Advertisement

Inflazione. Paolo Capone, Leader UGL: “Subito Flat tax e taglio del cuneo fiscale per sostenere lavoratori e imprese”

“La riduzione della pressione fiscale è la madre di tutte le riforme, essenziale per sostenere la crescita del Paese e l’occupazione. La complessità che caratterizza il nostro sistema tributario, unitamente al peso ormai insostenibile e all’iniquità della tassazione, rappresentano uno dei principali freni che ostacola imprese e lavoratori. Come UGL, ribadiamo la centralità di misure come il taglio del cuneo fiscale sul lavoro in maniera strutturale e consistente e, al contempo, la semplificazione dell’Irpef, fino ad arrivare alla flat tax, con rafforzamento delle detrazioni per carichi familiari e per i redditi da lavoro e da pensione. In tal senso, occorre estendere la flat tax al 15% ai lavoratori autonomi innalzando il tetto fino a 100mila euro prevedendo, inoltre, misure di decontribuzione per le aziende al fine di favorire le assunzioni e riattivare il mercato del lavoro. E’ necessario immettere subito liquidità nell’economia reale per contrastare l’impatto dell’inflazione, rafforzare il potere d’acquisto dei lavoratori e rilanciare i consumi”. Lo ha dichiarato Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, in merito alla riforma del fisco.

Advertisement

 

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteSOLIS STRING QUARTET & SARAH JANE MORRIS

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui