Advertisement

Viaggiare rimanendo fermi, attraversare Paesi, sfiorare luoghi incantati, cavalcare gli oceani e conoscere culture senza allontanarsi da casa: questa è, da sempre, una delle tante meravigliose connotazioni della musica, quella che, la spumeggiante e talentuosissima cantautrice milanese Sara J Jones, ha scelto di abbracciare in “Lloret De Mar”, il suo nuovo singolo disponibile in radio ed in tutti i digital store.

Reduce dalla scrosciante ondata di attestati di stima che l’ha consacrata al mercato musicale italiano con l’energia di “Waterproof” e la pittoresca “Seduta di Spalle”, la poliedrica artista dalla vocalità intensa e ricca di splendide cromie, torna per colorare l’estate con grinta e sensualità, presentando un pezzo capace di fondere e coniugare la fantasia alla realtà, l’amore al desiderio e la frizzantezza del periodo più caldo dell’anno alla serena quiete interiore che non conosce stagioni.

Advertisement

Ritmo ipnotico e melodia mediterranea dalle lucenti e dinamiche venature latine, accompagnano l’ascoltatore in un viaggio sensoriale che supera e attraversa i confini geografici, dando vita ad un’esplosione di suoni che si innesca e detona nell’anima per riaccenderla di libertà, dopo un anno frenetico, impiegato ad adempiere alle proprie responsabilità, personali e lavorative, avvolgendola con la fiamma della passione e della leggerezza.

La leggerezza di un amore fugace, consumato nel cuore di una delle più suggestive città esotiche della Costa Brava e dell’intera penisola iberica, in grado di risvegliare impulsi ancestrali e fantasie inespresse, la follia di una notte capace di corroborare ambo le parti di un irresistibile impeto, senza pensare al domani, ma assaporando l’istante presente.

Un’assennatezza decisa dall’istinto ma anche dalla mente e, per questo, in qualche modo, avveduta e consapevole, conscia, nella sua travolgente irrazionalità, di poter ardere per un tempo limitato – «l’estate è troppo corta, passa come un’onda» -, ma non per questo immeritevole di bruciare fino ad esaurirsi, simultaneamente all’indesiderato fine vacanze – «il numero del gate l’ho scritto sulla sabbia» -.

Scritto a quattro mani da Sara J Jones e Marco Conte e prodotto dall’immancabile tocco incantato di Andrea Cattaldo del Phaser Stduios di Seveso (MB), “Lloret De Mar”, accompagnato dal videoclip ufficiale – in uscita nei prossimi giorni -, girato in Liguria sotto l’attenta direzione di Simone Baglietto e Lorenzo Vicino di Finale Film e impreziosito dagli iconici scatti della camera di Carlo Gesso, è la vivida istantanea, il riflesso nitido e cangiante della personalità solare e del carisma effervescente della cantautrice meneghina che, release dopo release, evidenzia la levatura e la caratura della sua vocalità, avvolgendo di emozione e brio testi in grado di raccontare la straordinaria quotidianità che ciascuno di noi può condurre, liberandosi da schemi e preconcetti per sprigionare e assecondare la propria autenticità.

Advertisement
Articolo precedente“Nomade” è l’attesissimo ritorno di Grid
Articolo successivoPA Digitale e PNRR. Aidr: l’evento di IGF e INPS per tracciare il futuro dei servizi al cittadino

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui