Advertisement

Il bronzo di Omarov chiude la Ranking Series Matteo Pellicone

Roma, 25 giugno 2022 – Quarta ed ultima giornata di Ranking Series a Ostia con la seconda medaglia azzurra della competizione targata Shamil Omarov.

L’azzurro dei 65 kg ha battuto l’ucraino Vasyl Shuptar 5-2 ai quarti e ha disputato una semifinale rimasta in bilico fino all’ultimo, dove ha avuto purtroppo la meglio il portoricano Sebastian Rivera 5-4. Approdato alla finalina per il bronzo, Shamil si è imposto sul turco Hamza Alaca sul risultato di 4-0, vincendo così un gradino del podio.

Advertisement

Oggi in gara anche Daniel Pucino (65 kg), Gianluca Talamo e Gianluca Coletti (70 kg), ma purtroppo non sono riusciti ad accedere alle fasi finali.

La nazionale italiana ha dunque chiuso il torneo con un argento, firmato Nikoloz Kakhelashvili, e con il bronzo di oggi. Sentiamo le parole di Alessandro Saglietti, consigliere federale del settore Lotta:

“Rispetto al livello altissimo della competizione, le due medaglie arrivate sono un risultato importante. Oggi avremmo potuto anche conquistare una medaglia di maggior prestigio perché la semifinale di Omarov è stata persa per una piccola ingenuità degli ultimi secondi. Anche gli altri ragazzi hanno fatto bene, hanno lottato a testa alta contro avversari nonostante la loro giovane età. A livello federale siamo sicuramente soddisfatti.

Inoltre, sono stato molto contento che Kakhelshvili sia riuscito a battere un atleta vicecampione del mondo come l’ungherese Szoke. Questo dimostra che Nikoloz è un atleta che può puntare molto in alto. Non è ancora troppo concentrato in gara, capita che faccia errori che gli costano il risultato, ma dimostra di poter battere anche i più forti. Di questo sono molto soddisfatto e fa ben sperare per i prossimi appuntamenti iridati, come il Mondiale di settembre.”

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteFinale Nazionale Under 17 Eccellenza: Trofeo “Claudio Monti”: Conforama Pall. Varese vince lo scudetto.
Articolo successivoEcco come si portano i soldi nei paradisi fiscali

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui