Advertisement

La cultura non conosce confini, non conosce diversità , la cultura è strumento di dialgo anche in guerra. Mi viene in mente Giorgio La Pira che descrive l’Annuciazione del Beato Angelico e Gagarin (di cui presto si celebreranno i 90 della nascita) . Due personaggi che meritano la nostra attenzione . Per questo propongo due cose semplici :

Una foto di archivio di Giorgio La Pira. ARCHIVIO ANSA
  1. a) in ogni Comune di Milano  promuova incontri sulla figura di Giorgio La Pira , un grande Sindaco, un personaggio gigante della storia del cattolicesimo democratico che non ebbe timore, come San Francesco, di parlare con quelli che allora erano “i nemici”.

 

Advertisement
  1. b) che la Città di Milano si adoperi per preparare nel bellissimo Museo della Scienza e della Tecnica eventi legati al Gagarin , magari anche con un bel busto da inaugurasi in occasione della giornata dello spazio il prossimo 12 Aprile.

 

Due momenti per dire si alla cultura del dialogo

 

Marco Baratto

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteAl via a Venezia la seconda edizione dal 19 Giugno al 28 Luglio 2022
Articolo successivoANNIKA Invitational Europe 2022: trionfa Francesca Fiorellini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui