Advertisement

Discriminazione e violenza: a Milano nasce IRIS,

il primo sportello dedicato alla comunità LGBTQI+

Advertisement

Iniziativa a cura di Fondazione Somaschi e Fondazione LILA Milano,

realizzata con il sostegno dell’UNAR

Violenza e discriminazione sono fenomeni trasversali, che possono verificarsi nell’ambito di qualsiasi relazione intima o contesto di vita (lavorativo, scolastico, sociale) coinvolgendo anche persone appartenenti a generi e orientamenti sessuali diversi. Far emergere soprusi in questi casi, però, è ancora più difficile: spesso il senso di solitudine e di vergogna è molto forte e le persone coinvolte non sanno a chi rivolgersi per chiedere aiuto.

 

Per questo a Milano, dall’impegno di Fondazione Somaschi e Fondazione LILA (Lega Italiana per la Lotta contro l’Aids), e grazie al sostegno dell’UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali), è nato IRIS, il primo sportello contro le discriminazioni e la violenza LGBTQI+.

 

IRIS è un luogo protetto che mette a sistema diverse competenze maturate in anni di esperienza dalle due organizzazioni. Fondazione Somaschi, infatti, fa parte della Rete Antiviolenza del Comune di Milano e gestisce già 12 presidi di aiuto per le vittime di maltrattamento domestico in città e nell’hinterland; LILA è da sempre attiva nella tutela dei diritti umani e civili, soprattutto il diritto alla salute, delle persone con HIV e, più in generale, delle popolazioni più vulnerabili al rischio di contrarre l’infezione.

 

Lo sportello IRIS mette a disposizione un’équipe multidisciplinare in grado di offrire percorsi individualizzati con diverse tipologie di servizi: dall’assistenza psicologica alla consulenza legale, dall’accompagnamento sanitario all’orientamento lavorativo e abitativo. Nelle situazioni di maggiore emergenza offre inoltre la possibilità di rifugio immediato in una casa di accoglienza.

 

“Di per sé non occorrerebbe uno spazio differente rispetto agli altri centri antiviolenza – afferma Chiara Sainaghi, responsabile dei centri antiviolenza di Fondazione Somaschi – ma alcuni episodi che ci hanno confidato persone omosessuali e transgender a cui è stata negata la possibilità di un colloquio ci hanno spinto a intraprendere questa strada. Con IRIS vogliamo che risulti chiaro anche a tutti i membri della comunità LGBTQI+ che c’è un luogo a cui si possono rivolgere in totale sicurezza, senza alcuna titubanza.”

 

“Lo spazio di ascolto e di consulenza, da sempre attivo in LILA Milano è nato come luogo di supporto per le persone HIV positive e con AIDS si è strutturato e ampliato nel tempo proponendo azioni di consulenza rivolte alle persone LGBTQI+ – afferma Domenico Savarino di Fondazione LILA – In questi casi, infatti, le persone sono frequentemente vittime di una doppia discriminazione, quella legata allo stato di salute e quella riconducibile al proprio orientamento sessuale: con IRIS vogliamo creare un luogo sicuro e accogliente, dove sia possibile trovare supporto psicologico, legale e lavorativo.

 

Lo sportello IRIS ha due sedi: piazza XXV Aprile 2, presso Fondazione Somaschi (apertura: mercoledì 9-13 e venerdì 14-18 | 338 7253948 sportelloiris@fondazionesomaschi.it) e in via Carlo Maderno 4, presso Fondazione LILA (apertura lunedì e venerdì 9-13, martedì 14-18 | 02 89400887 sportelloiris@lilamilano.it). L’accesso è libero o su appuntamento. Per chi lo desidera, sono sempre disponibili anche incontri online. Inoltre tutti i giorni, ventiquattr’ore su ventiquattro, è attivo il numero 329 5870862.

 

 

FONDAZIONE SOMASCHI ONLUS, insieme ad altre realtà del Terzo Settore, fa parte della Rete Antiviolenza del Comune di Milano. Nel capoluogo lombardo e nell’hinterland gestisce complessivamente 12 presidi di aiuto, tra sedi centrali e sportelli decentrati, punti di riferimento per gli ambiti territoriali Adda Martesana, Rho e Garbagnatese, Sud-Est e Paullese, Visconteo, Sud Milano e Corsichese.

Solo nel 2021 queste strutture hanno accolto 640 richieste d’aiuto da parte di donne che subiscono violenza all’interno delle relazioni intime: violenza fisica, psicologica, economica, sessuale, stalking compiuta soprattutto da mariti, conviventi, compagni oppure ex coniugi/partner. Fondazione Somaschi gestisce inoltre 7 case protette dove garantisce un rifugio sicuro alle donne maltrattate, sole e con figli. fondazionesomaschi.it

 

Fondazione LILA Milano è la sede milanese di una delle più importanti organizzazioni italiane impegnate da oltre 30 anni nella prevenzione dell’infezione da HIV e nella promozione della salute e dei diritti di tutte le persone HIV positive. Solo nel 2021 la LILA Milano ha preso in carico oltre 100 utenti offrendo consulenze specialistiche nell’ambito socio-assistenziale, di orientamento lavorativo, legale, medico e psicologico.  Gestisce attraverso la linea telefonica più di 2000 richieste d’aiuto l’anno ed effettua periodiche e continuative attività di testing per la prevenzione delle IST presso la propria sede, strutture detentive, centri di accoglienza e piazze pubbliche. lilamilano.it

 

 

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteSudafrica: Save the Children, alluvioni e piogge torrenziali colpiscono il KwaZulu-Natal per la seconda volta in due mesi
Articolo successivoConcorsi P.A., Petillo (Ugl):”Urge un radicale cambio di passo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui