Advertisement

Quinto posto per Carri e ripescaggio per Liuzzi e Piliero. Domani anche Caso e Mini

Roma, 17 giugno 2022 – Quinta giornata ai Campionati Europei U17 di Bucarest, conclusa con le eliminatorie delle prime categorie di peso dello stile libero e con la finale per il bronzo di Emma Carri.

Emma, nei 69 kg, ha affrontato la giovane lottatrice greca Nikoleta Barmpa, contro la quale ha purtroppo perso e si è dunque piazzata in un ottimo quinto posto continentale.

Advertisement

Oggi ha esordito anche lo stile libero con Pasquale Liuzzi, Daniele Gubbiotti e Martino Piliero. Pasquale Liuzzi, nei 55 kg, ha vinto agli ottavi ai danni del macedone Mehmet Usinov ma è poi stato sconfitto dal finalista azero Jamal Abbasov. Ripescato, dunque, domani cercherà l’accesso alla finale per il bronzo. Come lui, anche Martino Piliero che, nei 110 kg, è stato battuto da un altro finalista, il turco Temel, e domani sfiderà il tedesco Golling.

Eliminato, invece, Daniele Gubbiotti nei 65 kg, sconfitto dal moldavo Serghei Cilcic.

Domani sarà il turno delle eliminatorie, le ultime del torneo, anche per Matteo Mini nei 60 kg e Raul Caso nei 71 kg.

Clicca qui per visualizzare i risultati dettagliati e per vedere la diretta streaming.

Europei Giovanili: 9 finali conquistate dagli azzurrini nella prima giornata

Roma, 17 giugno 2022 – Conclusa la prima giornata dei Campionati Europei Giovanili di Karate, in scena a Praga fino a domenica 19 giugno. Oggi in gara il kata individuale e a squadre per tutte le classi d’età e i Cadetti del kumite, impegnati nelle qualificazioni per le finali di domenica.

Straordinaria la partenza degli azzurrini che ha conquistato ben 6 finali nel kata, di cui 3 per l’oro e 3 per il bronzo, e 3 per il bronzo nel kumite con i cadetti.

Quattro finali vengono dal kata individuale: tra gli U21, Alessio Ghinami è andato a conquistarsi la finale per l’oro che dovrà disputare contro il forte turco Enes Ozdemir, l’unico che in queste eliminatorie ha saputo tenere testa, a livello di punteggio, al nostro campioncino. Elena Roversi, sempre U21, ha invece conquistato la finalina e la vedremo in gara contro la francese Laura Pieri. Altre due finaline le disputeranno Guido Polsinelli tra gli Juniores e Roberta Dominici tra i Cadetti. I due ragazzi sfideranno rispettivamente i greci Ioannis Koukouselis e Athina Tsiakmaki.

Per concludere con il kata individuale, registriamo il settimo posto di Chiara Tagliafierro nel kata individuale juniores, il nono di Luigi Di Rubba nel kata individuale Cadetti.

Due, inoltre, le finali conquistate nel kata a squadre, classi d’età miste, ed entrambe per l’oro: la squadra maschile, composta da Arnone, Polsinelli e Villano, combatterà con gli spagnoli, mentre quella femminile, composta da Gruppioni, Padoan e Tagliafierro cercherà il gradino più alto del podio contro la squadra francese.

Infine, i cadetti del kumite hanno raggiunto altre 3 finali per il bronzo.

Finalina per Rebecca Ortu nei -54 kg che, dopo aver perso con la croata Korina Klaric, ripescata ha battuto la bulgara Mariela Petkova e la rumena Emilia Storobaneanu. Domenica affronterà la spagnola Ontiveros Lopez. Stesso discorso per Guido Squillante nei 52 kg: anche lui ripescato, si è imposto sul lussemburghese Gaspard Lambot e sull’inglese Leo Baloch. Lo vedremo contro il francese Tino Mathis per il gradino più basso del podio. Emanuele Califano, invece, ha fatto un grande percorso e si è fermato soltanto in semifinale col bosniaco Luka Pejic. Lotterà per il bronzo con francese Hairiss Hierso.

Eliminati purtroppo Carlotta Montebello nei +54 kg, Ingenito Gennaro nei -63 kg, Angelo Marino nei 70 kg, Fernando Marino nei +70 kg e Ludovica Legittimo nei 47 kg.

L’appuntamento è rimandato a domani con le fasi eliminatorie del kumite Juniores e U21.

Clicca qui per seguire i tabelloni e i risultati in tempo reale.

Cadetti azzurri a Porec in preparazione degli Europei

Già da qualche giorno la squadra azzurra che parteciperà ai campionati d’Europa cadetti (23-26 giugno) si trova in Croazia. La manifestazione, infatti, è preceduta dal Porec Judo Festival che comprende anche due training camp, l’EJU Cadet training camp e l’EJU OTC con oltre seicento atleti di alto livello sul tatami.

“È arrivato il momento che offre a questa squadra una grande opportunità -ha commentato Francesca Campanini, Capo Allenatore Femminile- che è il campionato Europeo da loro meritato. Questo è un grande gruppo ed una grande squadra di judoka, che cercherà di dimostrarlo con cuore e testa. Sono fiera di accompagnarli in questa avventura”.

“Arriviamo a questa competizione consapevoli di avere una squadra di atleti competitivi ed affiatati” ha aggiunto Massimiliano Pasca, Capo Allenatore maschile.

“Sarò a Porec con la Sport Commission dell’Unione Continentale che proprio con questo Campionato Europeo riprenderà il proprio percorso con un assetto rinnovato. -ha detto infine Alessandro Comi– Detto sinceramente: sarà durissima…dopo un quadriennio dalla parte del tecnico o Responsabile Organizzativo, non sarà semplice “stare a guardare” soprattutto perché in questi mesi ho vissuto il circuito cadetti e questa squadra di azzurrini molto da vicino: i cadetti sognano in grande e si allenano da grandi senza rinunciare alla leggerezza tipica della loro età… che è un concentrato travolgente!”

Questa la composizione della delegazione azzurra: Rebecca Valeriani (44), Sofia Mazzola, Alessandra Rocco (48), Michela Terranova, Gaia Massimetti (52), Gaia Stella (57), Serena Maddaloni, Stefania Pede (63), Serena Ondei (70), Emiliano Lattanzi (50), Alberto Tripepi, Giulio Muzzi (55), Antonio Esposito, Francesco Sampino (60), Federico Bosis, Federico Ninfo (66), Lucio Tavoletta, Salvatore Mazzola (73), Tommaso Perfetti (81) e per la gara a squadra si aggiungerà anche Emiliano Rossi (+81). Tecnici: Francesca Campanini, Massimiliano Pasca, Alessandro Piccirillo; Staff: Stefano Bonagura (medico), Virginia Vecchi (fisio), Luca Ravanetti (Covid Manager). Arbitro: Francesco Soldano.

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedentePoesia e guerra. Il poeta siciliano Vincenzo Calí omaggia l’Ucraina con 5 poesie di dolente bellezza
Articolo successivoCanottaggio – Poznan. Domani prime finali di Coppa del Mondo con tre barche azzurre

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui