortuna di Giulio Romano nel nord Europa e il ruolo di Jacopo e Ottavio Strada (l’intervento sarà in inglese).

Il webinar si concluderà con la discussione finale alle ore 15:40.

 

Inserito nel public program della stagione espositiva di Palazzo Te 2022 Mantova: l’Arte di vivere, il convegno internazionale di studi Il gusto per le cose: il design di oggetti tra Mantova e le corti europee del Rinascimento è organizzato da Fondazione Palazzo Te, promosso dal Comune di Mantovae dal Museo di Palazzo Te, con il contributo di Fondazione Banca Agricola Mantovana e PIC, in sinergia con Mantova città d’arte e di cultura.

 

www.palazzote.it

 

PROGRAMMA

 

10:30 introduzione Stefano Baia Curioni

 

Chair: Guido Rebecchini

10:40 Barbara Furlotti (The Courtauld, Londra), Le cose della corte tra splendore e oculatezza

11:00 Jasmine Clark (The Courtauld, Londra), The influence of antiquity in the design of Cinquecento silverware

11:20 Discussione

 

11:40 Marco Merlo (Museo delle Armi Luigi Marzoli, Brescia), Armaioli, orafi e disegnatori: affinità tecniche e circolazione di modelli nella produzione di armi di lusso

12:00 Stefano L’Occaso (Palazzo Ducale, Mantova), Filippo Orsoni, armi e armature: l’eredità di Giulio Romano messa a sistema

12:20 Discussione

 

Pausa

 

Chair: Barbara Furlotti

14:00 Guido Rebecchini (The Courtauld, Londra), Animare la tavola. Giulio Romano e le invenzioni per gli argenti dei Gonzaga

14:20 Antonio Geremicca (Université de Liège, Liegi), Francesco Salviati oltre la pittura. Vasi, e non solo, in «diverse maniere»

14:40 Discussione

 

15:00 Ketty Gottardo (The Courtauld, Londra), Gli arazzi Valois e la serie di disegni di Antoine Caron

15:20 Adriana Concin (The Victoria and Albert Museum, Londra), Jacopo and Ottavio Strada and the fortune of Giulio Romano’s designs in the Holy Roman Empire

15:40 Discussione

 

 

 

Immagine: Palazzo Te, Stanza di Amore e Psiche

 

 

 

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteParco mondiale dello Stile di Vita Mediterraneo, presentazione del Polo di Palermo sabato 7 maggio
Articolo successivoGoStudent Italia compie un anno e guarda al futuro: «Continueremo ad investire nel Bel Paese e assumere talenti»

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui