Advertisement

POLITICA: ADINOLFI E DI STEFANO LANCIANO ALTERNATIVA PER L’ITALIA
“Noi alternativi a chi vuole Draghi fino al 2028 senza neanche candidarlo”

Mario Adinolfi, presidente del Popolo della Famiglia, e Simone Di Stefano, presidente di Exit, hanno presentato in una conversazione a più voci che si è tenuta sul social vocale Clubhouse la loro nuova creatura politica: Alternativa per l’Italia. Di Stefano spiega: “E’ una federazione aperta, senza pregiudizi, che con dialogo e pazienza vuole unire tutta l’area alternativa all’attuale governo tecnico, per evitare un altro quinquennio con Draghi a Palazzo Chigi. Ho incontrato Mario Adinolfi, determinato e coraggioso, che viene processato quasi quotidianamente nei salotti buoni degli illuminati globalisti, ci siamo ritrovati sulla stessa lunghezza d’onda e oggi partiamo insieme con la federazione”. Mario Adinolfi aggiunge: “Ho ricevuto dall’assemblea nazionale del Popolo della Famiglia il mandato a costruire l’area vasta dell’opposizione al governo Draghi, Alternativa per l’Italia è il primo passo verso questo obiettivo. Simone ed io, come capi dei rispettivi movimenti politici, abbiamo raccolto già alle elezioni del 2018 ben 535mila voti. Credo che l’area vasta dell’opposizione a Draghi valga venti volte tanto e possa andare al governo del Paese. La nostra è una proposta di governo alternativa a quelli che vogliono Draghi fino al 2028 senza neanche candidarlo”. Uno studio della casa di sondaggi BiDiMedia riconosce a Alternativa per l’Italia un consenso attuale dell’1.9%, con un potenziale del 4.8%. La ricerca molto approfondita, di undici pagine, rivela un consenso maggiore per APLI tra i lavoratori autonomi, nella fascia d’età tra i 35 e i 55 anni, con una prevalenza di laureati nell’elettorato. Adinolfi conclude: “Sia io che Simone siamo stati ‘mostrificati’, dai media e anche per la grave colpa di aver abbandonato le comunità politiche di riferimento, io il Pd e Di Stefano CasaPound. Nell’Italia dei trasformisti che cambiano sette casacche in una legislatura per salvarsi la poltrona, noi che abbiamo dimostrato sempre e solo attaccamento a valori precisi e per quelli abbiamo fatto politica, siamo stati assaltati con la furia che colpisce gli apostati nelle sette. Alternativa per l’Italia è la casa per tutti coloro che sentono di volersi battere nonostante lo stigma che il pensiero unico prova ad appiccicare loro addosso, per intimidirli e indurli a rinunciare. Noi non rinunceremo. Non a caso Alternativa per l’Italia nasce nel giorno in cui si ricorda San Benedetto e il suo ora et labora. Preghiera (per chi crede) e lavoro, cultura e radici profonde, sono l’alternativa al dominio dei tecnocrati che cancellano la democrazia. San Benedetto è patrono d’Europa e si rivolta nella tomba se guarda l’Ue di oggi, dominio di banchieri e burocrati, mortiferi corifei delle culture più bieche a partire da quella abortista. La nostra federazione aperta offrirà agli italiani un’alternativa di governo possibile e questa alternativa democratica arriverà dai ‘mostri’ Adinolfi e Di Stefano”.

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Advertisement
Articolo precedenteEstate Romana 2022 – Riaccendiamo la Città, Insieme.TOR BELLA MONACA TEATRO FESTIVAL – ARENA ESTATE
Articolo successivoBologna capitale mondiale dell’e-learning 2022

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui