Advertisement

PRIDE VILLAGE VIRGO
XVII Edizione

 

Advertisement

Il teatro protagonista al Pride Village Virgo
Sul palco del Festival Pierluca Mariti (@piuttosto_che), Lorenzo Balducci e Serafino Iorli

 

Domenica 30 giugno extra date con Stella Bossi
regina indiscussa della musica techno

 

Il programma da mercoledì 26 a domenica 30 giugno

Sarà una settimana molto ricca quella che prenderà il via mercoledì 26 giugno al Pride Village Virgo, il grande Festival LGBTQIA+ italiano che fino al 7 settembre porterà alla Fiera di Padova i grandi nomi dello spettacolo, della cultura e dell’entertainment italiano ed internazionale.

 

Il programma che si apre il 26 giugno vedrà protagonisti grandi nomi del teatro e della stand up comedy italiana. A cominciare da Pierluca Mariti, conosciuto online anche come @piuttosto_che, cui spetta il compito di scaldare i motori in questo ultimo mercoledì del mese.

 

Dopo il tour del suo primo spettacolo Ho fatto il Classico, che tra il 2022 e il 2023 ha raggiunto le cinquanta repliche con innumerevoli sold out tra Italia ed Europa, Pierluca Mariti arriva al Pride Village Virgo per raccontarsi con leggerezza e autoironia, tra vicende personali ed esperienze collettive, viste ovviamente attraverso la lente dell’ironia. Tra stress da vita adulta e ricordi di infanzia, dinamiche famigliari senza tempo e nuove sfide per un artista in ascesa, tentativi di cambiare e consapevolezze di doversi accettare per come si è, Pierluca prova a mettere ordine ai pensieri e a raccontare ciò che normalmente non porta sugli schermi dei social.

 

Ad accogliere il pubblico all’apertura dei cancelli sarà come di consueto l’Aperitivo con Virgo Radio e i successi musicali del momento. Al termine dello spettacolo, tutti in pista nella Pink Arena con la Disco2000 di Babel Dj e Alex da Vinci.

 

[Ingresso gratuito dalle 19:30 alle 22:00; €3 dalle 22:00 alle 2:00]

 

La grande comicità continua ad aleggiare sulla Fiera di Padova anche giovedì 27 giugno con l’arrivo al Festival di Lorenzo Balducci e il suo ultimo spettacolo “E.G.O. Extreme Game Over” . Chi di noi non si è posto l’amletico quesito di cosa ci aspetti al termine della nostra esistenza? Con il suo inimitabile stile da performer, Lorenzo Balducci passerà in rassegna le tragicomiche strategie con le quali rifuggiamo dal pensiero della nostra dipartita. Come l’ossessione per la chirurgia plastica per esorcizzare la vecchiaia o l’uso spasmodico di app per incontri. Perché la paura della morte è soprattutto un business che fattura miliardi, ne sanno qualcosa le industrie farmaceutiche, spacciatrici di improbabili e a volte grotteschi elisir di eterna giovinezza. Lo spettacolo, scritto da Riccardo Pechini e Mariano Lamberti e diretto da Lamberti trova in Balducci, attore poliedrico e star del web, un interprete capace di divertire pur trattando temi scomodi e importanti. E, come direbbe Marcello Marchesi “Spero che la morte mi colga ancora vivo”.

 

Ad allietare ulteriormente la serata ci penseranno il Dinner Show con Lucrezia Borkia e Cristy Mc Bacon e la dance di Gianluca Pacini, che animerà nella Pink Arena “Italo Disco”, un sing along party per cantare e ballare insieme i più grandi successi della musica italiana.

 

[Ingresso gratuito dalle 19:30 alle 22:00; €3 dalle 22:00 alle 2:00]

 

Sarà ancora il Teatro a scaldare i motori del lungo weekend targato Pride Village Virgo, che questa settimana arriverà ad abbracciare anche la domenica. Venerdì 28 giugno sarà di scena Serafino Iorli con il suo nuovo spettacolo “Mammoletta”, scritto insieme all’autrice Federica Tuzi, per la regia di Mariano Lamberti, nel quale l’attore, dopo “Un bacio senza nome”, in cui ripercorreva la storia del movimento lgbtq+ in Italia, ci racconta la storia di un’altra Italia, quella che non si è mai voluta evolvere. La storia è ambientata durante il boom economico degli anni ’60 e racconta di quel figlio maschio che di nascosto gioca con le bambole preferendole alle macchinine. Il cortocircuito tra una madre impotente, un padre padrone e un figlio che si invaghisce dei suoi compagni di scuola.

 

Una storia diversa, ma non per questo meno intensa è quella che Saif ur Rehman Raja racconta nel suo romanzo d’esordio “Hijra” (Fandango Libri). Per Saif c’è un prima e un dopo, il prima è l’infanzia a Rawalpindi, insieme ad Amma Shakeela, sua mamma, i due fratelli minori e la grande famiglia del nonno materno, tutti dentro la stessa casa con il cortile scoperto da cui entra la pioggia e si vede il cielo, con la ritualità delle spezie e il cibo in comune, come anche i problemi; un dopo solitario a undici anni, quando Amma raggiunge Abba Shabbir, suo padre, in Italia, con i figli minori. Troppo pakistano per gli italiani, troppo italiano per i pakistani, Saif diventa un apolide involontario, senza un paese che lo accolga e senza una famiglia che lo riconosca, perché è omosessuale, o come dice il padre, un “hijra”, un mezzo uomo da virilizzare a forza di botte. Un ragazzo in bilico tra due culture, ostaggio di un doppio pregiudizio, determinato a decidere da sé sui propri desideri, sulla propria identità e sulla propria appartenenza.

 

Al termine dello spettacolo inizierà il primo dei grandi party del fine settimana: Eldorado, evento firmato Muccassassina che vedrà in consolle Phil Romano, Daniele Cossu, Federico Tessari e, in qualità di special guest, Farida Kant e  Melissa Bianchini.

 

[ingresso gratuito tra le 19:30 e le 21:00, 9 € tra le 21:00 e le 4:00]

 

Una grande festa che si protrarrà anche sabato 29 giugno con la Réunion storica della mitica festa Folies de Pigalle che porterà il pubblico sulle bianche spiagge della Florida con “Miami Beach” curata dall’Art Director Giuliano Bavutti.

 

Un’occasione unica per vedere di nuovo insieme nel Pride World Claudio di Rocco, Federica Baby Doll, Andy J, Lele Folies e Yvonne o’Neill. In consolle nella Pink Arena: Mattew Wonderbratz.

 

In attesa dell’inizio dello show, il pubblico potrà approfittare, accompagnato dalle note di Virgo Radio, per prendere l’aperitivo e cenare in uno dei ristoranti che quest’anno hanno spostato il loro giardino estivo al festival: la pizzeria napoletana “I Borboni”, la Paninoteca “Il Vizio”, il “B Gall Drink & Restaurant” e il “Ginkgo Sushi”.

 

[ingresso gratuito tra le 19:30 e le 21:00, 9 € tra le 21:00 e le 23:30, 18€ con 1 consumazione inclusa tra le 23:30 e le 4:00]

 

Questo weekend il Pride Village Virgo diventa il Festival con un giorno in più. Sarà infatti eccezionalmente aperto anche domenica 30 giugno, dalle 18.00 a mezzanotte per ospitare «La DJ techno di Berlino più amata su Instagram» secondo Vogue: Stella Bossi. Un evento che vede la collaborazione del Festival LGBTQIA+ più grande d’Italia e HER (House Electronic Rebel) con due realtà affermate nel mondo dello spettacolo dal vivo e già ben note al pubblico padovano e non solo: Zed Live e Overmind.

 

Eccentrica, selvaggia, senza regole e dal gusto stilistico unico, Stella Bossi con il suo stile unico riesce a dar vita alle feste più stravaganti e divertenti di tutti i tempi. Berlinese doc, cresciuta tra una festa e l’altra, ha però delle lontane origini italiane. Inarrestabile, ha fondato una sua etichetta musicale dove poter promuovere le sue passioni, con risultati sorprendenti. Nell’ottobre del 2020, ha iniziato a pubblicare la sua musica sul suo marchio chiamato “The Beat Must Fuck”, che già ha più streaming rispetto alla maggior parte delle etichette techno consolidate. Ora è resident DJ per la festa Symbioticka presso il famoso Kit Kat Club di Berlino e ha firmato alcuni grandi nomi del mondo della musica/techno nella sua etichetta. Tutti aspetti fanno di Stella la pioniera di una nuova generazione per la musica techno.

 

A completare la rosa di nomi di una serata che si preannuncia indimenticabile saranno poi Samantha Togni, Chippy Nonstop e Thomas Deil. La prima è una DJ e produttrice italiana che vive a Londra, dove gestisce Boudica, una piattaforma per donne e artisti non binari nella musica. Chippy Nonstop è una DJ, rapper, cantautrice, scrittrice, produttrice, attivista e organizzatrice di eventi di origini indiane, che al momento sta curando un progetto chiamato “Intersessions”, un’iniziativa sonora curata da e per le donne e la comunità LGBTQ+. Thomas Deil, infine, è un DJ e producer emergente nato proprio a Padova che si sta rapidamente facendo un nome grazie al suo sound unico, che unisce vari elementi di generi diversi per creare uno stile dinamico e completo.

 

[Early Bird 15 €  Prevendite online Ticket Master, Ticketone, Ticketsms e Ticketnation]

 

La XVII Edizione del Pride Village Virgo è organizzata con il patrocinio del Comune di Padova e Virgo Cosmetics. Title e Main Sponsor: Virgo Cosmetics. Partner del Village sono: Absolut, bitHOUSEweb, Coca-Cola, Red Bull.  Media partner: RTL 102.5.

 

Per informazioni e programma completo
www.pridevillagevirgo.it

 

Ufficio Stampa Pride Village Virgo
Giuseppe Bettiol
349.1734262
comunicati@giuseppebettiol.it
www.giuseppebettiol.it

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteThomas De Falco, d r e a m, 2024. Performance and soft installation.
Articolo successivoNapoli: al Coca-Cola Pizza Village vince la qualità e la cultura

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui