Advertisement

Napoli: sulla collina sabato di shopping tra i rifiuti

In piazza degli Artisti  una vera e propria discarica

Advertisement

            ” Sui mass media – esordisce Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione Vomero, il quale ha realizzato un vero e proprio dossier fotografico sulla presenza di rifiuti solidi urbani, con particolare riferimento a quelli ingombranti, lungo strade e piazze della collina, a tutte le ore del giorno -, tempo addietro, venivano riportati  i comunicati che evidenziano, tra l’altro, l’azione sanzionatoria svolta dagli addetti per contrastare l’abbandono dei rifiuti solidi urbani nell’ambito della municipalità 5, che comprende i territori del Vomero e dell’Arenella. Un contributo certamente encomiabile, ma che, evidentemente, non è riuscito a porre un serio e concreto argine a comportamenti che si registrano anche in quartieri cosiddetti “bene”.  Un’attività dunque che, come testimonia l’evidenza quotidiana, non ha ancora raggiunto gli obiettivi auspicati, pure con le presumibili ripercussioni per gli aspetti igienico-sanitari, in special modo per il caldo di questo periodo “.

 

                ” A testimonianza di questo stato di cose e solo per esemplificare – puntualizza Capodanno -, riporto la situazione, peraltro non nuova, che si è potuta osservare per l’intera mattinata in una delle piazze più note e frequentate, piazza degli Artisti, trasformata in una vera e propria discarica, a pochi passi dalle isole pedonali di via Luca Giordano e di via Scarlatti, dove si svolge il consueto shopping del sabato mattina che coinvolge migliaia di persone “.

 

                ” Uno stato di degrado grave quanto inaccettabile – stigmatizza Capodanno -. A ragione di ciò, oltre a sollecitare l’Asìa ad attivare tutte le procedure di sua competenza, in particolare per la rimozione immediata dei rifiuti ingombranti, attraverso l’apposito servizio, si rinnova l’appello agli uffici competenti affinché venga sollecitamente e opportunamente incentivata la vigilanza su tutto il territorio, pure attraverso il potenziamento dei cosiddetti “vigili ecologici”, individuando i trasgressori, anche attraverso l’utilizzo del sistema di videosorveglianza e comminando le sanzioni del caso ”.

 

                ” Così come occorre – puntualizza Capodanno – condurre in tempi rapidi, in applicazione a quanto previsto dagli artt. 7 e 7-bis  del D.L. 172/2008, convertito nella legge 210/2008, un’idonea campagna informativa, anche con iniziative di formazione e attraverso l’inserimento dell’educazione ambientale nei programmi scolastici,  per una maggiore diffusione non solo delle modalità per lo smaltimento e la raccolta dei rifiuti solidi urbani, compresi quelli nocivi e quelli ingombranti, ma anche delle sanzioni previste nei confronti degli inadempienti “.

 

 

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteElezioni Blasi ItalExit : le famiglie annaspano per i rincari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui