Advertisement

Al via il corso gratuito “Le soft skills per la negoziazione degli operatori turistici” della Camera di commercio il 28 luglio  

 

Advertisement

“Le soft skills per la negoziazione degli operatori turistici”, è il tema del workshop della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, giovedì 28 luglio,  dalle ore 15.00 alle ore 17.30 presso Formaper, via Santa Marta, 18,  Milano,  che si propone di fornire agli operatori della filiera turistica nuove leve di negoziazione adatte ad affrontare il nuovo contesto competitivo. L’iniziativa, organizzata nell’ambito delle attività di promozione di Milano quale destinazione congressuale con YesMilano Convention Bureau,  si inserisce  nel piano di azioni per il rilancio della destinazione e della filiera promosse grazie al progetto “Turismo”  https://www.milomb.camcom.it/attrattivita-dei-territori. La partecipazione è gratuita. Informazioni e iscrizioni al link.
Il workshop si concentra sulla proposta, a imprese e operatori, di modelli, strategie e strumenti per realizzare la negoziazione collaborativa con il cliente, al fine di poter gestire con efficacia le trattative commerciali, anche quelle più difficili, e poter competere sul mercato facendo leva sul “fattore umano” quale elemento centrale nella negoziazione con il cliente.
Obiettivi: conoscere i tre “pilastri” della negoziazione, trasferire competenze soft per una negoziazione collaborativa, sviluppare abilità di relazione in ambito soft skills per il turismo, condividere strategie e modelli per una negoziazione sostenibile nel turismo.
Destinatari: titolari d’impresa o responsabili aziendali collegati ai settori dell’accoglienza, della ristorazione e delle agenzie di viaggio con sede legale e/o operativa nelle province di Milano, Monza Brianza e Lodi, aziende ricettive, aziende ristorative, imprese settori MICE.

Programma: presentare i tre “pilastri” della negoziazione collaborativa: l’attitudine (strategica ed emotiva) al potere e al conflitto, la preparazione, le competenze “soft”: le tecniche per creare e mantenere le buone relazioni, esplorare una case history, modelli e strategie di negoziazione sostenibile, role-playing e simulazioni in aula.
La formazione in presenza viene realizzata presso una sala dedicata e prevede una partecipazione attiva delle imprese con analisi di case history e role-playing.

 

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteAl Padova Pride Village la comicità di Cinzia Leone  il talento di Farida Kant e il Dj set di Dani Toro
Articolo successivoYemen: un bambino ucciso e undici feriti in un bombardamento su un’area giochi a Taiz

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui