Advertisement

Pakistan: Save the Children, le peggiori inondazioni degli ultimi decenni hanno causato la morte di 348 bambini

L’Organizzazione, che dall’inizio del 2022 ha già raggiunto nel Paese 11.094 persone
di cui 5.752 bambini, chiede alla comunità internazionale di fornire aiuti umanitari
urgenti e supplementari

Advertisement

Più di 1.000 persone, tra cui 348 bambini, hanno perso la vita e altre 1.500 sono rimaste ferite a causa delle peggiori inondazioni che abbiano colpito il Pakistan negli ultimi decenni. Le improvvise piogge monsoniche hanno sommerso migliaia di case, spazzando via città e villaggi. Più di 33 milioni di persone in tutto il Pakistan sono state colpite. Numeri destinati, però, ad aumentare con il proseguire delle piogge e delle inondazioni.

“Le inondazioni in tutto il Pakistan hanno provocato devastanti perdite di vite umane. Interi villaggi sono stati sommersi dall’acqua, lasciando famiglie e bambini bloccati. Stiamo assistendo a una completa devastazione: centinaia di migliaia di case crollate, più di mille persone ferite. È chiaro che si tratta di una massiccia emergenza umanitaria e climatica. I bambini sono sempre i più colpiti. Save the Children chiede alla comunità internazionale di fornire aiuti umanitari urgenti e supplementari”, ha dichiarato Khuram Gondal, Direttore di Save the Children in Pakistan.

Save the Children, l’Organizzazione internazionale che da oltre 100 anni lotta per salvare le bambine e i bambini in pericolo e per garantire loro un futuro, sta già operando in Balochistan, una delle province più colpite, e sta mettendo in campo squadre anche in altre aree duramente colpite per valutare le esigenze immediate di bambini e famiglie. Dall’inizio del 2022 Save the Children ha già raggiunto 11.094 persone, di cui 5.752 bambini, inclusa la risposta alle inondazioni, e sta lavorando a stretto contatto con le autorità nazionali e provinciali per la gestione delle catastrofi.

Per sostenere gli interventi di Save the Children in emergenza: https://www.savethechildren.it/dona-fondo-emergenze

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteEnergia, il grido di Aidda: “Le aziende femminili stanno naufragando, serve intervento immediato”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui