Advertisement

ITACA CORRE PER TELETHON

Due le squadre Itaca presenti quest’anno alla Staffetta 24 X 1 ora a sostegno di Telethon: una formata dai beneficiari presenti nei servizi pordenonesi co-progettati con AsFO, il Centro diurno Progetto Autismo di via Canaletto, i Moduli Autismo di Borgomeduna e di Villanova, le Unità educative territoriali Noi artisti di strada e Seminario; l’altra costituita dal Gruppo cammino del Comune di San Stino di Livenza.

Advertisement

 

 

PORDENONE–SAN STINO DI LIVENZA. Sono già oltre 530 le squadre iscritte alla 24^ edizione della Staffetta 24 X 1 ora, il grande abbraccio solidale di Telethon Udine. Prevista in presenza il 3 e 4 dicembre nel cuore di Udine con la presenza di Katia Aere, bronzo alle Paralimpiadi di Tokio nell’handbike, in veste di testimonial, l’edizione 2022 consentirà anche la partecipazione “virtuale” tramite apposita App. Come da sette anni a questa parte, alla manifestazione aderisce la Cooperativa sociale Itaca, quest’anno con due squadre: una chiamata “Diversamente in azione per Telethon” che vede la partecipazione di persone con disabilità appartenenti ai servizi in co-progettazione con AsFO, ovvero il Centro diurno Progetto Autismo di via Canaletto, i Moduli Autismo di Borgomeduna e di Villanova, le Unità educative territoriali Noi artisti di strada e Seminario; l’altra “Insieme al passo per Telethon” formata dal Gruppo cammino del Comune di San Stino di Livenza, progetto di inclusione sociale e cohousing.

 

IL COINVOLGIMENTO DELLE FAMIGLIE

“Abbiamo condiviso con le famiglie l’importanza di partecipare attivamente alla comunità che abitiamo – spiega Michele Benvenuto, coordinatore del Centro diurno via Canaletto di Pordenone -. Possiamo pensare di mettere in discussione gli stereotipi abitando la città e coinvolgendo attivamente le famiglie in un’idea di servizio aperto al territorio. A volte, la complessità di alcune iniziative può non essere alla portata della singola persona, ed è qui che si rivela il ruolo della famiglia quale punto di riferimento rispetto al sistema di valori e all’impegno di solidarietà. Per questo abbiamo chiesto alle famiglie di partecipare all’iniziativa e di aderirvi anche attraverso l’impegno per la quota di iscrizione della squadra”.

 

GLI OPERATORI E IL LORO RUOLO

Gli operatori di Itaca impegnati nel territorio si interrogano continuamente sul loro ruolo, orientato al sostegno della persona, all’espressione del sé, secondo attitudini e preferenze. “È stato sorprendente scoprire – continua Benvenuto – quanto ciò sia vero e possibile anche nelle situazioni più complesse. Non aver accesso alla tecnologia non è una barriera se ci sono attività stimolanti in cui impegnarsi e che piacciono: c’è sempre il tutor o il sostegno giusto”. Ecco che per la Staffetta Telethon gli operatori coinvolti faranno da mediatori tecnologici tra l’organizzazione e i componenti delle squadre.

 

LE PERSONE E LA LORO PREPARAZIONE

Tutto parte dalla motivazione e dalle preferenze personali, “nella consapevolezza che le persone adulte che frequentano i nostri servizi, se supportate, riescono ad esprimere e dimostrare ciò a cui si appassionano di più. Molti apprezzano stare all’aperto, fare lunghe camminate, altri si sono impegnati per costruire gruppi di cammino, qualcuno si è misurato con la pista di atletica per sperimentarsi nelle corse. Tutta questa attività motoria fa bene alla salute, viene mantenuta durante tutto l’anno e questa occasione consente di mettere i risultati di tanto allenamento, in termini di forza e tempi di tenuta, a disposizione di una causa nobile”.

 

IL DOPPIO SENSO DELLA MANIFESTAZIONE

Partecipare per contaminare e promuovere l’attivazione della comunità a favore di Telethon, “sensibilizzare i cittadini che con sguardo sorpreso adocchieranno le nostre pettorine e magari ci avvicineranno per salutarci e scambiare qualche battuta. Noi siamo aperti all’incontro – conclude Benvenuto -:  è il vantaggio del passo lento, che permette di incontrare gli altri. Ma anche partecipare per continuare a ridefinire, con azioni concrete, le rappresentazioni delle persone con disabilità nella narrativa comune e nella comunità, persone con possibilità, gusti personali, capacità, desiderio di relazioni”.

 

https://lagazzetta.itaca.coop/2022/11/30/itaca-corre-per-telethon-3/

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedente“IL MOSTRO DEL LODIGIANO”
Articolo successivoGOLF – DP World Tour: South African Open e Australian Open con quattro azzurri

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui