Advertisement

CON L’ACQUISIZIONE DI ARCADIA E PENTA

E’ NATA ARCA ROSSA, AZIENDA 4.0

Advertisement

 

Con l’acquisizione dell’Arcadia Componibili e della Penta srl, si perfeziona l’iter della nascita di Arca Rossa, una nuova

realtà imprenditoriale che punta ad investire su un’offerta di qualità, dal design ricercato ed innovativo, nel settore

dei mobili per ufficio e delle pareti attrezzate.

Arca Rossa, compagine societaria costituita dall’Ingegner Antonella Pompilii e da Pierluigi Pompilii, sarà un’azienda

4.0, ovvero un’impresa evoluta verso un modello intelligente, nella quale gli strumenti di lavoro sono connessi alla

Rete e interconnessi tra di loro. La digitalizzazione è infatti un cambiamento radicale, che sta trasformando il modo

di lavorare delle aziende e le aziende stesse.

Un’azienda, quindi, che si pone come espressione del rinnovamento, con una struttura societaria giovane, dinamica,

ma che ha fatto sua la collaudata esperienza già maturata nel settore dalle due aziende acquisite, fondendola in un

progetto imprenditoriale che ha salde radici nel territorio, ma si muove verso i più importanti contesti internazionali.

Per questo, la nascita di Arca Rossa si pone come un segnale positivo, ma anche come sfida importante, vista la

scelta di coniugare il design con una organizzazione degli spazi di lavoro che, in ossequio ai nuovi concept, devono sì

garantire sicurezza, comfort e sostenibilità, ma in luoghi che non siano più gli “uffici” intesi quali aree chiuse e

riservate, ma nuovi ambienti in grado di promuovere la produttività, pur senza dimenticare quel benessere del

lavoratore che poi favorisce la sperimentazione di modelli di lavoro diversificati.

Sicurezza, innovazione, sostenibilità e design saranno la bussola della nuova realtà imprenditoriale Arca Rossa.

 

 

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteArmi Nicleari. Dal 18 al 23 giugno a Vienna si svolgono i lavori per la messa al bando delle armi nucleari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui