Advertisement

Borsellino. Paolo Capone, Leader UGL: “Eroico sacrificio di servitori dello Stato sia esempio per giovani generazioni”

“Nel trentesimo anniversario della strage di Via D’Amelio in cui persero la vita il magistrato Paolo Borsellino e gli agenti della scorta Emanuela Loi, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, commemoriamo l’eroico sacrificio di servitori dello Stato che hanno dato la propria vita per combattere il fenomeno mafioso. Un esempio indelebile di coraggio, onestà e senso del dovere che resta impresso nella memoria e nel cuore degli italiani. La lotta alla mafia è un aspetto centrale per garantire il progresso della nostra democrazia. In questa prospettiva, il ruolo della scuola è fondamentale al fine di diffondere la cultura della legalità fra le giovani generazioni”. Lo ha dichiarato Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, in occasione del trentesimo anniversario della strage di Via D’Amelio.

Advertisement

 

 

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteLA TESTIMONIANZA DI CHI È SCAPPATO DALLA GUERRA
Articolo successivoPaolo Borsellino Vive 30 anni da Via D’Amelio, il SINALP rende onore all’uomo che ha realmente combattuto la mafia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui