Advertisement

“Chiedere è lecito. Rispondere è cortesia”. Se questo vale per tutti noi, per la Pubblica Amministrazione rispondere è qualcosa di più di un atto di cortesia. È un dovere. O, meglio, dovrebbe esserlo; almeno secondo le leggi in vigore. Nei fatti, troppo spesso ricevere una risposta da una Pubblica Amministrazione è impresa molto difficile. Siamo lontani anni luce da quello che Filippo Turati auspicava nel 1908: “la casa dell’Amministrazione dovrebb’essere di vetro”.

Non fanno eccezione neppure le Università, che pure dovrebbero formare i cittadini del futuro. A quanto pare, la brutta abitudine di non rispondere non risparmia gli Atenei di maggior prestigio, nemmeno quando si tratta di affrontare uno dei mali peggiori della ricerca scientifica: il plagio. Fra gli esempi più recenti, quello dei silenzi convergenti di due grandi Atenei, Bologna e Padova, che sembrano poco interessati a vigilare sul rispetto della proprietà intellettuale. Ho presentato, perciò, insieme ai colleghi Angrisani, Granato e Lannutti, una interrogazione al ministro Messa, pubblicata dal Senato il 21 giugno, per sapere se sia in grado di acquisire dal Rettore dell’Università di Padova i dati utili a chiarire le motivazioni del suo silenzio di fronte ad una documentata segnalazione di presunto plagio, che coinvolge anche l’ateneo felsineo, e di renderne edotto il Parlamento.

Advertisement

 

Roma, 22 Giugno 2022

Sen.ce Margherita Corrado

Senato Gruppo Alternativa – CAL/Alternativa

 

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteFONDAZIONE BRACCO Triennale di Milano Installazione interattiva MIND THE STEM GAP 1° luglio – 31 ottobre 2022 Per contribuire al superamento degli stereotipi di genere nelle materie STEM

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui