Advertisement

DP World Tour: South African Open con E. Molinari, Paratore e Laporta

 

Advertisement

Australian Open: Cameron Smith favorito. C’è Pavan

 

Edoardo Molinari, Renato Paratore e Francesco Laporta saranno nel field dell’Investec South African Open Championship (1-4 dicembre), evento organizzato in collaborazione tra DP World Tour e Sunshine Tour che avrà luogo al Blair Atholl Golf & Equestrian Estate, a Lanseria, nei pressi di Johannesburg.

L’Investec South African Open Championship è un torneo di grande tradizione, nato nel 1903 e giunto alla 112ª edizione, che tutti i giocatori di casa vorrebbero avere nel loro palmarès. E non è un caso se il campione simbolo del Sudafrica, Gary Player, lo abbia vinto per ben 13 volte, tra il 1956 e il 1981, e se altri due grandi lo seguano nell’albo d’oro, Bobby Locke con 9 successi, tra il 1935 e il 1955, e Sid Brews con 8, tra il 1925 e il 1952.

Difenderà il titolo, e sicuramente lo farà con grande determinazione, Daniel Van Tonder, 31enne di Soweto, otto vittorie sul Sunshine Tour e una sul DP World Tour, che avrà tra i più agguerriti avversari proprio i suoi connazionali tra i quali ricordiamo Charl Schwartzel, Branden Grace (suo il titolo nel 2020), Dylan Frittelli, Dean Burmester, Thriston Lawrence, Hennie Du Plessis, Zander Lombard e Louis De Jager, per citarne alcuni. Proveranno a sovvertire le previsioni della vigilia, che sono tutte in chiave sudafricana, gli spagnoli Jorge Campillo e Adrian Otaegui, lo scozzese Scott Jamieson, gli inglesi Marcus Armitage e Dale Whitnell, lo statunitense Sean Crocker e il cinese Ashun Wu. Da seguire il 23enne neopro inglese Dan Bradbury che domenica scorsa si è imposto nel Joburg Open, la sua terza gara disputata sul DP World Tour dove è entrato a pieno titolo. Oltre a Van Tonder e a Grace vi saranno altri quattro past winner: l’inglese Graeme Storm (2017) e i sudafricani Brandon Stone (2016), Hennie Otto (2011), due Open d’Italia per lui (2008, 2014), e Richard Sterne (2008).

Molinari è alla prima gara nel circuito continentale 2023, iniziato come di consueto con anticipo sull’anno solare. Vice capitano nel Team Europe, con Thomas Bjorn e con Nicolas Colsaerts per la Ryder Cup 2023, proverà a dare seguito alle buone prove della stagione precedente. Laporta, entrato nel field con il secondo posto nella qualifica, e Paratore hanno debuttato la scorsa settimana con un buon esito, classificandosi rispettivamente al 13° e al 33° posto. Il montepremi è di 1,500,000 dollari (circa 1.440.000 euro).

Il torneo su Discovery Plus – L’Investec South African Open Championship sarà teletrasmesso su Discovery Plus con collegamenti ai seguenti orari: giovedì 1° dicembre e venerdì 2, dalle ore 11 alle ore 16; sabato 3 e domenica 4, dalle ore 10,30 alle ore 15,30.

 

ANDREA PAVAN ALL’AUSTRALIAN OPEN – Seconda gara consecutiva in Australia per Andrea Pavan che prende parte all’ISPS HANDA Australian Open, la prestigiosa gara, giunta alla 105ª edizione, in calendario nel DP World Tour 2023 e organizzata in collaborazione con la PGA of Australia dal 1° al 4 dicembre. Sul percorso del Victoria Golf Club di Melbourne, che ospita per la quarta volta l’evento, difende il titolo conquistato nel 2019 (nei due anni successivi stop per la pandemia) l’australiano Matt Jones, 42enne di Sydney a segno anche nel 2015, che vanta pure due successi sul PGA Tour dove svolge prevalentemente la sua attivtà.

Fari puntati, però, su Cameron Smith, numero tre mondiale e dominatore la scorsa settimana dell’Australian PGA Championship, che si propone nuovamente come grande favorito in un field dove figurano coloro che hanno provato a tenergli testa nell’occasione: Jason Scrivener e il giapponese Ryo Hisatsune, secondi, Min Woo Lee e l’inglese John Parry, quarti.

Tra gli altri concorrenti che possono puntare in alto gli australiani Adam Scott, atteso alla prova dopo il 28° posto di domenica scorsa e vincitore di questo evento nel 2009, Marc Leishman, Wade Ormsby e Daniel Hillier, il neozelandese Ryan Fox, secondo nella money list del DP World Tour 2022, i gemelli danesi Rasmus e Nicolai Hojgaard, il giapponese Masahiro Kawamura, lo spagnolo Alejandro Cañizares e gli inglesi Tom Lewis e David Howell. Quest’ultimo è il secondo, con 708, per numero di gare disputate sul circuito continentale e mira a superare lo spagnolo Miguel Angel Jimenez, leader di questa graduatoria arrivato a quota 719.

Numerosi i past winner. Oltre a Jones e a Scott, saranno in campo Cameron Davis (2017), Greg Chalmers (1998, 2011), Geoff Ogilvy (2010), John Senden (2006), Robert Allenby (1994, 2005), Peter Lonard (2003, 2004), Stephen Allan (2002) e Peter Fowler (1983).

L’albo d’oro del torneo, nato nel 1904, ha la firma di tanti grandi giocatori tra i quali il sudafricano Gary Player, recordman con sette vittorie tra il 1958 e il 1974, seguito da Jack Nicklaus con sei e da Greg Norman, con cinque, che condivide la terza posizione in questa graduatoria con il dilettante Ivo Whitton, che ha siglato la cinquina tra il 1912 e il 1931. In contemporanea, sempre a Melbourne negli stessi giorni, si svolgerà l’ISPS HANDA Women’s Australian Open senza italiane in gara.  Il montepremi è di 1.700.000 dollari australiani (circa 1.090.000 euro).

Diretta su Discovery Plus – L’ISPS HANDA Australian Open andrà in onda su Discovery Plus con collegamenti ai seguenti orari: giovedì 1° dicembre e venerdì 2, dalle ore 2 alle ore 7; sabato 3, dalle ore 4 alle ore 9; domenica 4, dalle ore 2 alle ore 7.

 

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteITACA CORRE PER TELETHON
Articolo successivoGiocaCultura di domenica 4 dicembre: “L’Acquerello. Infinite sfumature sulla carta” in Pinacoteca Civica “Vincenzo Bindi”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui