(N.B.) Massafra. Si conclude domani, 4 gennaio, l’apprezzata mostra allestita con collezioni di filatelia e immagini sacre dei collezionisti Nicola Fabio Assi, Antonio Carriero, Rocco Silvestri e Vito Antonio Tocci.
Si è tenuta nel corso della ventesima manifestazione “Natale nel Centro Storico” organizzata organizzata dal Circolo Filatelico “Antonio Rospo” con il patrocinio del Comune di Massafra, Assessorato alla Cultura e Consulta delle Associazioni in collaborazione con Poste Italiane e Federazione fra le Società Filateliche Italiane. E quest’anno anche con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci che ha ospitato la manifestazione nei suoi locali. Sono intervenutiil sindaco Fabrizio Quarto, l’Assessore Politiche Sociali – Istruzione – Terzo Settore e Pari Opportunità Maria Rosaria Guglielmi, ildelegato di Puglia e Basilicata della Federazione fra le Società Filateliche Italiane Sergio De Benedictis e il commissario della sezione di Massafra dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci Antonio Cerbino.
Nell’ambito della cerimonia, in una saletta laterale alla sala che ha ospitato l’intera manifestazione ha funzionato un ufficio postale temporaneo coordinato con gli impiegati Domenico Capriulo ed Antonio Fiorente (detto il “super bollatore”) che hanno apposto un annullo filatelico speciale con bozzetto dell’artista Giulio Mingolla, autore anche (con in primo piano Gesù, Giuseppe e Maria su uno scorcio della della città di Massafra), di una delle due cartolina filateliche, mentre l’altra con francobolli emessi negli anni sul Natale, è stata creata dal vice presidente Francesco Maria Rospo.Nel corso dell’evento è stato consegnato il Premio Catacchio cheda 14 anni viene assegnato in ricordo di Giovanni Catacchio, giornalista tarantino scomparso il 5 dicembre 2004 all’età di 39 anni. Era in servizio presso l’Ufficio Stampa dell’Asl Ta/1. Collaborava anche al quotidiano “Corriere del Giorno”, sul quale ha curato per 20 anni la “Rubrica filatelica” contribuendo alla diffusione della cultura filatelica fra i collezionisti di Puglia e Basilicata. Ha lasciato un gran vuoto tra i filatelici e non, anche per la sua grande disponibilità ed umanità. Il Circolo filatelico annualmente assegna questo premio in suo ricordo, grazie al particolare impegno del vice presidente Francesco Maria Rospo, ideatore dello stesso premio.
Alla consegna dei premi non sono potuti intervenire i genitori dello scomparto giornalista, la prof.ssa Maria Pia Battazzi e il dott. Riccardo Catacchio, giornalista, già direttore del Corriere del Giorno e scrittore, che ha inviato questa comunicazione: “Caro prof. Bellinvia, rammaricato di non poter intervenire, per sopraggiunti impedimenti personali, alla cerimonia del “Natale nel centro storico”, desidero far giungere a tutti i presenti il mio cordiale saluto augurale e le felicitazioni alle personalità prescelte per l'assegnazione del Premio dedicato alla memoria di Giovanni, giovane giornalista appassionato filatelista e vostro amico. Con viva cordialità, Riccardo Catacchio”.

Il PREMIO CATACCHIO 2018è stato conferito a cinque personaggi che amano la filatelia, un mondo di arte e di cultura senza confini di spazio, di tempo e d’idee. A ritirarlo gli stessi premiati che citiamo in breve di seguito.
= Dott. in Giurisprudenza MARCELLO BARLETTA, Funzionario del Tribunale Amministrativo Regionale per le Marche. 43enne tarantino di nascita, massafrese di adozione sempre disponibile anche in ognuno dei campi, anche nazionali, in cui opera. Laureato con lode in Giurisprudenza all'Università di Pisa, è stato allievo del prestigioso Seminario di Studi e Ricerche Parlamentari “Silvano Tosi” dell'Università di Firenze. Già avvocato e cultore della Materia in Diritto Amministrativo dei Beni Culturali presso l'Università “Aldo Moro” di Bari. Autore di alcuni importanti articoli di Diritto Amministrativo e Diritto Costituzionale pubblicati su riviste giuridiche cartacee e telematiche. Impegnato da anni nell'associazionismomassafrese e jonico, ha partecipato o organizzato numerose iniziative pubbliche volte a diffondere la conoscenza dei valori tutelati dalla nostra Costituzione, a contrastare ogni razzismo e a non smarrire la Memoria storica del nostro Novecento. Dal 2016 è il Vicepresidente Provinciale dell'Associazione Nazionale Partigiani Italiani (A.N.P.I.) – Comitato Provinciale di Taranto. Nello stesso anno è stato Coordinatore del comitato cittadino di Massafra per il NO al Referendum costituzionale.
= MICHELE OLIVA, apprezzato operatore culturale, Ispettore Capo della Polizia Locale di Palagiano.Classe 1974, perito agrario ed esperto in tecniche di gestione e tutela del patrimonio e dell’ambiente; pubblico impiegato presso il Comune di Palagiano nel settore vigilanza e commercio; socio e sostenitore di diverse associazioni del territorio; scrittore e collaboratore del Teatro delle Forche; socio fondatore nel 2004 dell’associazione culturale “Il Serraglio” di cui è presidente dal 2008 ad oggi e con la quale organizza l’importante festival “Vicoli Corti”; presidente della Consulta delle Associazioni di Massafra dal 2011 al 2014, è operatore culturale e organizzatore di eventi da oltre vent’anni.= Ten. Col. Guardia di FinanzaPIETRO ROMANO.Nella vita, dopo aver frequentato gli studi classici ha intrapreso la carriera militare nella Guardia di Finanza, che lo ha portato a girare e conoscere tante città dell’Italia, permettendogli di scoprire gli aspetti più reconditi, sia dal punto di vista delle bellezze naturali e culturali, sia delle criticità socio-economiche. Attualmente riveste il grado di Tenente Colonnello e si occupa di tutela della proprietà intellettuale, un settore questo che, purtroppo, oggi più che mai conosce la piaga di condotte illecite diffuse e che toccano ogni settore dell’economia … nessun prodotto è immune dalla immune dalla contraffazione e dalla falsificazione, e il mondo della filatelia, della numismatica e del collezionismo in genere ne sa qualcosa. Nato il 17 luglio 1972 a Massafra, città ove è cresciuto e vive. Sposato da vent’anni, ha tre splendide figlie: Giulia, Marta e Viviana. Nato il 17 luglio 1972 a Massafra, città ove è cresciuto e vive. Sposato da vent’anni, ha tre splendide figlie: Giulia, Marta e Viviana. Fin da piccolo ha avuto una grande passione nel collezionare, dapprima monete,cercandole e chiedendole a quanti viaggiavano all’estero e subito dopo francobolli, andando a“caccia” di buste affrancate da questi curiosi e variopintiquadratini di carta.Ancora oggi conserva i suoi “numeri uno”, i primi francobolli trovati, con qualche dentello in meno, qualche piccolo strappo e forse anche un po’ stropicciati, ma preziosi al pari del più famigerato “Gronchi Rosa”, desiderio di tutti i collezionisti.
= Prof.ssa GRAZIA TAGLIENTE, artista, docente di tecniche dell’incisione. Docente dell’Accademia di Belle Arti di Lecce e artista che lavora nel campo della comunicazione visiva e della stampa d'arte. Negli anni Novanta ha cominciato ad apprendere le tecniche calcografiche tradizionali e contemporaneamente ha avviato una ricerca nell’incisione sostenibile con tecniche e materiali alternativi e non tossici. Durante questa ricerca di radicalizzazione del discorso sull’incisione in termini di sostenibilità ecologica pubblica un saggio nel volume di Francesca Genna “Incisione Sostenibile. Nuovi materiali e metodi nell’area non-toxic” (2009). Grazia Tagliente (Massafra, 1970)Tra le suepubblicazioni troviamo “Il mondo in un pomodoro” del 2011, una favola illustrata ispirata dall’origine dell’universo e “Alan Turing: illustrazioni * annulli filatelici * ex libris” del 2012, dedicato al cinquantenario della nascita del padre dei computer moderni. Negli ultimi anni ha scelto di dedicarsi maggiormente al ruolo di docente di Alta Formazione Artistica proponendo agli studenti, non solo un percorso formativo tradizionale, ma una ricerca di confronto nazionale e internazionale attraverso la partecipazione a festival e concorsi, tra cui la la partecipazione e vittoria del primo premio del prestigioso Concorso Ventaglio del Presidente (Sezione Presidente del Senato 2016, Sezione Presidente della Repubblica 2017, Sezione Presidente della della Camera 2018).
= Insigne studiosa di fama internazionale BARBARA ZOFIA WOJCIECHOWSKA Accademico di Francia e Polonia, Professore Emerito in Letteratura Francese dell’Università di Lecce. Visiting Professor presso le prestigiose Università: Columbia University, Oxford University, Sorbona, Berlino, Varsavia, San Pietroburgo, Mosca. Nata in Polonia nel 1941, diventa Professore Ordinario nel 1980 all’Università degli Studi di Lecce. Ha studiato Filosofia alla Sorbona, Filologia Romanza all’Università di Varsavia, Lingue e Letterature Straniere all’Università di Roma (oggi La Sapienza). Ha conseguito il Master in Psicologia all’Università di Varsavia e il Corso di Perfezionamento della PNL con il suo fondatore Robert Dilts. Ha svolto le funzioni di Preside di Facoltà e Direttore del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere presso l’Università di Lecce. Ha insegnato alla SSIS dell’Università di Lecce, la psicologia dell’adolescenza e psicologia dell’insegnamento, il francese della diplomazia nella Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione presso il Ministero degli Affari Esteri a Roma. È stata corrispondente presso le testate giornalistiche “Il Messaggero” e “Il Corriere della Sera”. Le sue pubblicazioni possono essere consultate presso le più importanti università europee e statunitensi. Ha svolto numerose attività per la comunità massafrese: fondatrice della F.I.D.A.P.A., ideatrice della mostra permanente e del brand “Massafra, Gerusalemme d’Italia” con annullo filatelico del Circolo filatelico “A. Rospo”, autrice dello studio sull’etimo di “Massafra, Terra dello Zafferano”, pubblicato dall’Accademia della Crusca. Fondatore e direttore del Centro Culturale di Ricerca e Formazione. È a tutti nota per la generosità nel mettersi a disposizione della collettività, nel coinvolgere i giovani nella ricerca scientifica e nelle attività culturali, per la sua tenacia nel farsi promotrice di iniziative culturali di respiro internazionale, per la promozione dell’integrazione culturale degli immigrati e per il coraggio delle sue idee.

Corale il ringraziamento espresso dai premiati al circolo per il riconoscimento assegnato. Tutti hanno espresso l’importanza della filatelia per la diffusione della cultura in tutto il mondo e per il rapporto stretto che ha con la storia in quanto con l’annullo riesce a perpetrare il ricordo di un momento rendendolo eterno e consegnandolo alla storia.

Alla fine della manifestazione uno scambio di auguri di gioia e d’amore tra tutti i presenti. Il presidente del Circolo filatelico, Nino Bellinvia, ha detto che La gioia del Natale (ricordano un messaggio di Papa Francesco) è una gioia speciale; una gioia che non è solo per il giorno di Natale, è per tutta la vita del cristiano. È una gioia serena, tranquilla, una gioia che sempre accompagna il cristiano”.
Ci piace ricordare che il Circolo Filatelico “A. Rospo” (dal 1998 intitolato a Tonino Rospo) è riconosciuto come uno tra i più attivi d’Italia per la continua e valida attività culturale, premiato, tra l’altro, più volte, anche dalla Presidenza della Repubblica. Dal 1987, anno d’iscrizione alla Federazione fra le Società Filateliche Italiane, il Circolo organizza gratuitamente rilevanti manifestazioni socio-culturali che coinvolgono giovani e adulti portando nel mondo le tradizioni artistico-culturali della nostra città, attraverso annulli filatelici figurati. Nel 2007 le Poste Italiane hanno premiato il Circolo dedicando un francobollo a Massafra (raffigurante il Castello Medievale). La Federazione fra le Società Filateliche Italiane ha poi inserito (al primo posto) il presidente Nino Bellinvia nell’Albo d’Onore dei presidenti delle Società Federate. L’attuale direttivo del Circolo filatelico “Rospo” è così composto: presidente Nino Bellinvia; vice presidente Francesco Maria Rospo; segretario Nicola Fabio Assi. Consiglieri: Rocco Silvestri, Franco Rospo, Franco Latina, Piero Caragnano; delegati Vito Antonio Tocci (addetto filatelia religiosa, mostre, annulli), Antonio Carriero (delegato responsabile filatelia a Mottola), Michele Giovinazzi (addetto settore numismatica), Paolo Albano (addetto storia postale). Le notizie inerenti il Circolo si possono leggere sulla relativa pag. facebook (curata da Nicola Fabio Assi): https://www.facebook.com/CircoloFilatelicoRospoMassafra.
Nella foto premiati e autorità. Da sx: ten. Col. Pietro Romano, Assessore alla P.I. Maria Rosaria Guglielmi, Michele Oliva,Ispettore Capo Polizia Locale, lastudiosa di fama internazionale Barbara Zofia Wojciechowska, il sindaco Fabrizio Quarto, il dott, in Giurisprudenza Marcello Barletta, la Docente dell’Accademia di Belle Arti di Lecce e artista Grazia Tagliente, il presidente del Circolo Filatelico Nino Bellinvia).

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui