Sul coronavirus professioni e cittadini sono chiamati ad un doppio impegno per ottenere il bene comune in questo momento di forti preoccupazioni.

Cosi la dott.ssa Carmela De Rango, segretario nazionale della Cimop, secondo cui in questo frangente è imprescindibile una doppia direttrice di marcia.

“Da un lato tutti devono attenersi scrupolosamente al vademecum indicato dalle istituzioni, nella consapevolezza che il rispetto dei protocolli è solida base di partenza, per fare prevenzione e per affrontare le cure. Dall’altro i cittadini, e qui conta anche la sensibilizzazione a cui è chiamata la professione medica, devono evitare gli inutili allarmismi, come la corsa ai pronto soccorso senza sintomi che crea solo un generale disagio. Ma valutare con la sufficiente serenità eventuali anomalie. Mi preme aggiungere che un ruolo apicale, accanto alla straordinaria macchina organizzativa della Protezione civile, lo svolge la professione medica, sia per il merito degli interventi tecnici, sia per un approccio umano che deve essere il più comprensivo possibile. Ecco l’impegno di Cimop, affinché sia il lavoro di squadra a poter oltrepassare questo ostacolo che si è presentato dinanzi a tutti noi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui