Advertisement
Domenica 18 settembre 2022 – Ore 21:00

 

Ariella Vidach AIEP

Advertisement

TOUCHING IN VR

 

Idea e Regia Claudio Prati e Ariella Vidach
Coreografia Ariella Vidach
Danzatrice in presenza Ariella Vidach

Danzatrici da remoto Margherita Landi (Firenze) e Alessia della Casa (Lugano)
VR/HR ricerca e sviluppo MEETinetrmedialab / LCV_FABlab SUPSI
Programmazione VR e Mozilla Hubs Giovanni Landi e Simone Verduci (ArchonVR Sagl)
Programmazione interattiva max/msp Paolo Solcia, Riccardo Santalucia
Programmazione visiva vvvv Sebastiano Barbieri, Francesco Luzzana
Scenografia e Luci Claudio Prati
Costumi AIEP/Ariella Vidach
Co-produzione Avventure in Elicottero Prodotti, Ariella Vidach, AIEP / MEET/intermedialab/Digital Culture Center / DiDstudio
In collaborazione/partenariato con MEET (IT)Digital Culture
Center / FIT Festival Internazionale del Teatro e della scena contemporanea – Lugano (CH) / SUPSI FABLAB / LCV di Lugano (CH)
Con il sostegno di Pro Helvetia – Fondazione svizzera per la cultura / DAC Comune di Lugano/ MIC Ministero della Cultura / Comune di Milano

 

SPAZIO MATTA

Via Gran Sasso 53 – Pescara

 

 

Corpografie chiuderà domenica 18 settembre la sua nona edizione presentando un progetto sperimentale che indaga la danza nella realtà virtuale: TOUCHING IN VR. Sul palco dello Spazio Matta, alle ore 21:00, la danzatrice e coreografa Ariella Vidach (AIEP), ideatrice e regista della performance insieme a Claudio Prati, darà vita a un progetto che individua nella realtà virtuale lo spazio deputato a ripensare la coreografia, ad espandere le dimensioni del nostro abitare e a riflettere sulla distanza come spazio, possibilità, apertura e dimensione specifica del nostro tempo.

Nata per immaginare nuovi formati di fruizione successivamente al periodo del lockdown causato dalla pandemia Covid-19, la performance di danza contemporanea, suddivisa in due moduli consecutivi, presenta una risposta innovativa alla necessità del contatto tra corpi e alla ricerca di nuove condizioni spaziali in cui inscrivere il corpo, la composizione coreografica e con esse il sistema di relazioni che lo spettacolo dal vivo attiva.

2 danzatrici da remoto (Margherita Landi da Firenze e Alessia della Casa da Lugano) e una in presenza (Ariela Vidach), danzeranno una coreografia fatta di nuove modalità di intrecci, di gesti, di contatti in uno spazio virtuale creato appositamente e condiviso. Una dimensione coreografica innovativa che pone e impone delle inedite metodologie compositive. Il modulo, realizzato con il pubblico in presenza, permetterà agli spettatori in platea di assistere in simultanea sia alla performance reale che a quella dei 2 avatar danzanti visibili su grande schermo, osservati da punti di vista diversi, come anche la soggettiva della danzatrice in presenza e le inquadrature delle telecamere virtuali.

Al termine della performance ci sarà un incontro con il pubblico che sarà invitato a prendere parte ad un’esperienza immersiva, indossando i visori per entrare in uno spazio per elaborare una danza di contatto in forma virtuale.
I partecipanti/avatar saranno in grado di usare le mani con la stessa articolazione e sensibilità delle persone fisiche. La loro relazione attiverà un’esperienza assolutamente reale nel contesto VR permettendo di vivere una sensazione di contatto tra corpi.

 

La performance chiude la rassegna di danza contemporanea applicata agli audiovisivi ideata e diretta dalla danzatrice e coreografa Anouschka Bordacz (Gruppo Alhena), che ha visto dall’inizio del mese alternarsi a Pescara spettacoli internazionali di sperimentazione e in anteprima, firmati da prestigiosi performer-ricercatori del movimento, tra cui Marion Castaillet, Valeria Russo e Lucas Monteiro Delfino del Balletto di Sardegna, Sara Lupoli e Jessica D’Angelo.

 

 

AiEP è un laboratorio artistico che ha fatto delle nuove tecnologie un punto di ricerca espressiva attenta all’innovazione del linguaggio e centrata su contenuti attuali come
quello della percezione del proprio corpo nei confronti dell’ambiente virtuale. In oltre vent’anni di attività i direttori artistici, Ariella Vidach (coreografa e danzatrice) e Claudio Prati (videoartista), hanno esplorato l’utilizzo dei media interattivi in relazione al corpo e al movimento, creando opere d’arte multimediali sempre più raffinate e suggestive.
Oltre alla produzione di spettacoli, AiEP svolge presso la Fabbrica del Vapore di Milano un importante ruolo di diffusione delle conoscenze sulle tecnologie interattive applicate
all’arte performativa, organizzando festival e residenze produttive per giovani autori. Dopo aver fondato a Lugano, nel 1988 l’Associazione culturale AiEP (acronimo di Avventure in Elicottero Prodotti) per la produzione e promozione delle arti multimediali, nel 1996 viene
creata a Milano la compagnia di danza contemporanea Ariella Vidach – AiEP, con lo scopo di approfondire la ricerca nell’ambito delle nuove tecnologie digitali applicate alla danza e alle arti performative. Da allora il confine tra corpo, coreografia e sistemi interattivi si è andato assottigliando e le interferenze tra arte e tecnologia sono diventate sempre più suggestive. La Compagnia AiEP è stata insignita nel 2013, per il lavoro innovativo e di ricerca tra tecnologia
interattiva e danza, con il premio WSA e-content creativity promosso dalle Nazioni Unite. Nel 2017 AiEP riceve il riceve il “premio speciale” ai Premi della danza svizzera.

 

 

 

Prenotazioni e biglietti: +39 347 1643014

Info artistiche: +39 380 3322179

Il programma completo è sulla pagina FB di Corpografie

 

CORPOGRAFIE è una rassegna realizzata dal Gruppo Alhena con il sostegno del Consiglio Regionale di Regione Abruzzo, Fondazione Pescarabruzzo, Zanichelli ed Ecovox

Partners: Florian Metateatro, Gruppo E-Motion ETS, Liceo Coreutico di Teramo, Liceo Coreutico di Pescara, Associazione Ventottozerosei (festival CINEMATICA), Il Teatro a passo di Danza e Canova 22.

Media partner: Radio Parsifal.

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Italia Nostra, LAAD e Artisti per il MATTA

 

 

 

CORPOGRAFIE

Anouscka Brodacz direzione artistica

Andrea Micaroni direzione tecnica generale e direzione artistica di Corpografie Off e Whireless

Antonio Lioci collaborazione tecnica Suono

Cristina Squartecchia Dansomanie

Emanuela D’Agostino organizzazione

Elena Mastracci organizzazione

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteCYBERSECURITY, UN CORSO CERTIFICATO FÒREMA PER DIFENDERSI DAGLI HACKER
Articolo successivoLA VERITA’ è il nuovo singolo di Weid.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui