Advertisement

­
Al Padova Pride Village
con Lella Costa e Luciano Moia

sabato sera Party di Radio Wow con Priscilla, conduttrice di Drag Race Italia

Advertisement

Il programma da mercoledì 20 a sabato 23 luglio
­
­
Comunicato stampa
­
­
Per cartella stampa completa e immagini in HD:

https://drive.google.com/drive/folders/1VLbfg51Q8dCxvN96yy-uUHkpDpCi2mnM?usp=sharing
­
­
Buongiorno Salvatore,

tra teatro, cultura e grandi party riparte alla Fiera di Padova una nuova settimana targata Padova Pride Village, il più grande festival LGBTQ+ italiano.

­
­
Lella Costa porta al Padova Pride Village “Se non Posso ballare… Non è La mia Rivoluzione” mercoledì 20 luglio
­
La settimana al Padova Pride Village riparte mercoledì 20 luglio all’insegna del teatro con il talento insuperabile dell’attrice Lella Costa sul palco del Festival con “Se non Posso ballare… Non è La mia Rivoluzione”, pièce ispirata a “Il catalogo delle donne valorose” di Serena Dandini.

In uno spettacolo di grande virtuosismo, l’attrice riesce ad evocare con la voce e con i gesti le figure di donne intraprendenti, controcorrente, spesso perseguitate, a volte incomprese, che hanno lottato per raggiungere traguardi che sembravano inarrivabili, se non addirittura impensabili.

 

Donne valorose che seppure abbiano segnato la storia, contribuendo all’evoluzione dell’umanità, per uno strano sortilegio raramente vengono ricordate, con difficoltà appaiono nei libri di storia e tanto meno sono riconosciute come maestre e pioniere: Mary Anderson, Lillian Gilbreth, Maria Telkes, Marie Curie, Olympe De Gouges, Tina Anselmi, Martha Graham Pina Bausch, Maria Callas, Emily Dickinson, Ilaria Alpi e moltissime altre.

Una al minuto, fino ad arrivare ad essere più di cento, entrano una dopo l’altra, chiamate con una citazione, un accento, una smorfia, un lazzo, una canzone, una strofa, un ricordo, una poesia, un gemito, una risata. O solo col nome, dato che a volte non serve aggiungere altro. Ognuna di loro viene invitata da Lella Costa ad entrare e ballare con lei.  Perché, come disse magistralmente e per sempre una di loro, Emma Goldman, «se non posso ballare questa non è la mia rivoluzione».

Il Festival aprirà come di consueto alle 19.30 con l’Aperiradio, momento di infotainment musicale condotto da Giusva e Lorenzo Bosio. Al termine dello spettacolo, la serata proseguirà in pista con la musica del DJ e producer Kevin Gallo.

Ingresso 7 € dalle 19:30 alle 23:30, gratuito dalle 23:30 alle 02:00
­
­
Disco Night con Piazza Village e Matty P
giovedì 21 luglio
­
Serata dal taglio “young” quella di giovedì 21 luglio, che, dopo l’appuntamento radiofonico, vedrà partire “Piazza Village” un talent all’insegna del divertimento per scoprire nuovi cantanti, entertainer o semplicemente abili giocatori.

In attesa di scatenarsi in pista con Matty P, il pubblico potrà approfittare dei sette punti bar, per un aperitivo o un after dinner, dell’enoteca e della caffetteria. Per cenare potrà scegliere tra cucina fusion, primi e grigliate, tartare di pesce, pizzeria e paninoteca, grazie ai diversi i ristoranti e i pub del centro cittadino che hanno spostato al Festival il loro giardino estivo.

Ingresso gratuito dalle 19:30 alle 21:00; 3€ dalle 21:00 alle 2:00
­
­
Luciano Moia presenta al Village “Figli di un dio minore?” – venerdì 22 luglio
­
La serata di venerdì 22 luglio inizierà all’insegna dell’approfondimento culturale grazie alla presenza al Padova Pride Village di due ospiti d’eccezione: Natascia Maesi, responsabile Politiche di genere di Arcigay e coordinatrice della Rete Donne Transfemminista, e Luciano Moia, da oltre vent’anni caporedattore del mensile di Avvenire dedicato alla famiglia, prima Noi genitori & figli, ora Noi famiglia & vita.
Quest’ultimo sarà al Festival per presentare, insieme ad Alessandro Zan e a Francesco Lepore, giornalista de Linkiesta e scrittore, il suo ultimo volume “Figli di un dio minore? Le persone transgender e la loro dignità” (Edizioni San Paolo 2022).

 

Il libro parte dalla considerazione che il pianeta transgender è stato privato del rispetto da parte di tutti, una disattenzione – per non parlare dell’aperto disprezzo e degli stupidi luoghi comuni – che ha generato sofferenza in persone innocenti. Ben oltre le contrapposizioni ideologiche di qualunque origine, secondo l’autore, è tempo di approfondire esperienze, di mettere a fuoco prospettive, di incrementare conoscenze senza ricette preconfezionate a proposito di temi decisivi come la sessualità, l’orientamento sessuale, l’identità sessuale e quella di genere. “Figli di un dio minore?”, oltre a fornire elementi di valutazione scientifica, giuridica, psicologica ed etica, offre soprattutto dieci diverse voci di persone transgender: storie vere che è ora di ascoltare con mente e cuore aperti al rispetto della dignità di ciascun essere umano.

Laureato in Lettere con orientamento storico, Luciano Moia ha scritto una ventina di saggi tra cui: “Famiglia, morale, bioetica” con il cardinale Dionigi Tettamanzi (Piemme, 1999); “Figli televisivi?” (Edizioni San Paolo, 2001); “Crescere insieme. Genitori e figli adolescenti alla scoperta dell’età adulta” (Elledici, 2002); “La famiglia la parrocchia la pastorale. Storie vere di famiglie aperte alla Chiesa e al mondo” con Paola Tettamanzi (Edizioni San Paolo, 2004); “Chiesa e omosessualità. Un’inchiesta alla luce del magistero di papa Francesco” (Edizioni San Paolo, 2020).

La notte proseguirà tutta al femminile insieme a “Chica Presents Laex Milano”. All’esterno si ballerà con DJ Mariven, la cui passione per la musica l’ha portata dai principali club underground della Capitale ai locali più trendy di Milano, e Dj Misstake, in grado di creare un’atmosfera sensoriale e intensa capace sul palco di superare ogni barriera. All’interno del Palaclub climatizzato sarà protagonista Effe con una selezione musicale che spazia dagli anni 80 ai giorni nostri.

Ingresso gratuito dalle 19:30 alle 21:00; 8€ dalle 21:00 alle 4:00
­
­
Il Party di Radio Wow con Priscilla, conduttrice di Drag Race Italia – sabato 23 luglio
­
La settimana numero sei del Padova Pride Village si chiuderà in bellezza sabato 23 luglio con il grande party organizzato da Radio Wow, media partner del Festival, che vedrà protagonisti non solo le voci e i DJ più noti dell’emittente diretta da Stefano Mattara ma anche un ospite d’eccezione: Priscilla, la conduttrice della prima edizione di Drag Race Italia.

La festa inizierà sul palco esterno dove a condurre le danze saranno Andrea Meggio, una carriera consolidata alla consolle e in fm nelle più conosciute e blasonate emittenti radiofoniche, e Giusva, volto maschile più riconosciuto dei più importanti eventi LGBTQI+ sparsi per la penisola, speaker di Radio Wow nonché responsabile della comunicazione del Village.

Ad animare la notte insieme a loro salirà sul palco Priscilla. Prima di approdare alla conduzione di Drag Race Italia, ha vinto nel 2007 il concorso Miss Drag Queen Italia. Nel 2017 ha invece preso parte alla quinta edizione di “Ellada Echeis Talento”, la versione greca di “Italia’s Got Talent”. Sempre in Grecia è conosciutissima per i suoi show, in particolare a Mykonos nello storico locale Jackie O’. In Italia ha iniziato a farsi apprezzare dal pubblico del piccolo schermo dopo aver partecipato al talk show di Rai2 “Al posto tuo”, ospite di Alda D’Eusanio.

La Festa di Radio Wow proseguirà poi nella discoteca interna dove ad aspettare il pubblico saranno lo stesso Stefano Mattara, in attività come DJ da metà Anni ’90 nelle consolle più prestigiose europee e noto a livello internazionale per i suoi remix e singoli che hanno scalato le classifiche di tutto il mondo. Insieme a lui sul palco Aryfashion, vocalist, speaker radiofonica e presentatrice, con un passato da modella e ballerina. Una vera icona della notte amata non solo per la sua voce e i suoi show ma perché artista e performer a 360 gradi.

Ingresso gratuito dalle 19:30 alle 21:00; 8€ dalle 21:00 alle 23:30; 18€ dalle 23:30 alle 4:00 con prima consumazione inclusa
­
­
Informazioni
­
La XV edizione del Padova Pride Village è organizzata con il patrocinio del Comune di Padova. Partner sono Anima, bitHOUSEweb, Flexo, Trash&Chic. Allestimenti: Cobra, Ferraro. Sponsor: Coca Cola, Comunian, Carrera, Stabilo Boss, Virgo. Media partner: Radio Wow.

 

Il Pride Village si trova all’interno del Polo Fieristico di Padova con accesso da via Rismondo, Ingresso M – Padiglione 8. Le aree parcheggio sono accessibili da via Rismondo (Porta L- Ingresso M). Inoltre, sono presenti diverse aree in via Goldoni, via Berlinguer e via Piccinato (strisce blu gratuite dalle 20.00 alle 8:00).

 

I ticket di accesso potranno sempre essere acquistati all’arrivo in Fiera, all’ingresso, il giorno stesso. Grazie alla collaborazione con Ticketmaster, sono disponibili anche in versione “prevendita saltafila” online.

 

Grazie all’accordo con Aps Holding, è disponibile per il pubblico del Village il parcheggio di via Goldoni a costo agevolato: Biglietto a serata (dalle 18:00 alle 6:00): 2,50 €; Abbonamento per tutta la durata del Festival, dalle 18:00 alle 6:00, 25€
­

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteLa Galleria di BPER Banca si apre al contemporaneo con una mostra dossier dedicata ad Antonio Ligabue
Articolo successivoTOR BELLA MONACA TEATRO FESTIVAL – ARENA ESTATE _ Gli spettacoli dal 18 al 24 luglio: In scena Ornella Muti e Pino Quartullo, Stefano Sabelli, Francesco Montanari, Lello Arena

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui