Advertisement

Vladimir Luxuria a Radio Cusano Campus: “Fabrizio Corona? Non ho nulla da imparare dagli insulti. Quello del Roma Pride è un compleanno importante perché trent’anni fa era una sfida”.

Ospite dell’ultima puntata di “Turchesando”, il programma condotto da Turchese Baracchi in onda ogni martedì dalle 18 alle 20 su Radio Cusano Campus e in radiovisione su Cusano Italia Tv (canale 122 del digitale terrestre), l’attivista, conduttrice e drammaturga Vladimir Luxuria, reduce dalla conduzione dell’ultima edizione de “L’Isola dei famosi”.

Advertisement

Risposta alle dichiarazioni di Fabrizio Corona

Nel corso dell’intervista, Luxuria ha reagito alle affermazioni di Fabrizio Corona che aveva dichiarato: “Come ca*zo fai a far condurre ad un uomo vestito da donna un reality su Canale 5 che guardano le famiglie?“. Vladimir ha risposto così: “Guarda, io sono sempre pronta ad accettare le critiche quando sono costruttive, perché nessuno nasce imparato. Uno magari si cimenta per la prima volta con la conduzione di un programma, una diretta importante e difficile, con tutti i problemi anche di collegamento. E quindi ci sta che cerca di prendere il meglio dalle critiche per migliorare. Ma quando si passa all’insulto cosa devo imparare? Nulla. Non me lo sarei mai aspettato da Corona. Ricordo che quando vinsi “L’Isola dei Famosi”, eravamo insieme all’inaugurazione di un locale in Puglia e mi disse che secondo lui avrei dovuto condurre un programma con Belen. È incredibile come ora scenda così in basso.”

Luxuria ha inoltre espresso sorpresa per il cambiamento di Corona, ricordando che quest’ultimo si era dichiarato bisessuale e aveva parlato della sua presunta storia con Urtis, così come delle dichiarazioni vere o false di Lele Mora. “Anch’io conduco una trasmissione radiofonica e quando ho saputo che sarebbe diventato padre, gli avevo fatto gli auguri sperando che questa cosa lo facesse mettere la testa a posto. Mi sa di no, però. Purtroppo, è stato anche accusato di diffamazione recentemente, non da me, da altri” commenta Luxuria.

Riflessioni su “L’Isola dei Famosi”

Luxuria ha parlato anche della sua esperienza alla conduzione de “L’Isola dei Famosi”, affermando di essere pronta a ricevere critiche costruttive ma non offese sulla sua identità: “In generale, non è stato considerato uno scandalo il fatto che conducessi l’Isola, devo dire dal pubblico mainstream. Non ho avuto grosse critiche su questa cosa, solo qualcuno, come Corona, ma poca roba. Questo mi fa sperare che la gente stia cominciando a imparare a giudicarci non per la nostra identità sessuale, ma per le qualità vere che sono la generosità, l’altruismo, la bontà. Sono molto contenta del lavoro che ho fatto. Alla fine della prima puntata non potevo credere di avercela fatta. Ho imparato tantissimo, ho lavorato con dei professionisti e credo di essere cresciuta molto. Le critiche ci possono stare, ma quando vado in giro per strada le persone mi fanno i complimenti per la professionalità e l’eleganza.

Il Pride di Roma e l’evoluzione del movimento LGBTQIA+

Riguardo al Pride di Roma del 15 giugno, Luxuria ha condiviso i suoi ricordi del primo Pride in Italia nel 1994 e l’evoluzione del movimento LGBTQIA+: “È un compleanno importante perché trent’anni fa era una sfida. Proponemmo di fare il Pride per la prima volta in Italia proprio a Roma. Molti temevano il flop, ma già nel 1994 vennero 20.000 persone. Ricordo la mia emozione quando sul lungotevere vidi questo fiume di persone allegre e felici. Da allora, ogni anno sempre più città partecipano al Pride con eventi colorati e pacifici.

Luxuria ha anche preso posizione sugli ormoni per adolescenti transgender, raccontando la sua esperienza personale e sottolineando l’importanza di ascoltare e supportare i giovani: “Esiste un’adolescenza trans. Io ricordo bene quando avevo 12 anni e già giocavo con le bambole. I genitori che comprendono e supportano i loro figli dovrebbero avere la possibilità di utilizzare farmaci che sospendono la pubertà, facilitando il percorso dei giovani trans. Non è un capriccio, non è una moda, è un’essenza.

“Princesa” a teatro

Infine, Vladimir Luxuria ha annunciato le date del suo spettacolo teatrale “Princesa”, che si terrà il 13 giugno a Genova e il 19 giugno a Milano. Lo spettacolo racconta la storia intensa e commovente di una persona trans che ha vissuto molte difficoltà, ispirando Fabrizio De André a scrivere la canzone “Princesa”. “Ogni volta che faccio questo spettacolo mi emoziono tantissimo. La storia di Fernanda Princesa è una testimonianza potente di lotta e ricerca della felicità” ha commentato Luxuria”.

Per vedere l’intervista: https://youtu.be/ZOFCkIKkuiM?si=MeuALqLqZdM8CCAd

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteSocial e Medicina Estetica. Nasce ASSOMEDICOM per salvare medici e pazienti dalla pubblicità sanitaria scorretta.
Articolo successivoMilano diventa capitale mondiale della ricerca.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui