Felice, sorridente, nonostante Sardine e citofono non gli abbiano portato fortuna, Matteo Salvini ha dichiarato per due volte che il popolo ha sempre ragione. Ma è vero che il popolo ha sempre ragione, anche quando ha torto marcio? Il popolo che tra Gesù e Barabba scelse Barabba, aveva torto marcio. Se uno veramente pensa che il popolo abbia sempre ragione, significa che non conosce la storia. Oppure è in mala fede, finge. Ma sicuramente Matteo Salvini non finge. E’ in buona fede. In realtà, quando si afferma che il popolo ha sempre ragione, si vuole dire altro. Intanto ci si riferisce agli elettori che si sono recati alle urne a votare, e si vuole dire che in una democrazia, la volontà espressa per l’appunto dalla maggioranza degli elettori nelle urne, va sempre rispettata. Ma tra dire che il popolo ha sempre ragione e dire che la volontà espressa nelle urne, va rispettata, c’è una bella differenza. Il popolo può sbagliare. La maggioranza degli elettori, cioè, può prendere fischi per fiaschi ed eleggere, ad esempio, politici disonesti credendo che siano onesti, politici incapaci credendo che siano capaci, politici crudeli credendo che siano santi. Può accadere. Tante volte è accaduto.
Renato Pierri

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui