“Chiediamo ad Israele di cessare questa carneficina di innocenti ed al Governo italiano di indicare subito un’alternativa alla violenza” E’ quanto chiede la Angels onlus, l’organizzazione umanitaria che da anni opera a Gaza ed in altri Paesi nel mondo a tutela dei bambini e dell’infanzia. “In queste ore stiamo ricevendo dai nostri volontari decine di foto che testimoniano l'orrore che i cittadini ed i bambini di Gaza stanno affrontando. Secondo fonti mediche il numero delle vittime è salito a 100 ed i civili feriti sono oltre 700”, fa sapere Benedetta Paravia, portavoce della Angels.

“Non possiamo permettere che migliaia di nostri amici Israeliani, gente di cuore e di dignità venga tacciata di intolleranza e crudeltà; abbiamo tutti il dovere – prosegue Paravia – di fare qualcosa di concreto per evitare di essere noi stessi responsabili della rovina morale di un popolo di cultura e di tradizione che deve pertanto trovare misure alternative ed aprirsi al dialogo”.

Poche settimane fa la Angels onlus ha accolto la piccola Intisar, una bambina di Gaza affetta da una rara patologia ed attualmente in cura a Roma. Il trasferimento e la permanenza in Italia sono stati interamente finanziati dalla famiglia Sermoneta, di origine ebraica

Graφos Comunicazione

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui