Giornale in riallestimento
Archivi
Quadro editoriale

Registrazione al tribunale
di Roma n. 41 del 15/02/2007


Edito e diretto da

Salvatore Viglia

In redazione:

interviste, politica e cultura:
Rainero Schembri


politica, cultura e societa’:

Francesco Amoroso
II giornalista pubblicista abilitato dalla nostra testata (Roma)

Nino Bellinvia

Rossella Bellinvia

Loredana Biffo
III giornalista pubblicista abilitato dalla nostra testata (Torino)

Domenico Bilotti

Eugenio Bolia

Giorgio Brignola

Alessandra Broglia

Giovanna Canzano

Giulio Caporale

Marco Chinico’
IV giornalista pubblicista abilitato dalla nostra testata (Roma)

Nicola Clemente
I giornalista pubblicista abilitato dalla nostra testata (Napoli)

Arnaldo De Porti

Miriam Della Croce

Antonio Di Giovanni

Dario Ghezzi

Doriana Goracci

Elisa Merlo

Paolo Natale
V giornalista pubblicista abilitato dalla nostra testata (Roma)

Goffredo Palmerini

Renato Pierri

Paola Tullio

Laura Tussi

poesia e letteratura:
Andreas Papadopoulos

ANTTU

SA

arte, cultura e societa’:
Daniela Coppola
Monica Michetti
VI giornalista pubblicista abilitato dalla nostra testata (Roma)

Alessandro Olivieri
Elena Vigiano

Redazioni Estere:

da Atene:

politica internazionale
Sergio Coggiola
(Direttore di "Eureka" mensile in lingua italiana per gli italiani all'estero edito in Grecia)

cultura e politica
Angelo Saracini

——————-
dagli U.S.A.

politica, cultura e societa’
Emanuela Medoro
——————-
dal Peru’ – Lima –

politica, cultura e societa’
Alberto Calle
——————-
da Buenos Aires

sport e cultura
Gustavo Oronzo Rucci
——————-
da Londra:

Carmine Gonnella


Martino Cartella


Donato Zagarone
——————-

Inviato dagli USA


Ro Pucci

W5KYY
President RGP Enterprises

RGP JOURNALISTIC SERVICES
3323 Lost Hollow dr.
Kingwood, TX 77339 USA

Ph.: ( 281 ) 358 2633

e-mail: w5kyy@cebridge.net

*******************



Web Manager


Cesare Bramante



Implented


IDEA

Rottura del crociato per Zaniolo, fisioterapista: “Non accelerare i tempi di recupero”

C’è già chi scommette su un rientro record, in tempo per partecipare a Euro 2020. Il punto di vista ‘clinico’ è decisamente più improntato alla prudenza
ROMA – Sei mesi, o anche meno. E’ partita la lotta contro il tempo di Nicolò Zaniolo per l’infortunio che gli è costato la rottura del legamento crociato anteriore, e c’è già chi scommette su un rientro record, in tempo per partecipare a Euro 2020.
Ma se tifosi e società vorrebbero comprensibilmente il giocatore in campo il prima possibile, il punto di vista ‘clinico’ è decisamente più improntato alla prudenza.
“Attenzione ai tempi di recupero”, avverte Andrea Piazze, presidente del Gruppo di Interesse Specialistico in Fisioterapia Sportiva di AIFI, l’Associazione italiana fisioterapisti. “Il consiglio alle società, ma anche ai media, è quello di non aumentare la pressione per abbreviare il ritorno in campo”.
Una prassi che negli ultimi anni è invece sempre più in voga, ‘incentivata’ anche da alcuni aspetti burocratici. Come spiega Piazze, infatti, “le società sportive di serie A, B e C hanno un contratto di lavoro collettivo che prevede la possibilità di licenziamento del tesserato da parte del datore di lavoro ai 6 mesi e 1 giorno di malattia del dipendente. Quindi i calciatori professionisti hanno sulla loro testa una vera e propria spada di Damocle ed è sempre più frequente vedere giocatori che rientrano in campo dopo 4 mesi e mezzo, 5 mesi: quindi in tempi che assolutamente non bastano e sono molto in anticipo rispetto alle fasi più adeguate di recupero da infortuni gravi. Infatti un rientro allo sport, specialmente in quelli di contatto, dopo lesione al legamento crociato anteriore avviene in sicurezza sui 9-12 mesi: c’è una chiara differenza tra quello che è consigliabile dal punto di vista scientifico e quello che poi avviene nella pratica, devo dire soprattutto in Italia. E’ un fatto da non sottovalutare, se pensiamo a tutti gli atleti che hanno magari un solo anno di contratto. Senza tralasciare il fatto che ciò si ripercuote direttamente anche sui comuni cittadini o sugli sportivi amatoriali, stimolati ad anticipare il loro recupero”. Le conseguenze? “Ovviamente il rischio di recidiva è parecchio più alto se il ginocchio non è ancora pronto- chiarisce Piazze- Il giocatore che rientra prima degli altri ‘comuni mortali’ lo fa esclusivamente per fattori ambientali esterni come possono essere il contratto, la pressione del club e dei media, perché non esistono panacee e miracoli che possano ridurre i tempi di recupero: che una persona si chiami Nicolò Zaniolo o si chiami Mario Rossi, il ginocchio reagisce organicamente nello stesso modo. Semmai può avere delle performance diverse e può avere bisogno di una maggiore assistenza, potendo dedicare più tempo agli allenamenti e avendo una capacità motoria diversa”.

Il prossimo 12 giugno prende il via proprio a Roma l’Europeo di calcio. La speranza sarebbe quella di vedere Zaniolo in campo, d’altronde “i tempi di recupero sono compatibili”. E il ‘confronto’ con Francesco Totti, che rientrò in campo nel Mondiale del 2006 dopo una frattura alla caviglia subita a febbraio è già partito. “Ma sono due infortuni di tipo diversi: non si può fare un parallelo, visto che i tempi di risposta cambiano significativamente. L’obiettivo dell’Europeo è alla portata e i tempi per riprendersi ci sono. Certo, Zaniolo avrà un super lavoro da fare“. Ci sono delle tecnologie innovative che possono aiutare chi è colpito da infortuni di questo tipo? “Sì, penso ad esempio all’AlterG. Si tratta- spiega il presidente del GIS Sport- di un tapis roulant a gestione del carico, frutto di studi della Nasa negli ultimi 20 anni, su cui l’atleta può correre con dei flussi d’aria che sottraggono il carico, possiamo dire quasi in assenza di gravità. Non fa guarire prima il legamento ma permette di far riprendere in anticipo la camminata, con benefici sul tono muscolare e sulla capacità di riproporre uno schema motorio corretto. Si riesce in questo modo a riportare l’atleta ai livelli di cui ha bisogno, aiutando il fisioterapista a lavorare ad alti livelli”.

Il lavoro del fisioterapista in questo senso “è importantissimo insieme a quello di equipe- conclude Piazze- Gli interscambi con tutti coloro che stanno dietro al recupero di un atleta d’elite, dallo psicologo dello sport al nutrizionista, fino al preparatore atletico sono fondamentali”. La differenza con il semplice cittadino si può sintetizzare così: “Il puzzle del recupero di Zaniolo sarà multifattoriale e verrà completato con mille pezzi da 4-5 persone, mentre per ciascuno di noi bastano 50 pezzi messi a posto da una sola persona”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

”La Voce degli AVVOCATI”
si fregia del
patrocinio morale dell’Ordine Degli Avvocati di Roma.


Aforismi

L’uomo che non ha alcuna musica dentro di se’, che non si lascia commuovere dall’armonia di dolci suoni e’ nato per il tradimento, per gli inganni, per le rapine. I motivi del suo animo sono foschi come la notte, i suoi appetiti neri come l’Erebo.
Non vi fidate di un uomo siffatto
W. Shakespeare

 

Il poeta percepisce il mistero della persona umana e quindi il mistero universale, perche’ percepisce il mistero dei popoli, della loro vocazione e la loro missione storica, quindi tutto, perche’ percepisce nella distinzione delle Patrie il mistero dell’intera famiglia umana.
Giorgio La Pira

 

Democrazia
“O siamo capaci di sconfiggere le idee contrarie con la discussione, o dobbiamo lasciarle esprimere. Non e’ possibile sconfiggere le idee con la forza, perche’ questo blocca il libero sviluppo dell’intelligenza.”
Ernesto Che Guevara

 

EPITAFFIO A RAFFAELLO

“Ille hic est raphael timuit quo sospite vinc rerum magna perens et moriente mori”
(Pietro Bembo)

Qui giace Raffaello dal quale, lui vivente, la natura temette d’essere vinta e, lui morente, di morire anch’essa.

 

La calunnia
“Socrate e’ un criminale e un perditempo, che indaga su quello che sta in cielo e sottoterra, fa del discorso piu’ debole il piu’ forte e insegna lo stesso agli altri
(Apologia di Socrate)

 

La Bibbia
“Non crediate che io sia venuto a portare la pace sulla terra. Non sono venuto a portare la pace, ma la spada. Perche’ sono venuto a dividere il figlio dal padre, la figlia dalla madre, la nuora dalla suocera; e i nemici dell’uomo saranno i suoi famigliari.”
Matteo 10, 34-38

 

Contemporaneo
“Tutti i giorni lavoro, onestamente, per frodare la legge”
Toto’ (Principe Antonio De Curtis)

 

Ancora oggi
“La questione morale esiste da tempo, ma ormai essa e’ diventata la questione politica prima ed essenziale perche’ dalla sua soluzione dipende la ripresa di fiducia nelle istituzioni, la effettiva governabilita’ del paese e la tenuta del regime democratico.”
Enrico Berlinguer

 

Divina Commedia
“A l’alta fantasia qui manco’ possa;
ma gia’ volgeva il mio disio e ‘l velle,
si’ come rota ch’igualmente e’ mossa,
l’amor che move il sole e l’altre stelle.”
Pd. XXXIII, 142-145