Advertisement

Manifestazioni culturali

Istituto Italiano di Cultura Monaco di Baviera

Advertisement

 

 

Strega da leggere | Strega da ascoltare

Manifestazione online

Sino al 31.102022

L’Istituto Italiano di Cultura di Monaco di Baviera, in collaborazione con gli Istituti Italiani di Cultura di Amburgo, Berlino, Colonia, Stoccarda e Zurigo presenta il progetto “Strega da leggere│Strega da ascoltare. Incontri con il romanzo italiano di oggi”, edizione 2022.

Nato da un’idea degli Istituti Italiani di Cultura di Vienna ed Amburgo, che nel 2020 ne proposero una prima edizione, il progetto intende proporre, in collaborazione con La Fondazione Bellonci e con le case editrici italiane che hanno pubblicato i titoli in concorso, una breve rassegna di brani tratti dai 12 romanzi in corsa per il Premio Strega 2022, in versione originale con traduzione a fronte.

Di seguito autori e titoli in concorso per l’edizione 2022:

Marco Amerighi, Randagi (Bollati Boringhieri);

Fabio Bacà, Nova (Adelphi);

Alessandro Bertante, Mordi e fuggi (Baldini+Castoldi);

Alessandra Carati, E poi saremo salvi (Mondadori);

Mario Desiati, Spatriati (Einaudi);

Veronica Galletta, Nina sull’argine, (minimum fax);

Jana Karšaiová, Divorzio di velluto (Feltrinelli);

Marino Magliani, Il cannocchiale del tenente Dumont (L’Orma);

Davide Orecchio, Storia aperta (Bompiani);

Claudio Piersanti, Quel maledetto Vronskij (Rizzoli);

Veronica Raimo, Niente di vero (Einaudi);

Daniela Ranieri, Stradario aggiornato di tutti i miei baci (Ponte alle Grazie).

Le traduzioni degli estratti hanno coinvolto professioniste quali: Christiane Burkhardt, Sara Fischer, Michaela Heissenberger, Barbara Kleiner, Annette Kopetzki, Janine Malz e Stefanie Römer.

La rassegna “Strega da leggere│Strega da ascoltare. Incontri con il romanzo italiano di oggi” è disponibile per la lettura a questo PDF >>>

Come per le precedenti edizioni, gli estratti dei titoli in concorso sono anche disponibili per l’ascolto, in 12 podcast realizzati dalla stessa voce degli autori, accedendo al link:

STREGA DA ASCOLTARE >>>

Il Premio Strega è il più importante premio letterario italiano, assegnato annualmente a un libro di narrativa scritto in lingua italiana e pubblicato in prima edizione tra il 1° marzo dell’anno precedente e il 28 febbraio dell’anno in corso. Dal 1986, il Premio è organizzato e gestito dalla Fondazione Bellonci. Sin dalla nascita il Premio Strega è stato indice degli umori dell’ambiente culturale e dei gusti letterari degli italiani. I libri premiati hanno raccontato il Paese Italia, documentandone la lingua, i cambiamenti, le tradizioni.

Maggiori informazioni sulla storia e gli autori del Premio Strega alla pagina: https://premiostrega.it/PS/premio/

 

 

 

L’Europa nella sua versione originale – Cerchiamo autrici e autori di Monaco di Baviera per una notte multilingue della letteratura

Sino al 22.06.2022

Che suono ha l‘Europa? Quali voci caratterizzano il panorama letterario del nostro continente? Goethe-Institut, Institut français, Instituto Cervantes, Istituto Italiano di Cultura e Tschechisches Zentrum vi invitano, l‘8 luglio 2022, a partire dalle ore 18, al primo incontro letterario in lingue europee, sotto le stelle.

Aspettando le prime luci del mattino, autrici e autori provenienti da Monaco e da tutta Europa presenteranno i loro testi brevi in una pluralità di lingue, presso il Garten des Palais Seyssel d’Aix (Institut français di Monaco di Baviera).

Accanto agli ospiti provenienti da Cechia, Francia, Germania, Italia, Spagna e Ucraina, anche autrici e autori provenienti da Monaco di Baviera sono invitati a presentare la loro candidatura con un proprio testo (a scelta in lingua francese, inglese, italiana, spagnola, tedesca, ucraina) tramite l’invio di una e-mail a ccmunich@czech.cz.

Tempo massimo concesso per la lettura del testo: 10 minuti

Generi letterari: prosa, lirica, saggistica

Termine di presentazione delle candidature: 22 giugno 2022

Le autrici e gli autori prescelti riceveranno, entro il 30 giugno 2022, un messaggio di conferma di accettazione del loro testo, che verrà inserito nel programma della serata.

Luogo della manifestazione: Garten des Palais Seyssel d’Aix (Institut français München)

Organizzato da: Goethe-Institut, Institut français, Instituto Cervantes, Istituto Italiano di Cultura, Tschechisches Zentrum

 

 

 

Visioni sarde – Rassegna cinematografica cortometraggi

Martedì 21 giugno 2022, ore 19

Luogo della manifestazione: Istituto Italiano di Cultura, Hermann-Schmid-Straße 8, 80336 Monaco di Baviera

La rassegna Visioni sarde è nata nel 2014 con l’obiettivo di valorizzare il cinema e i giovani sardi in Italia e all’estero. I film presentati quest‘anno, finalisti al Festival Visioni Italiane, nei mesi scorsi sono stati selezionati dai critici e dagli esperti della Cineteca di Bologna.

Programma:

“Il Pasquino” – Alessandra Atzori, Milena Tipaldo (Italia 2020, 3′)

“Il volo di Aquilino” – Davide Melis (Italia 2020, 8′)

“L’uomo del mercato” – Paola Cireddu (Italia 2020, 20′)

“Marina, Marina!” – Sergio Scavio (Italia 2020, 20′)

“Un piano perfetto” – Roberto Achenza (Italia 2020, 18′)

 

Versione originale con sottotitoli in inglese

 

Sarà presente la regista Paola Cireddu e l’attore protagonista Mario Tocco

 

Organizzato da: MonaCorti, Istituto Italiano di Cultura Monaco di Baviera

In collaborazione con : Promosso da: MIBACT, Cineteca di Bologna, Associazione dei Sardi, „Antonio Gramsci“, Torino, Associazione Visioni da Icnhussa, Unione Europea, Regione Sardegna

Ingresso libero, registrazione obbligatoria presso https://iicmonaco.esteri.it/iic_monaco/it/gli_eventi/calendario/2022/06/visioni-sarde-rassegna-cinematografica_0.html

 

 

 

C’è un soffio di vita soltanto – documentario

Luogo della manifestazione:

Sabato 25 giugno, ore 20:00, Amerikahaus Theatersaal

Lunedì 27 giugno, ore 17:00, City 2

Ritratto documentario toccante, ma mai sentimentale, di una straordinaria personalità della storia contemporanea.

A 95 anni, Lucy è la donna transessuale più anziana d’Italia e una delle poche sopravvissute al campo di concentramento di Dachau. La sua vita turbolenta diventa metafora della volontà umana di sopravvivere. Le riflessioni di Lucy non sono solo piene di saggezza, ma testimoniano un senso di giovinezza quasi indistruttibile. Soprattutto, domina l’entusiasmo per il cosmo intero.

Regia: Daniele Coluccini, Matteo Botrugno, Italia 2021, 95 min., in lingua originale con sottotitoli in inglese

Cast: Lucy Salani, Porpora Marcasciano, Simone Cangelosi, Ambra Guarnieri, Louise Lisette Ngo Nyoung

Ulteriori informazioni >>>

 

 

 

 

Organizzato da: Filmfest München

In collaborazione con: Istituto Italiano di Cultura München

Ingresso: a pagamento

 

I Sanniti: storia e archeologia di un popolo italico.

Conferenza di Annalisa Calapà e Simone Foresta

 

Giovedì 30.06.2022, ore 19:00

Luogo della manifestazione: Staatliche Antikensammlungen, Königsplatz 1, 80333 München

Conferenza nell’ambito della mostra „Il Sannio e i Sanniti“, che ha luogo presso le Staatliche Antikensammlungen a Monaco di Baviera

 

Annalisa Calapà parlerà delle fonti a cui dobbiamo le nostre informazioni sui Sanniti, delle nostre conoscenze della lingua osco-umbra e di come sta progredendo la ricerca in proposito, dei legami culturali tra romani e sanniti. Simone Foresta affronterà il tema della storia dei ritrovamenti di alcuni reperti.

In lingua italiana e tedesca, traduzione di Martina Kiderle

Annalisa Calapà

I suoi principali interessi di ricerca riguardano la storia e la cultura dell’Italia antica, l’etruscologia e l’epigrafia latina. Ha studiato Storia antica, Filologia classica e Archeologia classica presso l’Università degli Studi di Pisa, laureandosi nel 2003 in Storia ed Epigrafia greca. Ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia antica presso il Dipartimento di Scienze dell’Antichità “Giorgio Pasquali” dell’Università di Firenze. Negli anni 2004-2005 è stata borsista del DAAD / Deutscher Akademischer Austauschdienst e del Ministero degli Affari Esteri presso il Seminario di Storia Antica dell’Università Ludwig-Maximilian di Monaco di Baviera e presso Commissione di Storia Antica ed Epigrafia dell’Istituto Archeologico Germanico. Dal 2020 è Privatdozentin presso la Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco di Baviera.

 

Simone Foresta si è laureato in Archeologia e Storia dell’arte greca e romana, per poi specializzarsi in Archeologia Classica. Ha conseguito il dottorato con un progetto sui Capitolia romani e ha frequentato il corso di perfezionamento in archeologia classica presso la Scuola Archeologica Italiana di Atene. Docente a contratto presso l’Università degli Studi “Federico II” di Napoli e presso l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, è attualmente funzionario archeologo del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Ha partecipato a numerosi scavi archeologici in Italia e in Grecia. È esperto di archeologia greca e romana, di iconografia, di policromia della scultura antica, fortuna dell’antico e museografia, a proposito dei quali ha pubblicato vari contributi in riviste nazionali ed internazionali.

 

Organizzato da: Istituto Italiano di Cultura München

Ingresso libero, registrazione obbligatoria presso https://iicmonaco.esteri.it/iic_monaco/it/gli_eventi/calendario/2022/06/i-sanniti-storia-e-archeologia.html

 

 

 

 

ILfest 2022 – “Case”

Festival della letteratura italiana a Monaco di Baviera

 

01.-03.07.2022

 

Luogo della manifestazione: Pasinger Fabrik, August-Exter-Str. 1, 81245 München

I ‘tempi strani’ che stiamo vivendo vedono un progressivo indebolirsi del senso di casa come luogo protetto dalle minacce dell’esterno. L’immagine rassicurante della casa tradizionale – costruita a nostra misura, frutto di una relazione intensa con cose, persone, animali, piante, connessa ad immagini e ricordi, ai quali è legata la nostra felicità – sta cambiando radicalmente. Per le nuove generazioni cambiar casa è una costante nella vita; gli ultimi tempi ci hanno imposto un diverso modo di vivere gli spazi. Il confine tra pubblico e privato sembra oggi saltato, il mondo fuori è dentro gli spazi e i gesti un tempo riservati a chi era parte dell’ambiente familiare. Riflettere sul rapporto tra abitazione e luogo di lavoro vuol dire anche ripensare la relazione tra casa e città.
Ma non solo non è più netta la soglia tra interno ed esterno, anche quella tra umano e macchina, umano ed animale si sta facendo indefinita, e produce tante ‘cose strane’ con cui dobbiamo fare i conti tutti i giorni, che generano in noi un senso di incertezza.

Durante ILfest 2022 spazieremo dalle abitazioni vere e proprie fino alla ‘casa’ in senso più ampio che è il nostro pianeta. Abitarlo implica prendersi cura di sé, degli altri e dell’ambiente che condividiamo con gli animali e le piante.
Le case sono luoghi in cui l’identità individuale si definisce attraverso il contatto con gli altri, e anche una casa solo temporanea può contribuire a formare la nostra umanità più intima, recidendo delle radici e creandone altre.
Ognuno di noi abita in una ‘casa’ che non ci abbandona mai, il nostro corpo è il nostro spazio più intimo che richiede attenzione, rispetto e cura, in cui ci ritiriamo per proteggere l’io quando il disagio si fa troppo forte. Il rapporto con il mondo e con gli altri si costruisce tramite la lingua, elemento costitutivo dell’io, in cui ci sentiamo ‘a casa’, appunto.

Non è un caso che vivere e abitare siano sinonimi in molte lingue.

Vi aspettiamo a ILfest 2022 per discuterne insieme!

 

Venerdì 1 luglio

ore 18.00 Apertura / Inaugurazione della mostra fotografica ‘Una stanza per scrivere’
Ingresso libero

 

ore 19.00 Ardone, Il treno dei bambini, Einaudi / Ein Zug voller Hoffnung, C.Bertelsmann Verlag,
Moderazione: Francesca Polistina
In collaborazione con C.Bertelsmann Verlag
Ingresso 10,- €

 

ore 21.00 Film Pasta nera di Alessandro Piva, documentario 52 min, OmeU / sottotitoli inglesi
In collaborazione con Circolo Cento Fiori
Ingresso 5,- €

 

 

sabato 2 luglio

 

ore 15.00 Luca Molinari, Le case che siamo, nottetempo
Moderazione: Matteo Bergamo
Ingresso 10,- €

 

ore 15.00 Incontro per bambini con Simona Morani, Il bosco di Bruno, Giunti, da 9 anni
con il sostegno di Com.It.Es
In collaborazione con Kultur- und Spielraum e.V.
Ingresso 5,-€

 

ore 17.00 Case & cose – Conversazione con Sandra Petrignani, Le signore della scrittura, La tartaruga
Ingresso 10,- €

 

ore 19.00 Conversazione con Gianluca Didino e Samanta Schweblin
Ingresso 10,- €

 

 

 

 

domenica 3 luglio

 

ore 11.00 Nella nostra epoca ipermoderna è ancora possibile la poesia?
Quattro giovani poeti rispondono a una vecchia domanda – lettura e discussione con Maria Borio, Tommaso Di Dio, Carmen Gallo, Massimo Gezzi
Moderazione: Piero Salabè
In collaborazione con Lyrik Kabinett
con il sostegno di ProHelvetia Fondazione svizzera per la cultura
Ingresso 10,- €

 

ore 11.00 Workshop per bambini Laboratorio di disegni volanti con l’illustratrice Irene Penazzi, da 3 anni
Nel mio giardino il mondo, Terredimezzo / dt. In unserem Garten, Beltz,
con il sostegno di Com.It.Es
In collaborazione con Kultur- und Spielraum e.V.
Ingresso 5,-€

 

ore 15.00 Conversazione con Francesca Buoninconti, Senti chi parla / Senza confini, Codice // Tierisch laut / Grenzenlos, Folio Verlag
Moderazione: Salvatore Viola
Ingresso 10,- €

 

ore 15.00 – Workshop per bambini Taccuino delle esplorazioni con l’illustratrice Irene Penazzi, da 7 anni
Su e giù per le montagne, Terredimezzo
con il sostegno di Com.It.Es
In collaborazione con Kultur- und Spielraum e.V.
Ingresso 5,- €

 

ore 16.30 Maddalena Fingerle, Lingua madre, Italo Svevo / Muttersprache, Folio Verlag
Moderazione: Cecilia Mussini
Ingresso 10,-€

 

ILfest – Italienisches Literaturfestival München è il festival del libro e della letteratura italiana a Monaco di Baviera. ILfest si rivolge a tutte le persone legate dalla passione per la lettura, che condividono il piacere di incontrare e discutere con autori italiani – in lingua italiana o tedesca.

 

ILfest – Italienisches Literaturfestival München è organizzato da Elisabetta Cavani/ItalLIBRI, Istituto Italiano di Cultura Monaco di Baviera e Pasinger Fabrik, sotto il patrocinio del Consolato Generale d’Italia di Monaco di Baviera. È sostenuto dall’Assessorato alla cultura della città di Monaco di Baviera, e realizzato con il contributo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

 

Partner:

Assessorato alla cultura della città di Monaco di Baviera, Comites München, Fondazione svizzera Prohelvetia, Fondazione Lyrik Kabinett, Instituto Cervantes, Folio, C. Bertelsmann, Circolo Cento Fiori, Lions München Mediterraneo, AFI UEB, Forum Italia e.V., Kultur & Spielraum München e.V.

 

Per ulteriori informazioni: www.ilfest.de

 

Tickets

BIGLIETTERIA
10,- € gli eventi per adulti
5,- € gli eventi per bambini
5,- € film
25,- € il biglietto giornaliero (sabato o domenica)

I biglietti sono acquistabili presso la Abendkasse della Pasinger Fabrik, tel. (089) 829 290 79
martedì-domenica dalle 17.30-20.30
i giorni del festival un’ora prima dell’apertura

presso München Ticket (089) 54 81 81 81, e online München Ticket (+ tassa prevendita)

Gli eventi verranno ripresi e trasmessi in streaming, gli spettatori potrebbero apparire in riprese fotografiche e/o video effettuate dagli organizzatori.

Streaming
6,- € evento singolo / 35,- € ticket complessivo 7 eventi adulti (senza film)
su www.snapticket-live.de/shop/ILfest/

Durante il festival potrete acquistare i libri degli autori in programma presso lo stand della libreria ItalLIBRI.

LUOGO

La Pasinger Fabrik si trova direttamente alla stazione della S-Bahn, ed è facilmente raggiungibile anche dall’hinterland di Monaco e da fuori città con la DB.
Il Café Ristorante Cantina è un luogo in cui chiacchierare piacevolmente di letteratura.

Pasinger Fabrik, August-Exter-Str. 1, 81245
direttamente alla stazione della S-Bahn Pasing
10 minuti da Hauptbahnhof con S 3/4/6/8

 

Organizzato da: Elisabetta Cavani/ItalLIBRI, Istituto Italiano di Cultura München, Pasinger Fabrik, con il patrocinio del Consolato Generale d’Italia di Monaco di Baviera e altri

 

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteVillapapeete sul tetto del mondo
Articolo successivoVolt Sant’Arpino, il coordinatore Aniello Di Santillo: “Via Dossenus ricoperta di rifiuti, parco Ezio Bosso da mettere in sicurezza”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui