Advertisement

FEDERAZIONE ITALIANA TIRO CON L’ARCO

World Cup (3^ prova) 

Advertisement

Parigi (Fra), 20-27 giugno 2022

 

AZZURRI FUORI DALLE FINALI

Lunedì la partenza per i Giochi del Mediterraneo

Il D.T. Giorgio Botto: “Troveremo la strada per essere ancora più vincenti”

 


Dopo due argenti consecutivi con gli azzurri dell’arco olimpico nelle tappe di coppa di Antalya e Gwangju e dopo il titolo europeo a squadre di due settimane fa a Monaco, cui si aggiungono nel complesso altre 4 finali disputate in 3 gare internazionali tra ricurvo e compound, questa volta l’Italia esce a mani vuote senza accedere alle finali del fine settimana. Nella terza tappa di World Cup a Parigi l’unica speranza rimasta per raggiungere dei match validi per il podio era la giornata odierna, al termine della quale i due mixed team italiani sono stati eliminati entrambi agli ottavi: il duo ricurvo con Boari e Nespoli dalla Germania (Bauer-Wieser) per 5-1, i compoundisti Tonioli e Fregnan dalla Francia (Dodemont, Boulch) per 156-154. 

Nel pomeriggio, uno dopo l’altro, sono usciti anche tutti gli italiani nel ricurvo individuale: è stata Tatiana Andreoli l’arciera che ha fatto più strada, fermata agli ottavi di finale dall’atleta di Taipei Chia-Mao Peng per 6-2

A questo punto gli azzurri sono già pronti per partire alla volta di Oran, in Algeria, per disputare i Giochi del Mediterraneo. La partenza è prevista per lunedì, direttamente da Parigi. A prendere parte alla spedizione in nord Africa saranno Mauro Nespoli, Alessandro Paoli, Federico Musolesi, Tatiana Andreoli, Lucilla Boari e Chiara Rebagliati. 

 

IL DIRETTORE TECNICO GIORGIO BOTTO – Questo il commento del direttore tecnico Giorgio Botto, al termine della giornata: “Andiamo via da Parigi senza aver ottenuto una finale, ma i risultati vanno ben analizzati, considerando che siamo stati eliminati nelle prove a squadre, ma al termine di match combattuti e con punteggi di buon livello. Nelle precedenti tappe e agli Europei siamo stati bravi e siamo stati premiati, questa volta no. Nulla di grave, anche perché abbiamo la possibilità di rifarci tra pochi giorni, visto che siamo pronti a partire direttamente dalla Francia per i Giochi del Mediterraneo, dove ci teniamo a far bene, guardando anche la tradizione del tiro con l’arco in questo evento”. 

Botto guarda anche alla crescita del gruppo, in vista di Parigi 2024: “Stiamo lavorando per consolidare uno spirito di squadra che speriamo sia anch’esso determinate per il prosieguo di una stagione che è senza soste in questo periodo dell’anno. Ma soprattutto in previsione del calendario fittissimo del 2023, anno decisivo in vista dei Giochi Olimpici. Dal punto di vista tecnico ci sono stati netti miglioramenti nella gara di qualifica, ma manca la stessa precisione negli scontri diretti che altre nazionali riescono ad avere. Su questo siamo ancora un po’ deficitari, abbiamo naturalmente margini di miglioramento, tenendo però sempre presente che passare i turni in coppa del mondo non è cosa scontata, pagano dazio anche gli atleti o le squadre più accreditate, ma ciò non toglie che il nostro dovere è lavorare per essere determinanti anche e sopratutto in queste fasi. Lo staff è relativamente giovane ma non inesperto. Troveremo la strada per poter essere ancora più vincenti“.


I RISULTATI DELL’INDIVIDUALE ARCO OLIMPICO – Nel tabellone maschile vengono eliminati ai sedicesimi di finale Federico Musolesi dal tedesco Jonathan Vetter 6-2 e Mauro Nespoli dal moldavo Dan Olaru 6-4, i due azzurri in precedenza avevano battuto rispettivamente Pablo Acha (ESP) 6-4 e Sajeev De Silva (SRI) 7-3. Termina invece ai trentaduesimi l’avventura di Alessandro Paoli sconfitto 6-4 dall’arciere di Taipei Chih-Chun Tang e di Michele Frangili dopo il 3-7 con Md Ruman Shana (BAN).
Nel femminile raggiunge gli ottavi di finale Tatiana Andreoli che prima vince 6-2 con l’ucrain Solomiya Hnyp, poi si ripete con il 7-1 sulla slovena Nina Corel, ma viene fermata da Chia-Mao Peng (TPE) 6-2. E’ uscita un passo prima Chiara Rebagliati superata dalla coreana Choi Misun 7-1: la savonese aveva in precedenza vinto 6-2 con l’indiana Deepika Kumari. Fuori al primo turno Lucilla Boari, 4-6 con Rezza Octavia (INA), ed Elisabetta Mijno 0-6 con la brasiliana Ane Marcelle Dos Santos.

I RISULTATI DEI MIXED TEAM – Non raggiungono quindi le finali i mixed team azzurri. Nell’arco olimpico Lucilla Boari e Mauro Nespoli vengono eliminati agli ottavi di finale dalla Germania di Bauer e Wieser con il risultato di 5-1. Anche la corsa della coppia mista compound si ferma agli ottavi. Marcella Tonioli ed Elia Fregnan prima vincono 153-150 con l’Ecuador (Rodrigo, Oleas Rodriguez) poi vengono sconfitti dalla Francia (Dodemont, Boulch). 

 

 

IN ALLEGATO FOTO WORLD ARCHERY LIBERE DA DIRITTI EDITORIALI

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteSeconda settimana di appuntamenti alla rassegna “Sul Naviglio” con una serata tributo per Rocco Antonio Buccarello
Articolo successivoBlitz no-vax. Cittadini (Aiop): “Solidarietà allo Spallanzani, scienza e ricerca fondamentali”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui