In questi giorni d’incertezza e di sofferenza per il diffondersi del virus, il prof. Michele Dicanio ci è vicino con tre sue ultime poesie, abbracciandoci con coraggio, fede, speranza, aiutando a non soffermarsi sul dolore, a pensare che presto il futuro sarà migliore per tutti.

Uomo umiliato dal virus. Uomo di oggi / dov’è la tua superbia? / Ti senti smarrito umiliato / fragile e indifeso / di fronte al virus che avanza / colpisce distrugge / su tutto il pianeta. / Villaggio globale / sperduto nell’Universo. / Nel caos nella sofferenza / e impotenza risuona /l’accorato messaggio di amore / di fratellanza universale / tra Paesi ricchi e popoli / poveri affamati e abbandonati. / L’amore di Dio / riuscirà a penetrare / nel cuore di tutta l’Umanità?
Sorgente di acqua viva. Nell’arsura del corpo e dell’anima / nella stanchezza e nella sfiducia / ci risolleva un sorso di acqua. / In questi giorni di scoraggiamento / abbiamo sete di te Cristo Gesù / roccia sicura sorgente di acqua / viva e fresca zampillante in noi. / Smarrimento sofferenza e morte / pandemia in tutti i Paesi. / La tua sorgente di acqua viva / purifichi l’aria ammorbata / allontani per sempre questo male / ridoni il sorriso e la forza / di vivere pienamente la vita / in una rinnovata fratellanza / nella pace gioiosa e nell’amore.
Superbia e umiltà. Povero uomo sbattuto dal vento / t’incammini verso dove? / Incerto il tuo andare / la sciarpa avvolge le tue labbra/ timoroso dell’aria che respiri. / Uomini in quarantena / fragili anziani colpiti dal virus / sospirano e invocano l’aiuto / dei medici e di Dio. / Alcuni guariscono / altri soccombono / decine centinaia ogni giorno. / Uomo superbo nemico ribelle / piegato e schiacciato da un piccolo / invisibile germe. / E’ l’ora della preghiera costante 7 dell’umile fiducia nella scienza / dell’aiuto solidale / della fratellanza universale.
Non è da oggi che il prof. Michele Dicanio scrive poesie.
Da ricordare, tra l’altro, il suo volumetto (La copertina del volume reca un’illustrazione di Nicola Andreace, la cui consorte, la signora Angela, descrive come un’indagine introspettiva del silenzio che anticipa il contenuto del libro) è stato edito da Antonio Dellisanti “Canto alla Vita” (raccoglie le sue poesie da lui concepite tra il 1987 e il 1994, una dedicata anche alla madre), recensito anche su “Famiglia Cristiana”, settimanale di ispirazione cattolica. “La raccolta di poesie di Michele Di Canio esplora con grande forza i temi dell’umano: il senso della vita, il dolore, la morte. La lampada che l’autore brandisce (vedere copertina) è quella del Vangelo e della Scrittura, capaci di rivelare l’uomo all’uomo con tagliente chiarezza e verità. Ma ciò che rende ancora più interessante questo libretto di poesie è lo stile che predilige, versi brevi e brevissimi, anche di una sola parola.
Michele Di Canio dopo il Liceo Classico ha conseguito la laurea in lettere presso l’Università degli Studi di Bari, è stato docente di Lettere presso la Scuola Media “Manzoni” di Massafra fino al 2003. Inoltre è stato presidente della sezione UCIIM (Unione Cattolica Italiana Insegnanti Medi) e insegnante Letteratura italiana presso l’UNITRE (Università delle Tre Età) e presso l’Università Popolare delle Gravine Ioniche. Il libro, dedicato dall’autore con gratitudine ed affetto a tutti i suoi insegnanti dall’Asilo all’Università, si avvale di una lunga ed ottima prefazione del prof. Roberto Caprara (“Michele Di Canio è un cattolico di fede profonda, vissuta quotidianamente. ogni poesia è una preghiera, un colloquio con Dio o con Gesù, o affronta, ma sempre con serena, cristiana fiducia i temi ultimi e primissimi dell’Umanità: la vita, il dolore, la morte”. Antonia Acciani, nella postfazione dice che “La poesia è notizia di Dio, la buona samaritana che dà il nome alla grande consolazione: è Dio a cercare l’uomo, ad aver bisogno di lui”.
Nella foto la copertina del libro.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui