Advertisement

TEMPI SBAGLIATI, ECCO IL NUOVO PODCAST DI GRUPPO CAP PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITÀ ALLA GENERAZIONE Z

 

Advertisement

Dopo l’esperienza di The Source, Gruppo CAP torna con un podcast per parlare ai più giovani di ambiente, clima e sviluppo sostenibile. A fare gli onori di casa Sofia Pasotto, giovanissima divulgatrice e tiktoker in dialogo con sei personaggi dell’arte, del design, della moda e delle istituzioni.

 

Giovani e ambiente costituiscono ormai un binomio inscindibile nel dibattito pubblico e politico. Le ansie di un’intera generazione per un futuro sempre più incerto riguardo al consumo delle risorse naturali esigono risposte. E la risposta, per Gruppo CAP, si chiama Tempi Sbagliati. Un podcast che ci conduce in un viaggio alla scoperta di cosa significa occuparsi di sostenibilità quando si ricoprono ruoli di responsabilità. Alla guida di questo viaggio c’è Sofia Pasotto, giovane divulgatrice ambientale che, nel corso delle sei puntate, si confronta con figure simbolo di diversi mondi dell’impresa, del design, dei servizi e delle istituzioni.

 

Prodotto da DUDE Originals per Gruppo CAP, gestore del servizio idrico della Città metropolitana di Milano, Tempi Sbagliati ha l’obiettivo di parlare al presente per raccontare un futuro vicinissimo, sensibilizzare le persone, e in particolare la generazione Z, a un consumo consapevole di acqua e di tutte le risorse che stiamo dando per scontato.

 

Disponibile a partire dal 20 settembre su tutte le principali piattaforme di streaming, in Tempi Sbagliati si parla del presente del pianeta e soprattutto del futuro che ci aspetta se non cominciamo davvero ad avere a cuore la sostenibilità. Ma quanto si tratta di responsabilità personale e quanto di meccanismi e dinamiche più grandi di noi? Abbiamo ancora qualche speranza o i tempi iniziano a essere sbagliati? Sofia Pasotto chiacchiera con esperti che toccano quotidianamente le difficoltà e le possibilità legate alla sostenibilità, tra Presente Compromesso, Passato Ambiguo, Imperativo Attivo e Futuro Possibile, i quattro pilastri attorno a cui si sviluppa ogni puntata.

 

Tempi Sbagliati esplora diversi ambiti della sostenibilità attraverso voci eterogenee: dal mondo del design con Rossana Orlandi alla moda con Simon Giuliani, passando per quella dello chef stellato Pietro Leeman, del mondo dell’energia di Sara Capuzzo di ènostra, quello delle istituzioni con Andrea Guerrini di ARERA e dell’industria e delle utility con Alessandro Russo di Gruppo CAP.

 

Sofia Pasotto, 22 anni, laureata in studi internazionali all’Università di Trento studentessa al Master of Science in Climate Change, all’Università di Copenaghen, è una giovane divulgatrice, tiktoker e attivista per l’ambiente. Su TikTok, dove ha 50mila follower, realizza video attraverso i quali condivide messaggi per la salvaguardia ambientale e cerca di spiegare quali siano i gesti quotidiani che ognuno di noi può mettere in pratica per far qualcosa in prima persona per contrastare gli effetti del cambiamento climatico.

 

Tempi Sbagliati è il terzo podcast prodotto da Gruppo CAP. Un anno aveva realizzato “The Source”, il primo podcast italiano di climate fiction che racconta gli effetti e le conseguenze dei cambiamenti climatici in un’afosa estate italiana del 2035. A giugno 2022 ha lanciato “Capirci un Tubo”, il primo podcast di divulgazione scientifica dedicato interamente all’acqua, da quella del rubinetto fino a quella su Marte e nello spazio. Anche questi podcast si possono ascoltare su tutte le principali piattaforme di podcasting e streaming.

Tutte lei informazioni e i link per ascoltare il podcast si trovano su Gruppo Cap/Tempi Sbagliati

 

Tempi Sbagliati – Le Puntate:

 

  1. Design e gentilezza con Rossana Orlandi

Sofia cerca di rispondere a una domanda: dobbiamo temere la plastica? Secondo Rossana Orlandi, guru del design e icona di stile, dobbiamo solo saperla usare bene: lo dimostra l’iniziativa RoGuiltlessPlastic.

 

  1. Moda e innovazione con Simon Giuliani

Simon e Sofia si confrontano sulla bellezza della moda sostenibile e sull’importanza delle scelte consapevoli, partendo dall’esperienza di Simon come Global Marketing Director in Candiani SpA, leader mondiale nella produzione di denim di alta gamma.

 

  1. Alimentazione e semplicità con Pietro Leeman

Sofia chiacchiera con Pietro Leemann, chef illuminato che nel 1989 ha fondato il Joia, primo ristorante in Europa a guadagnarsi una stella Michelin con una cucina totalmente vegetariana.

 

  1. Energia e nuove generazioni con Sara Capuzzo

Sara Capuzzo, presidente di ènostra, racconta che cosa sono le comunità energetiche e assieme a Sofia ci guida attraverso il complicato mondo dell’energia sostenibile.

 

  1. Acqua e piccoli, grandi gesti con Alessandro Russo

Dove va l’acqua quando inizia a scorrere dal rubinetto? Possiamo usarla per ricavarne energia pulita? Perché è importante non sprecarla e come possiamo evitare di farlo? Ce lo spiega Alessandro Russo, Presidente e Amministratore Delegato di Gruppo CAP.

 

  1. Risorse e responsabilità con Andrea Guerrini

ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, ha la funzione di favorire lo sviluppo di mercati concorrenziali nelle filiere elettriche, del gas naturale e dell’acqua potabile, teleriscaldamento/teleraffrescamento e smaltimento dei rifiuti. Ce ne parla Andrea Guerrini, che con Sofia fa luce sul prezioso servizio di tutela che svolge.

 

 

 

Gruppo CAP

Gruppo CAP è la realtà industriale che gestisce il servizio idrico integrato sul territorio della Città metropolitana di Milano secondo il modello in house providing, cioè garantendo il controllo pubblico degli enti soci nel rispetto dei principi di trasparenza, responsabilità e partecipazione. Attraverso un know how ultradecennale e le competenze del proprio personale coniuga la natura pubblica della risorsa idrica e della sua gestione con un’organizzazione manageriale del servizio idrico in grado di realizzare investimenti sul territorio e di accrescere la conoscenza attraverso strumenti informatici. Per dimensione e patrimonio Gruppo CAP si pone tra le più importanti monoutility nel panorama nazionale. Nel 2022 si è aggiudicato il premio Top Utility Ten Years come Utility italiana più premiata negli ultimi dieci anni.

 

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteAGORA’ – TEATRO E MUSICA ALLE RADICI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui