Advertisement

La mia attenzione sul porto di Schiavonea resta molto alta e la promessa di dare delle risposte e dei servizi ai pescatori della storica marineria coriglianese resta sempre prioritaria nella mia agenda politica. Proprio ieri c’è stato un incontro all’Autorità Portuale di Gioia Tauro. Innanzitutto ringrazio il Presidente, l’Ammiraglio Andrea Agostinelli, e il suo qualificato staff composto dall’ingegnere Carmela De Maria, il dott. Pasquale Faraone e il segretario generale dottor Pietro Preziosi.

Nel corso del colloquio abbiamo affrontato, in primis, la questione del sistema di alaggio e varo. Il lavoro, per offrire questo servizio che la marineria chiede da trent’anni e che gli è stato sempre negato, continua alacremente e si stanno risolvendo le ultime lungaggini burocratiche che stanno impedendo l’incameramento dei capannoni e dell’impianto. Intanto sono allo studio altre soluzioni per accelerare eventuali gare, seguendo le procedure previste dalla legge, per affidare il servizio che permetterà ai pescherecci di essere tirati a secco per la manutenzione annuale nella struttura portuale di Corigliano-Rossano senza dover andare lontano come, invece, oggi accade. Una anomalia, non più tollerabile, che porta anche ulteriori costi non previsti ai pescatori e che, in periodi di crisi come questo, risultano particolarmente gravosi.

Advertisement

Novità anche per quanto riguarda l’adeguamento tecnico-funzionale del Porto che prevede la costruzione della banchina crocieristica. Dopo un primo parere con riserva emesso dal Consiglio superiore dei lavori pubblici, è stata preparata della documentazione integrativa che sarà presentata e che riguarda il piano regolatore. La nuova documentazione redatta dimostrerà che l’area e la conformazione attuale della struttura costituiscono l’attuale piano regolatore vigente e che, quindi, l’adeguamento tecnico-funzionale programmato è possibile e legittimo.

Ho ricevuto ulteriori aggiornamenti, sempre a seguito delle mie richieste, anche su un’altra questione che sto seguendo: quella di dotare le banchine in uso ai pescatori dei servizi idrico ed elettrico. Il sistema per erogare acqua e luce è ormai pronto e la prossima settimana verrà collaudato dall’impresa danese preposta. È stato necessario ulteriore tempo perché dalle verifiche è emerso che nell’impianto arrivava poca acqua e quindi sono stati costruiti serbatoi, cisterne e stazioni di pompaggio per garantire l’erogazione continua del servizio. Dopo le verifiche e il collaudo verrà redato un regolamento di utilizzo e sarà tutto automatizzato attraverso delle schede ricaricabili che permetteranno ai pescatori di usufruire in autonomia i servizi. Questi lavori hanno richiesto più tempo e ulteriori costi ma ormai ci siamo. Nei prossimi giorni ci sentiremo nuovamente con l’Ammiraglio Agostinelli e la sua squadra. Parimenti incontrerò i pescatori per comunicare loro questi aggiornamenti. Prima di concludere questo mandato è mia intenzione lasciare alla storica marineria ausonica i servizi che meritano affinché possano svolgere il loro lavoro in sicurezza e nella maniera  e dignitosa possibile.

 

Corigliano-Rossano, 26 Maggio 2022

 

Sen.ce Rosa Silvana Abate

Senato Gruppo Alternativa – CAL

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteAGRICOLTURA, ABATE (CAL): PATUANELLI LIBERI IL MINISTERO DAI PROCI E ASCOLTI I LAVORATORI DI TERRA E MARE
Articolo successivoGiornata Mondiale del Genitore: come fare la mamma e il papà con più piacere e meno stress.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui