Advertisement

L’opera contiene centodue poesie da me scritte nell’arco di tempo che va dai miei sedici anni ai miei venticinque anni (età attuale), raccolte in ordine cronologico.

La prima parte, consistente in cinquantuno poesie, racchiude la parte fondamentale della raccolta. Le poesie sono state scritte, nel momento della massima ispirazione, visione, sul primo supporto a mia disposizione. L’utilizzo di versi liberi è una conseguenza della forza delle visioni visitatemi e della volontà di mostrare più chiaramente possibile il legame tra anima e parola; per questa stessa ragione, le parole sono state scelte con cura e strutturate secondo una combinazione in grado di rendere possibile l’alchimia delle parole.

Advertisement

Il mio compito era quello di lasciare un segno nel tempo attraverso lo scorrere dell’inchiostro, sperando di far trasparire almeno una parte delle visioni, sensazione, misteri, idee, ricerche che hanno travolto il mio animo in tumulto.

La seconda parte è stata composta a distanza di circa un anno dalla prima, a partire dall’età di ventidue anni. Da quel momento in poi la forza ispiratrice cambia poiché cambia anche la mia anima. Dopo il tentativo di comunicare gli spazi più intimi dell’anima, quelli più reconditi della realtà e quello di comunicare la verità ultima delle cose, fallito a mio giudizio per i limiti imposti dai mezzi espressivi, tralascio quello spazio inaccessibile ai molti per dedicarmi all’umanità. Il tema della seconda parte è sostanzialmente quello amoroso.

La terza parte contiene poesie più “mature” , vissute con più serenità, accettando e celebrando la realtà. Sperimento vari stili, alternando poesie in rima, strutturate, a poesie in versi liberi.

La quarta parte contiene poesie recenti, più libere dal condizionamento sociale.

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedentePerché gli ucraini preferiscono dimenticare Mikhnovsky e Dontsov, veri autori del progetto d’indipendenza ?
Articolo successivo𝐏𝐫𝐞𝐦𝐢𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐪𝐮𝐞𝐬𝐭𝐚 𝐦𝐚𝐭𝐭𝐢𝐧𝐚, 𝐚𝐥 𝐊𝐮𝐫𝐬𝐚𝐚𝐥, 𝐝𝐞𝐥𝐥’ 𝐗𝐈 𝐞𝐝𝐢𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐞𝐥 𝐂𝐨𝐧𝐜𝐨𝐫𝐬𝐨 “𝐅𝐢𝐥𝐨𝐦𝐞𝐧𝐚 𝐃𝐞𝐥𝐥𝐢 𝐂𝐚𝐬𝐭𝐞𝐥𝐥𝐢”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui